Buongiorno Olimpia | Ma l’Olimpia Milano non poteva agire su Nico Mannion?

E il tifoso di Olimpia Milano si chiede: non potevamo prenderlo noi? Insomma, Olimpia Milano non poteva agire su questo 20enne?

Nico Mannion è un giocatore della Virtus Bologna, credibilmente con un anno di contratto garantito, un’opzione di rinnovo e un NBA Escape nella prossima estate. E’ il colpo dei Campioni d’Italia che impreziosisce un mercato “mirato”, che accresce l’atletismo nel reparto lunghi senza dimenticare il talento sugli esterni.

E il tifoso di Olimpia Milano si chiede: non potevamo prenderlo noi? Insomma, Olimpia Milano non poteva agire su questo 20enne che tanto bene ha fatto in azzurro? Non era questo il volto giusto per rilanciare il pacchetto italiani?

Indubbiamente sì. Si poteva agire. Nico Mannion è uno dei massimi talenti del basket europeo, e dopo un’estate che ha riporto luce sul movimento, legare il suo destino a quello dei campioni d’Italia ha un risultato mediatico notevole, oltre che un impatto sul roster di Sergio Scariolo non da poco.

La Virtus Bologna rinnova Milos Teodosic e al tempo stesso getta le basi della successione (anche se la NBA resta opzione concreta), e con Alessandro Pajola accoppia presente e futuro del basket azzurro (e il presente non è poca cosa, anzi) dando lustro al suo marchio.

Perché Olimpia Milano non ha mai dimenticato i giocatori nostrani, ma certamente la Virtus ne individua una maggiore virtù, per sé stessa e per il suo progetto, anche se per strada ha lei stessa preso qualche scelta in controtendenza, come la rinuncia al nuovo ingaggio di Simone Fontecchio.

Poi, esistono le condizioni e le premesse. La Virtus Bologna trova il suo completamento, e al tempo stesso rianima una piazza che, dopo una festa scudetto attesa 20 anni aveva guardato con fiducia, ma spasmodica attesa, il dopo-Djordjevic. 

Nico Mannion, in una perfetta win-win situation, si ritrova con minuti, obiettivi immediati, attenzioni e una piazza importante in cui rilanciare le sue mire ai massimi livelli dopo una fiducia ad intermittenza da parte di Golden State.

L’Olimpia Milano cosa avrebbe potuto offrire? Visibilità e spazio in LBA, con scorci di Europa (oggi come oggi abbiamo un roster con 11 uomini 11 da EuroLeague): ipotesi allettante per un 20enne determinato ad accordi contrattuali a breve termine? A meno di metter mano agli status di Delaney e Rodriguez, idea azzardata che rasenta la follia, la risposta è quanto meno ammantata da un forte dubbio.

E allora, si provi anche ad allargare la visuale, ben sapendo che solo il campo potrà dare i suoi verdetti: nella retorica estiva che attribuisce all’estero il potere di rilancio del talento nostrano, in LBA tornano Nicolò Melli e Nico Mannion. Non male.

90 thoughts on “Buongiorno Olimpia | Ma l’Olimpia Milano non poteva agire su Nico Mannion?

  1. Per quale motivo mettere mano agli status di Delaney e Rodriguez sarebbe follia? Follia è avere sei italiani di cui 4 non hanno punti nella mani, Datome che ha evidenti limiti di tenuta su la stagione e Melli che ha già 30 anni. Se anche quest’anno Messina non vince lo scudetto riuscirà nell’impresa di essere il primo in tre anni da head coach Olimpia. Auguri.

    1. Sperando che quest’impresa basti per mandarlo a casa con tanti saluti.

    2. in questo momento, arrivando dalla finale scudetto persa in malo modo, è sicuramente sfavorito.
      Anche perché Milano ha perso due uomini chiave Punter e Liday,
      gli altri senatori hanno tutti un anno in più,
      e l’eurolega e’ molto faticosa.
      D’altro canto la Virtus invece, si è notevolmente rinforzata, ma il campo
      come sempre deciderà!!!

    3. Concordo al 110%. Non capisco la figura e il ruolo del greco in società pare non vi sia alcuna conoscenza del mercato e confesso che era una delle cose che più mi aspettavo da Messina. Polonara, Fontecchio e ora Mannion .. direi cecità assoluta o testardaggine a voler dimostrare di aver ragione a tutti i costi. Ma questo ci è già costato lo scudetto 2021. Ora ci manca ancora un sostituto segno di Shields (Hall??), un centro perché la stagione scorsa dice questo è Melli contro i Milutinovic o i Tavares poco avrà da fare anche se il greco potrà fare una mano. Considerando l’età del fantastico Chacho e di sua maestà Hines..be qualche pensiero lo farei anche perché con il Poz in panca i giovani
      Potrebbero guadagnarne. Dopo avere visto la squadra di Popovich (o Messinovich se si preferisce 😉), credo che qualcuno segua la stessa filosofia ma noi non abbiamo un Durant un Tatum o un Booker e abbiamo preso un Daniels fermo da quasi un anno .. un bell’azzardo direi. Speriamo che anche mediaticamente la società risponda adeguatamente .. e si che le liste dei Free agents e delle
      uscite dalle Università le abbiamo lette tutte no? Speriamo

      1. Conoscenza del mercato è sapere che esistono Fontecchio, Mannion e Polonara? Milano ha seguito il buon Nico, come un anno fa ha seguito Moretti. Fare il GM significa anche puntare sui Punter, sui LeDay, anticipare tutti su Shields, o muoversi sui giocatori presi quest’anno, chiudendo in fretta Melli.

    4. C’è un precedente: Peterson ci mise 5 anni ma con che risultati poi. Calmare l’ansia e far lavorare i professionisti sarebbe corretto.

      1. Lo ripeto, allora stiamo tutti zitti così non turbiamo l’ambiente, invece stai tranquillo che i professionisti di cui parli, ammesso che ci lèggano, fanno il loro dovere al di là delle opinioni dei tifosi, non farla più grande di quello che è, libero blog in libero stato

      2. Eh ma lui vive in un mondo tutto suo dove crede veramente che Messina staff tecnico giocatori e magari persino Giorgio Armani leggono le sue cazzate…

  2. Forse si poteva fare questo discorso prima di ingaggiare Grant. Si chiama programmazione.

    1. Onestamente che Mannion si sarebbe reso disponibile per l’Europa non era facilissimo da pronosticare fino a qualche giorno fa.
      Certo si sarebbe potuto comunque sondare come pare abbia fatto la Virtus da qualche mese.
      Grant non lo conosco e quindi non parlo ma Ruzzier Pajola e Mannion…niente male…
      Spero solo chee all’ultimo minuto arrivi almeno Tonut, ci costerà come Antetokounmpo ma renderebbe meno amara questa chiusura di mercato…

      1. Non è che si programmi solo in ottica europea, cerchiamo di non far diventare l’Eurolega una nostra ossessione perché il nostro primi obiettivo è vincere in Italia…

  3. Caro Maggi il tuo intervento non fa una piega. Letto con la mente aperta è condivisibile in toto. Certo che se chi legge è prevenuto verso questa dirigenza non ci potrà mai essere dialogo

  4. Mettere in dubbio un 35 enne e un maniaco dei social arrogante ed inutile sarebbe follia?

    1. Nel momento in cui Delaney, da ex NBA e giocatore di livello in EuroLeague, diventa un giocatore inutile che sta solo sui social no, si doveva prendere Mannion

      1. Basterebbe guardare cosa posta ogni giorno questo brotha decerebrato sui social per rispedirlo da dove viene,e prendere qualche slavo o qualche europeo con la testa sulle spalle.

      2. È questa l’opinione che hai di Delaney? Allora ha ragione Maggi non ci può essere dialogo.

  5. Non so se Virtus stesse sondando da qualche mese per Mannion, certo è che Mannion si va ad aggiungere a Teodosic-Pajola e Ruzzier, il che testimonia il fatto che Virtus sembra aver colto un occasione che si è prospettata andando ora ad affollare lo spot 1; dal canto nostro ci ritroviamo con un Rodriguez che ormai abbiamo capito che inizia a soffrire parecchio le difese asfissianti alla, per capirci, Pajola e il Delaney, giunto al suo ultimo anno in Europa, e che quindi non ha nulla da dimostrare e infatti nulla ci mostrerà (di buono) tralasciando l’aspetto comportamentale sul campo e quello social fuori, insomma non proprio una bella situazione per una società che, ad un certo punto della scorsa stagione, sembrava, in Italia, essere prima per distacco, poi è stata asfaltata in finale, e adesso si trova ad arrancare dietro le scelte azzeccate dell’acerrima rivale

  6. Datome ormai un derelitto.
    Melli ormai vecchio (30 anni)
    Rodriguez da bagina e Deleney ormai ex giocatore.
    Sul centro ne abbiamo solo uno decente ma vecchio.
    Etc etc…
    Speriamo di fare i playoff di campionato.
    Sulla Euroleague, che sembra non fregare a nessuno, arriveremo ultimi.
    Quindi mi sembra inutile discutere.
    Via questa dirigenza inetta che quest’anno non ha combinato nulla ( le F4 sono stare solo un colpo di culo) e buon ferragosto….attenti al sole che fa brutti scherzi

    1. L’unica riga che ha un senso logico nel tuo commento è l’ultima visto che a te il sole ha già fatto brutti scherzi 😂😂

    2. La tua puerile nenia va oltre il paradosso, tutte queste affermazioni messe in fila non rappresentano credibilmente il pensiero di qualcuno, ma è una rappresentazione macchiettistica che lascia il tempo che trova

  7. Penso che siano stati determinanti due fattori principalmente:uno – non si è voluto ripetere l’esperienza negativa fatta con Moretti che ha pesato certamente anche se il background di provenienza ed esperienza dei due giocatori è ovviamente diverso; due – non si è pensato che Mannion sarebbe tornato in Italia così presto dopo una stagione NBA discreta, in prospettiva per chi agisce sul mercato poteva essere una mossa da fare eventualmente il prossino anno. Ora mi sembra abbastanza inevitabile che arrivi Tonut a qualsiasi costo, Milano non può permettersi di perdere anche il prossimo campionato LBA. Per quanto mi riguarda ritengo Mannion il futuro del basket italiano e mi spiace sia finito a Bologna. Ma così è.

    1. Una società all’avanguardia come la nostra non si può permettere di non atare6sul pezzo e farsi scappare un giovane italiano di prospettiva come Mannion. E se per assurdo tu avessi ragione sul punto 1 è ancora più grave di quanto si possa pensare perché significherebbe non saper valutare un giocatore. Moretti era un azzardo che con il tempo si è dimostrato fallito e proveniva da un non campionato come la NCAA mentre Mannion viene dalla NBA ben altra cosa e questo il nostro coach che ha esperienze pluriennali come assistente in NBA dovrebbe saperlo…

  8. Chi dorme non piglia pesci. Mannion per la Virtus è la ciliegina sulla torta ma per noi era linfa vitale. Sembra che nessuno si sia accorto dei problemi della stagione scorsa. Rodriguez stanco morto, Delaney inadatto e Tarcoso sulle gradinate.

  9. Tifosi Olimpia siete da psicanalisi!!! sempre solo a criticare, gettare negatività, sperare nel peggio per poter dire lo avevo detto io…..
    Che tristezza, che assenza di empatia nei confronti della squadra che dite di amare!
    Leggervi è frustrante, mai un cenno di gioia, un complimento, un’ammissione di essere soddisfatti.
    Accetto il diritto di critica e ve lo lascio volentieri, io sono felice dei nuovi arrivi che giudicherò durante il campionato, sono soddisfatto del lavoro di Messina e dell’arrivo del Poz! Se Bologna ci batterà nuovamente farò i complimenti e continuerò a sostenere la mia Olimpia.

    1. Grazie HP mi sentivo solo anche se iellini ha fatto la sua comparsata. Credevo di essere finito 8n un blog di tifosi Virtussini

    2. Quello che dici è prodromico alle tue tesi, ma non è la realtà, qui si gioisce, ci si arrabbia, ci si lamenta, si è contenti o meno e lo si manifesta a seconda di ciò di cui si parla, del momento della stagione……certo, a te, forse farebbe piacere che ogni singola opinione e pensiero fosse improntato all’ottimismo senza se e senza ma, a dire che tutto va e andrà bene, se no sei un gufo di merda: in tal caso non ci sarebbe neanche la ragione di tenere in piedi un blog, laddove si confrontano idee e opinioni simili, uguali o contrastanti e contrapposte, anche perchè l’unanimismo a tutti i costi annoia, quindi, invece di criticare, apprezziamo la mutilateralità dell’espressione del pensiero, anche se critico e cerchiamo di arricchircene

      1. Critica costruttiva ben accetta Negatività distruttiva come questa non è libero scambio di opinioni. È imposizione del pensiero negativo unico che porta all’annullamento dei dialoghi . Insomma se per voi è tutta una merda è impossibile trovare un punto di intesa e per reazione mi, ci portate ed estremizzare i concetti in senso opposto.

      2. Tu non vedi critiche costruttive, vedi tutto nero, tutti nemici, ti vedi accerchiato e a quel punto…..la butti in vacca!

      3. La vacca l’avete portata voi fuori dalla stalla, chi sposta dal piano “avremmo potuto far meglio “all’affermazione “che cosa ti puoi aspettare da un’incapace? “siete voi.

      4. Ti ringrazio, ma quando rispondi a me dammi pure del tu e non del voi, te lo concedo e non travisare come tuo solito, mettendo in bocca ad altri cose che non hanno detto

      5. Fab per favore. Se leggi bene tutto quello che è stato scritto è già in atto il solito processo a Messina e soci.
        Quindi non arrampicarti sugli specchi della difesa del diritto di critica.
        Per carità un conto sono le opinioni un altro è essere prevenuti.
        Dopodiché mi spiace per Leday, mi spiace per Mannion che mi sarebbe piaciuto vederlo in Armani.
        Ma da qui a incominciare la litania della dirigenza incapace anche no.
        E siano ad un mese dall’inizio della stagione

      6. Ti dispiace per Leday? Chi l’ha mandato via la società o noi tifosi?

      7. Ti sarebbe piaciuto vedere Mannion in maglia Armani? Chi non ha saputo cogliere l’occasione? La società o noi tifosi? E credo che ormai tu sappia che chi decide all’interno della nostra società in ambito sportivo è il nostro caro coach nonché presidente operativo Messina

      8. Vedi @iellini, quello che per tua stessa ammissione, è un dispiacere, per altri diventa una critica esplicita, non sono posizioni troppo distanti, è solo un modo diverso di esprimere il proprio malcontento

    3. @HollywoodParty ci sono anche quelli come te che vedono sempre e solo positivo a prescindere senza mai avere un dubbio e anche nel caso in cui ce l’avreste siete subito pronti a giustificare qualsiasi scelta o decisione o azione della società. Mai a leggere “ops stavolta Messina ha proprio toppato” senza se e senza ma e a chi vi fa presente ciò voi rispondete con il solito ritornello del terzo posto in Eurolega dimenticandosi della debacle in LBA. Siete gli stessi che durante la stagione osannavate Leday (giustamente direi con il siparietto sullo zainetto) e che al momento del suo addio poiché scaricato dalla società l’unica cosa che ho letto il vostro dispiacere ma nessuna critica su tale scelta da parte del nostro coach nonché presidente operativo.

      1. Sono dei professionisti, sanno quel che fanno ed hanno le competenze e la responsabilità oggettiva del loro operato. Possono sbagliare sono esseri umani
        Non hai né le conoscenze né l’attitudine per quel mestiere, quindi
        non hai diritto di giudicare cose che a malapena capisci. Sbagli quando scrivi che io giustifico, al contrario di te non ho la presunzione di poter fare meglio di chi di quel lavoro ci vive e ha una carriera che pochi possono vantare.
        Tu prendi a pretesto qualsiasi notizia per infangare l’operato di uno staff che è stato giudicato idoneo e competente da uno dei più importanti gruppo industriale di successo mondiale.
        Prima di scrivere dovresti domandarti da dove viene e che giustificazioni ha tutto l’astio che riversi sulla persona di Messina.

      2. A parte che il mio messaggio era per @HollywoodParty e non per te a meno che non siete la stessa persona 😂😂 perché tu che conoscenze e che attitudine hai per cui tu puoi giudicare e io no? Mi conosci personalmente per giudicare le mie competenze o attitudini? Io non sono nessuno come altrettanto tu non sei nessuno e che ti piaccia o no io ho il tuo stesso diritto ne piu o meno di esprimere o giudicare. Per me ti puoi spacciare per chiunque perché in un blog online ognuno di noi si può vantare di essere chiunque.
        Io non prendo lezioni da uno come te che riesce a festeggiare una sconfitta come quella nella finale di LBA come se avessimo vinto 😂😂😂

  10. Faccio sommessamente notare che può anche essere che sia stato Mannion ad aver preferito andare a Bologna. Perché qua già si da degli incapaci ai dirigenti Olimpia, e siamo solo al 10 agosto…

    1. Rientra tra i compiti di un buon dirigente, se ci tiene a portare in porto l’affare, rendere la propria proposta attrattiva, tale da farsi preferire ad eventuali altre proposte…..e, vengo da te, magari l’Olimpia non ci ha proprio provato a firmare Mannion, tanto non ce lo diranno mai……

    2. Cap, parole sante.
      Se mai Mannion lèggesse questo blog, se ne starebbe lontano da Milano come il fuoco.
      L’ho già scritto, i primi ad avere davanti un lungo percorso di crescita prima di paragonarsi a Bologna sono i tifosi.

      Detto ciò mi dispiace che Mannion non sia dei nostri, ma l’insulto continuo (non la critica caro Fab) è nauseante.
      Io ho alcune critiche al mercato Olimpia ma perdo la voglia di condividerle…

      1. @Tom le tue critiche semmai veramente ci fossero sarebbero accompagnate dalle giustificazioni come sempre tuo solito.

      2. Se ricordate a Bologna è successo di molto peggio con allenatore esonerato e richiamato, Markovic ammutinato ecc. se Mannion si basasse sui giornali o sui social non sarebbe forse nemmeno a Bologna. Ha avuto una buona offerta, si è convinto di avere più chance di essere importante qui che inNBA e così ha accettato (mia ricostruzione). Bravo chi ha costruito un’operazione molto promettente (poi vedremo sul campo) chi non ci ha pensato o non ci è riuscito probabilmente non è altrettanto bravo a fare quello.

      3. Nella critica si pesano le parole e si valutano i pro e i contro. Il vostro atteggiamento è invece di condanna senza remissione di peccato

      4. Invece il tuo atteggiamento è quello di uno che vuole obbligare gli altri a pensarla come te ma fortunatamente non è così. È vero si dovrebbero valutare i pro e i contro proprio quello che non fai tu visto che per te valgono solo i pro 😂😂😂

    3. @Cap ovvio che potrebbe anche essere Mannion ad aver preferito Bologna perché magari sa che Messina non ha molta propensione a far giocare giovani italiani. Ma come ha scritto molto saggiamente Fab è una cosa che noi non potremo mai sapere..

      1. Dispiace dirlo ma è così, Milano cerca giocatori già pronti, non da spazio ai giovani per crescere. Quindi come hai scritto, potrebbe essere Mannion che ha preferito Bologna.

  11. A bocce ferme, mi pare un dato oggettivo che la dirigenza abbia operato male, poi potete chiamarla critica, lamentela, negatività o quel che volete ma la realtà non cambia. Ha perso due elementi fondamentali di quelle F4 che ricordiamo con orgoglio, uno pure pagandolo per andare! Ha perso una colonna dello spogliatoio come il prof rimpiazzandolo con uno mai visto in Italia ne’ in EL. Ha perso un gregario solido come Roll per un’altra scommessa, non ha preso un play italiano per sostituire Cinciarini (e Moretti) quando si sono mossi Ruzzier, Spissu e ora Mannion, con Delaney e Rodriguez spesso a corto di fiato. Ah certo, arriva Grant! Pare abbia offerto qualcosa a Kaleb per andarsene ma non abbastanza evidentemente e si tiene un giocatore sfiduciato dal coach presidente. Poi sono arrivati tre giocatori più o meno nello stesso ruolo, promettenti di sicuro ma uguali! Magari vinceremo tutto e mi scuserò per la poca fiducia ma se almeno venissimo da annate trionfali potrei concedere il beneficio del dubbio ma dopo 4 schiaffi in finale e innumerevoli buonuscite mi chiedo chi ci sta dietro la scrivania. Al momento mi sembra il bus dei fratelli Marx, ma da tifoso ho poco da ridere.

  12. Milano è una squadra dove giocatori giovani possono crescere? probabilmente no. Fontecchio l’ha dichiarato quest’estate “a Milano non avrei mai avuto lo spazio per crescere,” anche Moretti ne sa qualcosa visto che non ha mai toccato campo ma sono sicuro che ora farà bene a Pesaro. Mannion ha fatto bene ad andare alla Virtus, società che ha dimostrato di investire molto più sui giovani come dimostra la crescita di Pajola.

  13. Negli anni ’80 non c’erano i social ma i discorsi tra tifosi erano sempre gli stessi. Si svolgevano per lo più nella secondaria del pallido o al bar di piazza Stuparich c’era chi odiava Peterson e voleva licenziarlo in tronco e chi credeva in lui e nel suo operato aspettando con pazienza i risultati. La differenza era che ci si diceva in faccia tu non capisci niente e nessuno usava la violenza verbale che a volte qui ritrovo.

    1. La violenza verbale di cui parli appartiene anche a te ed è inutile che ti vuoi spacciare per quello puro e casto che non sei 😏😏

  14. Vedi Fab quando dico dispiacere esprimo un sentimento più che un giudizio tecnico. Sono conscio dei miei limiti e sopratutto so di non avere tutti gli elementi per dare giudizi assoluti.
    In più il tifoso come diceva qualcuno giudica a bocca ferme fuori da ogni contesto reale, mentre le decisioni vengono prese in itinere.
    Quindi molte, come dici tu opinioni, sono accettabili ma irrealistiche.

    1. La soluzione c’è: chiudiamo tutto e ripartiamo a bocce ferme come dice orlando dalla secondaria del Forum ( col cazzo, perchè credo che non facciano entrare i curiosi), ma sappiamo che per fortuna o purtroppo indietro non si torna

      1. Ti sbagli fab a quei tempi proprio Peterson chiese alla dirigenza di accettare la presenza dei tifosi agli allenamenti purché non facessimo casino ma molti erano più vicini alla squadra. Oggi credo non sia più possibile per le norme si sicurezza e per l’intemperanza dilagante ma allora ….

      2. Sorry sono disattento tu parli del forum e li non entri se non sei sulla lista. I beg your pardon

  15. CMQ fonte “Backdoor podcast chat” Mannion dovrebbe prendere sui 800K a stagione, buyout escape 2022 solo per NBA a 1M

  16. non ho letto tutti i commenti sopra ma, perdonatemi, erano tantissimi e molti non parlavano di basket ma di ripicche personali. Il mio umile pensiero. Mannion resterà in Italia un solo anno, poi tornerà in nba. Non è dunque l’uomo sul quale costruire il futuro, anche se averlo contro per un anno non mi fa piacere, visto che deve maturare ma è un buon giocatore.

    Abbiamo perso un paio di buonissimi giocatori ma ne abbiamo presi almeno un paio di ottimo livello (il greco e Niccolò). Abbiamo fatto qualche sostituzione con giocatori già rodati, che potrebbero darci molto (l’anno scorso Shields, Punter e Leday, che potevano essere quasi delle scommesse – magari non il primo). Da come hanno reso questi tre si è visto il lavoro di chi in società cerca i talenti. Il pacchetto attuale mi sembra equilibrato per affrontare con buoni risultati l’eurolega, pur sapendo che ripetersi ai livello dello scorso anno non è facile e dipende anche da altri fattori che non si possono controllare (infortuni, rendimento degli avversari, ecc.).

    i miei dubbi sono dunque sul campionato italiano, proprio dove lo scorso hanno abbiamo pagato caro (troppo) alcune scelte nel coinvolgimento dei giocatori nostrani e la inevitabile stanchezza di fine anno conseguente allo scarso utilizzo di alcuni elementi. Torno a ribadire quanto già scritto in altro post: arrivasse Tonut, sarebbe probabilmente uno scenario differente. Magari in società stanno lavorando ancora e alacremente per questo arrivo.

  17. Come già ben detto da Di.Me Mannion non è un prospetto sul quale investire. Avercelo contro per un anno non sarà una passeggiata come ha dimostrato all’olimpiade il ragazzo sa giocare eccome e proprio per questo oltre alla giovanissima età che per me è un predestinato NBA.

  18. Ora per giustificare la mancata presa di Mannion si sostiene che lo stesso non è un prospetto sul quale investire ma nessuno ha la sfera di cristallo per prevedere il futuro. Bologna ci ha puntato senza badare ai rischi per vincere subito cosa che avremmo dovuto fare noi e d’altronde Milano non è una piazza ideale per i giovani italiani perché quanti ne abbiamo bruciati e poi esplosi altrove? E ancora di più con l’attuale coach che non è propenso a farli giocare e si è visto in questi due anni di gestione.
    Ah dimenticavo bisogna dare atto all’attuale coach/presidente operativo di aver fatto un investimento per il futuro, peccato però che è un non giocatore quale è Moretti..

  19. Ma il fatto è che non si può leggere che Messina e soci siano degli incapaci perché non hanno preso Mannion.
    Ci hanno sicuramente provato, però poi vengono fatte delle valutazioni da entrambe le parti. L’Olimpia vuole un giocatore che si sa già tra un anno tornerà in nba? Mannion viene in una società che non può garantirgli tanti minuti dato che siamo a metà agosto e l’Olimpia il mercato l’ha forse terminato già da tempo e nel ruolo di Mannion ha già giocatori importanti da far ruotare? L’Olimpia ha possibilità di dare a Mannion i soldi che chiede, oppure il budget impone di arrivare ad offrire non più di tot?
    Cioè pure a me sarebbe piaciuto vedere Mannion a Milano, ma se così non è stato è perché evidentemente le valutazioni delle parti han portato a prendere decisioni differenti.
    Ma non c’è alcuna incapacità dei dirigenti come invece tocca leggere, cavolo, che poi non stiamo parlando di Michael Jordan libero sul mercato e da non lasciarsi sfuggire ad ogni costo…
    Un conto è la discussione ed il confronto, con esposizione del lato positivi e negativi del mancato acquisto, un conto è “Messina incapace e Christos vattene” che sono sparate fuori luogo

    1. Ma altrettanto non è logico leggere sempre spiegazioni per cercare di giustificare qualsiasi scelta dei nostri dirigenti invece di muovere critiche. L’anno scorso si è puntato su Leday Punter e Shields ebbene vinte tutte e 3 le scommesse cosa fa Messina? Manda via due certezze come Punter e Leday per aggiungere altre 3 scommesse. Io mi ricordo ancora quando qualcