Ettore Messina: Se performi, starai in rotazione, altrimenti giocheranno quelli più bravi, a costo di stancarli

Ettore Messina ha rilasciato un’interessante intervista a Massimo Pisa, su Repubblica-Milano. Molteplici i temi dell’attualità toccati

Ettore Messina ha rilasciato un’interessante intervista a Massimo Pisa, su Repubblica-Milano. Molteplici i temi dell’attualità toccati, abbiamo scelto questi per voi.

SULLA SQUADRA

Sul fatto di essere più una squadra di sistema rispetto all’anno scorso: «Mai sostenuto questo. E sulle scelte, chiarisco: non abbiamo cambiato una squadra da Final Four di coppa perché è bello così. Siamo partiti dalla disponibilità a venire qui di Melli, che a giudizio di tutti i capitani di Eurolega è stato l’acquisto più importante, e di Ricci. Per motivi di spazio è andato via Leday e Punter, che avremmo voluto tenere, non ha accettato la nostra eccellente offerta al rialzo per prendere quella del Partizan, e siamo contenti per lui. Roll e Micov sono partiti in un processo di ringiovanimento e abbiamo acquisito più presenza interna con Mitoglou, un tiratore dai blocchi e di grande raggio come Daniels, un creatore di gioco come Grant. Siamo, a giudizio non solo nostro, più potenti e più lunghi. E, aggiungo, un gruppo di persone estremamente serie».

SULLO SCUDETTO

«Speriamo di competere, di farcela, faremo il possibile. Ma nessuno, all’inizio, dice: devo. Forse i tifosi. Non chi gioca, lavora, allena. Nemmeno i Lakers, o i Brooklyn Nets, in Nba. È lo sport. E capiterà, in qualche partita di andare sotto di 10: lì, i tifosi bravi saranno quelli che continueranno a incitare, e l’allenatore bravo quello che capirà che la squadra non lo fa apposta, e cercherà di aiutarla. In questo, io non vincerò mai (ride, ndr): se spacco le sedie diranno che sono troppo incazzoso; se non lo faccio, che sono bollito».

SUGLI ITALIANI

«Mi dice il Poz, che legge più libri di me e ne sta consultando uno sui social media, che in giro si dice che non ruotiamo abbastanza gli italiani. Ecco, c’è un problema: qui, ruoti se performi. Non è che gioca uno che tira col 28% e riposa uno col 45%, magari perdendo una partita in più, perché sì, in fondo, che importa… Qui non si perde per il gusto di perdere. Se performi, starai in rotazione, altrimenti giocheranno quelli più bravi, a costo di stancarli. Così è. La filosofìa la farà il prossimo coach».

47 thoughts on “Ettore Messina: Se performi, starai in rotazione, altrimenti giocheranno quelli più bravi, a costo di stancarli

  1. Parole chiare che apprezzo
    Ha spiegato le scelte di mercato e la filosofia per avere una squadra vincente.

  2. Finalmente un discorso chiaro e distinto, in tre frasi di senso compiuto ha chiarito i termini delle questioni aperte. Poi si può essere d’accordo o meno, ma ha fissato i temi del dibattito in modo preciso dal suo punto di vista.

  3. Dove sarebbe la novità? In due anni sotto la sua gestione hanno sempre giocato i migliori che sia Eurolega o LBA poco importa e poi si è visto nella finale in che condizioni fisiche/mentali sono arrivati i nostri giocatori. Io non avevo dubbi che anche con l’arrivo del Pozz non sarebbe cambiato nulla per quanto riguarda la gestione degli italiani e a questo punto non capisco la scelta del Pozz di venire come secondo senza contare nulla a livello pratico piuttosto che continuare a fare il coach cosa che stava svolgendo abbastanza bene…

    1. Avendo già fatto la gavetta l’unico motivo che mi viene in mente è quello di puntare a diventare primo allenatore quando Messina deciderà di non allenare più

      1. Nutro molti dubbi su questa ipotesi. Non sono così sicuro che sia così. Vedremo.

    2. Caro Daniele, Pozzecco, in pochi mesi, ha portato Sassari a vincere un Eurocup e, a disputare una finale scudetto ( persa a gara 7, contro Venezia ). Scelto da Messina, questa stagione gli servirà per conoscere a 360 gradi, il Mondo Olimpia Milano. Dopodiché, a mio parere, riceverà da Messina, l’ incarico di primo allenatore.

      1. Caro Dario se fossi così perlomeno ci sarebbe una logica però poni il caso che Messina raggiunga nuovamente i play-off di Eurolega e vincesse lo scudetto pensi veramente che lascerebbe il timone al Pozzecco? E nel caso dovesse fallire e di conseguenza farsi da parte sei sicuro che la società punterà sul Pozz? Da qui i miei dubbi. Tempo al tempo e vedremo.

  4. Spero che Alviti e Biligha abbiano spazio in LBA, e pure Grant trovi il suoi spazio, altrimenti finisce come la scorsa stagione con Cinciarini e Moretti sempre fuori e una squadra da 15 giocatori che di fatto nelle rotazioni si accorcia a 13. Come si spera di far riposare Chacho e Hines con un anno in più e Datome che non sembra più il giocatore su cui l’Olimpia ha puntato, se non si fa ruotare tutto il roster? La domanda è una. Se un giocatore non performa, cosa lo si è preso a fare. Lo scouting a che serve? Si sapeva da subito che Moretti non era un Mannion, allora perché fargli un contratto di 5 anni per non vederlo mai in campo e pagargli lo stipendio quando gioca in prestito altrove? Lo stesso il 2+1 di Tarcisio, che nel suo ruolo non performa per definizione. Messina ha preso Poz come contraddittorio costruttivo interno, salvo poi, almeno a parole, continuare a gestire come ha sempre fatto, che va anche bene ma allora poteva risparmiarsi l’ingaggio del Poz.

    1. È proprio quello che ho scritto con alcuni spunti interessanti in più 👍

  5. Messina si conferma meritocratico, gioca chi produce per la squadra altrimenti si siede in panca. E’ altresì vero che l’isolare in panca certi giocatori, gli italiani in primis, non ha portato al risultato sperato, quello cioè di spingere gli esclusi ad aumentare intensità ed impegno per ritornare nelle rotazioni. Questo però è una colpa da dividere tra chi non ti fa giocare e tu giocatore che non sai crescere e dimostrarti migliore.
    Purtroppo caro Lupoellison nessun sa in partenza come un giocatore reagirà agli stimoli di un coach, nessuno sa se si integrerà coi compagni facilmente, nessuno sa prima se il suo rendimento sarà alto o deficitario. Solo il lavoro in palestra e la gara lo chiariscono, quindi serve tempo.
    Inoltre l’Olimpia compete in una manifestazione (Euroleague) che per durezza e livello non è lontanamente paragonabile al nostro campionato, e il suo roster mi sembra costruito per quella competizione. Ultima osservazione, credo che uno sponsor internazionale quale il gruppo Armani sia più interessato a vedere la sua squadra primeggiare a Madrid, Barcellona, Monaco di Baviera, Mosca, Berlino che a Tortona o a Pesaro……

    1. Condivido solo in parte il tuo pensiero e aggiungo che per integrarsi con i compagni ci vuole tempo e non che magari dopo 2/3 partite mediocri venga messo da parte come solito fa il nostro coach che a quanto pare ha poca pazienza ed è poco propenso a concedere tempo.

    2. Corretto quello che dici.
      Così stando le cose però: perché dichiarare apertamente che l’obbiettivo stagionale è il campionato?
      E infine, non è che tutto l’ambiente (società, allenatori, giocatori e tifosi) si “sopravvalutano” troppo? Pensiamo veramente di poterci permettere 15 giocatori che performano tutti al massimo sempre?

  6. “La filosofia la farà il prossimo coach” per me game, set & match. Nulla da aggiungere.

  7. Hollywood Party, hai ragione a dire che nessuno conosce a priori il rendimento di un giocatore in arrivo, ma a questo punto a Moretti gli proponi un 1+1 e non un quinquennale, a questo punto se Tarcisio con te (Messina) ha gia giocato una stagione senza brillare (ad esser gentili) nel suo ruolo, perché fargli firmare un 2+1? Lo confermi rinnovandolo per un anno, massimo 1+1 e ce ne saremmo liberati quest’estate. E a maggior ragione, se non si può determinare il rendimento di un giocatore nuovo, perché privarsi di due cecchini come Punter e LeDay, che erano un’incognita all’arrivo ma poi si sono trasformati in due fattori che hanno contribuito alla strepitosa Eurolega da Final Four? Le percentuali disastrose da tre punti in Supercoppa da cosa dipendono? Non dal maggior gioco in aerea perché comunque quelle triple sono state prese e sbagliate.

    1. Devi leggere quello che c’è scritto, poi devi capirlo e poi puoi dire non sono d’accordo.
      Perché privarsi di Punter e Leday?
      Leggi lo ha spiegato. Poi puoi preferire Leday a Melli lo scrivi e poi non dici più che ci vogliono italiani forti.
      Se Punter è scritto il perché.. il suo manager ha tirato troppo la corda
      La differenza la mettevi tu?

    2. Ma per quanto tempo ancora bisogna parlare di cose già dette, di analisi già fatte, di Moretti-Punter-LeDay, il passato è passato, non si può continuare a rievocarlo all’infinito, guardare avanti !

      La tripla presa e sbagliata è un dato statistico, poi bisogna vedere le condizioni di come nell’attacco si costruisce quella tripla, sappiamo di come, nella scorsa stagione, la circolazione della palla favorisse la presa di un ottimo tiro dalla lunga, cosa che ancora e per ora non è

  8. Tutto molto chiaro, sia le premesse che i propositi e le ambizioni, a settembre non ci si può già martellare i coglioni, diamo agio e tempo al coach e ai ragazzi di dimostrarlo sul campo, buona fortuna a loro e quindi a noi

  9. beh messina tira dritto con la propria di filosofia, peró lo scorso anno si é rivelata migliore la gestione della virtus di Djordjevic in campionato, hanno perso qualche partita nella stagione regolare, ma sono arrivati freschi e carichi di fiducia ai playoff, avendo allargato molto le rotazioni e messo “in fiducia” un buon numero di italiani. messina anche in Eurolega ha avuto rotazioni ampie, infatti siamo arrivati a un tiro dalla finalissima facendo giocare Chacho, Delaney, Roll, Micov, Shields, Moraschini, Hines, Punter Leday, Brooks, Tarcisio, e tutti hanno avuto spazio, piú sprazzi di Biligha.. Roll ha giocato partite da titolare notevolissime non nel proprio ruolo perché aveva costruito fiducia e appartenenza durante la stagione, dove pure un paio di volte ha giocato male e tirato peggio, ma non é sparito in panca. lo stesso deve accadere in campionato. se Alviti o chi per esso tira col 20% per due partite, mica deve sparire in panchina, no? se prendi un giocatore vuol dire che gode di una fiducia che dovrebbe garantirgli un margine piú ampio di pochi errori

    1. @Gia per me tutto condivisibile però per altri hai dimenticato un piccolo particolare: noi disputiamo l’Eurolega (quindi chi se ne frega della LBA) mentre Bologna no…

  10. Gia, Djordzevic aveva un obiettivo primario l’anno scorso ed era guadagnarsi l’Eurolega e l’ha toppato, Messina aveva un obiettivo primario i playoff Eurolega e sono stati brillantemente raggiunti e superati con le Final Four (a un tiro dalla finale). Ora sembra che la Virtus abbia fatto una stagione fantastica quando ha toppato l’obiettivo. Messina ha realizzato il target e ci ha fatto godere per 9 mesi e ora sembra un incapace. Poi ok la finale scudetto l’ha vinta meritatamente Bologna, ma quando dici che la gestione della Virtus è stata migliore non sono d’accordo perché è arrivata in finale con 20 partite in meno sulle gambe, e 20 partite prima di quella finale persa l’Olimpia di Messina galoppava eccome. Ma ti sembrano poche 91 partite in stagione? Su 9 mesi sono 10 partite al mese. L’avrei voluta vedere quella Virtus dopo 90 partite (con 20 partite in più sulle gambe). Sarebbero riusciti a giocare con tutta quella energia? O avrebbero finito la benzina anche loro, calcolando che Beli e Teodosic, sia pur mitici hanno i loro anni. Prima di parlare di buona o di cattiva gestione bisogna guardare i fatti.

    1. Appunto @Lupoellison non possiamo sapere se Sale avrebbe gestito diversamente il gruppo qualora Bologna avesse disputato Eurolega e LBA.

  11. Beh Daniele, restando sulla gestione Sasha vs Ettore della stagione scorsa, davvero vogliamo paragonare i due impegni? La Virtus ha vinto tutte le partite in Eurocup con un comodo turno infrasettimanale, quando l’Olimpia si è trovata spesso un doppio turno. Perché non basta contare 91 partite dell’Olimpia contro le 70 della Virtus ma anche l’intensità delle pertite stesse. Come si può paragonare il livello dell’Eurocup dove la Virtus ha sempre vinto nei gironi eliminatori facendo tipo il record, mentre nel contempo perdeva in LBA giocando male, con una settimana tipo dell’Olimpia in Eurolega. Gara di campionato la domenica, poi vai a Istanbul e giochi contro l’Efes il martedì e il Fener venerdì per poi tornare in LBA la domenica. Senza contare che squadre contro cui vinci sempre (Eurocup) t’impegnano molto meno a livello fisico e mentale di squadre Eurolega dove per arrivare ai playoff sei fortunato se perdi meno di 10 partite. Intendo dire che dal punto di vista della gestione, fermo restando che Ettore e Sasha sono due professionisti pazzeschi, la scorsa stagione dell’Olimpia, per impegno fisico – psichico, non è paragonabile neanche lontanamente a quella della Virtus. Il che spiega e imho giustifica la debacle della serie scudetto. Se chiedi a tutti i dirigenti Virtus e a tutti i giocatori: avresti preferito vincere lo scudetto o guadagnare l’Eurolega la risposta è scontata a ribadire una stagione fallimentare. Oggi sulla rosea Belinelli dice che il primo obiettivo per la prossima stagione guarda caso è raggiungere l’Eurolega.

    1. No @Lupoellison non ci siamo capiti e forse hai frainteso cosa volessi dire. Io ho solo detto che non possiamo sapere con certezza a priori come Sale avrebbe gestito il gruppo con l’Eurolega e LBA proprio perché Bologna non ha disputato l’Eurolega. Spero di essere stato più chiaro e preciso.

  12. Bell’intervista … messo non chiaro delle scelte … meritocrazia e punto. D’altronde sono professionisti … performi giochi non performi non giochi … poi potremo discutere se si possano recuperare i non performer … ma se giochi 80/90 partite in stagione … aiutati che Messina ti aiuta … poi lui li vede tutti i santi giorni in palestra ad allenarsi … ha tutti i dati dello stato di forma dei giocatori … non credo che gli faccia piacere lasciar fuori qualcuno.

    1. Guarda che anche l’anno scorso lo vedeva tutti i santi giorni in palestra ad allenarsi e aveva tutti i dati dello stato di forma dei giocatori ma alla fine tutto ciò non è servito perché abbiamo visto tutti la pessima figura nella finale di LBA..

  13. Su Punter era chiaro da subito ha preso un’offerta migliore e fine. Resta da capire perché non fosse stata inserita un’opzione di rinnovo ma ormai è andata così. Invece ora leggo che LeDay sia diventato di troppo dopo l’acquisto di Ricci. Ho detto tutto…

    1. Anche tu leggi e se non capisci rileggi e non mettere in bocca alle persone i tuoi pregiudizi.
      Non ha detto che Ricci è il sostituto di Leday.

      1. Smettila di provocare chi non la pensa come te perché non serve a nulla p pensi che si cambia idea perché ti credi di essere Dio? Tu al massimo puoi essere solo un lecchino come il tuo amico 😂😂

    2. Personalmente, credo che la scelta ponderata e anticipata, di ingaggiare Mitoglou, abbia portato all’ uscita di LeDay.

  14. Siamo partiti dalla disponibilità a venire qui di Melli, ….. e di Ricci. Per motivi di spazio è andato via Leday.
    Sopra il testo copiato dall’articolo.
    Mi sembra più che chiaro; una volta avuto l’ok di Melli e Ricci ha liquidato LeDay che invece aveva un anno di contratto con opzione di uscita. Se tu hai capito diversamente spiegaci.
    Iellini, non so cosa ti leghi così a Messina, ottimo coach che però ha fallito il doppio ruolo ed e’ sotto gli occhi di tutti.

    1. @Biancorossodasempre ma ti giustifichi pure? Lascialo nel suo orticello infestante. Probabilmente lui e il suo amico virtuale dormono insieme a Messina e di conseguenza sapranno cose che noi comuni mortali non sappiamo 😂😂😂

  15. Si può essere performanti in 2 minuti (Biligha) o in 5 minuti (Alviti). Per essere performante devi avere la possibilità di giocare o forse intendeva per la panchina….

  16. Un concetto che mi sembra chiaro visto che è un anno che rompi i coglioni sul minutaggio.
    Vuoi fare un passettino avanti o ti sei incartato li

    1. Purtroppo il concetto è ancora attuale ma come dice il tuo amico “tu non sai leggere” 😂😂

  17. Non ha motivo di dare accesso a chi non dimostra di meritarlo, quando accadrà gli Alviti e Biligha giocheranno di più non mi sembra ci sia altro da capire, più chiaro di così. Certo chi si sente a torto superiore continuerà a criticarlo qualsiasi cosa dica e faccia. A me e a molti altri sembra invece un approccio ragionevole

    1. Come si fa a dimostrare di meritarlo se non giocano? Sono molti anche quelli che criticano la gestione di Messina quindi non fare la conta dei poveri!!

  18. L’anno scorso pensavo anche io che qualche minuto più o meno in campo ai senatori avrebbe fatto poca differenza mentre una buona posizione in griglia playoff ci avrebbe dato vantaggi organizzativi e psicologici. Avevo torto e lo riconosco, il campo ci ha detto che la freschezza conta più di tanti altri fattori, specie se hai un roster avanti con gli anni. Speriamo che la lezione sia servit, altrimenti sarà stato davvero solo uno scudetto gettato alle ortiche.

    1. Esatto ma non è ora che conta il minutaggio quindi non sono preoccupato per i 2 minuti concessi a Biligha o i 5 minuti ad Alviti perché in questo momento abbiamo problemi più contigenti. Certo se poi questo si protasse per il resto della stagione allora si che la lezione dell’anno scorso non è servita a nulla..

      1. non sapevo fossi protax——-PROTRAESSE, non avventurarti troppo nella jungla della declinazione dei verbi, poi ti perdi e chi ti viene a cercà? rimani a scrivere i tuoi “pensierini”, non ti allargare se no fai brutte figure…..

      2. Ma secondo te a me interessa quello che pensi te e i tuoi simili? Ma fammi il piacere 😂😂
        Cosa serve sapere la declinazione dei verbi se poi si è ipocriti come te che ancora una volta hai dimostrato la tua falsità perché eri uno di quelli che scriveva di non attaccarsi agli errori. Tipico di quelli che non sanno dove attaccarsi e si aggrappano a tutto. Saprai anche scrivere perfettamente e coniugare bene i verbi ma sei poveretto dentro 😏😏

      3. @Daniele, c’è un limite di tolleranza nello scrivere VACCATE formali e concettuali, avresti bisogno di un green-pass, ma per ottenerlo dovresti tornare a scuola a studiare, non a passare il tempo inutilmente come hai fatto evidentemente

      4. Poi sarei io quello logorroico e ripetitivo però mi sa che neanche tu sei da meno visto che ripeti sempre lo stesso concetto al quale io ti ho ribadito che a me non interessa. Mi sa tanto che a te invece serva il Green Pass di comprendonio 😂😂😂 però nel tuo caso non so se esista una scuola a tal proposito.

      5. Altro che rosiconi, fai ridere i polli per ciò che dici e per come lo scrivi, fossi in te mi trasferirei “armi e bagagli” su Sportando, dove si trovano commenti decisamente più al tuo livello

      6. Intanto mi leggi e molto anche molto attentamente 😂😂😂 è più facile che ad emigrare su Sportando sia tu piuttosto che io. Ti vedo un po’ nervosetto eh 😂😂😂

  19. Come dice Maggi nell’articolo di oggi, ci sono ora esigenze contingenti che giustificano minuti a datome o Tarcisio o altri x rodaggio.
    Troverei strani minutaggi così in future partite lba divano da fine ottobre in poi, a parte qualche hig match

  20. Alviti come Moretti, a veder le prime 3 partite “serie”, semi e finale di Scoppa e con Napoli, sembra di si, mentre con i bambini trevigiani aveva fatto la voce grossa…..e te credo!

Comments are closed.

Next Post

Napoli vs Olimpia Milano | L'ora del turnover. Tocca a Tarczewski e Grant

Palla a due alle ore 20 per Napoli vs Olimpia Milano, e per Ettore Messina è giunto il tempo delle scelte di turnover in LBA
Malcolm Delaney

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: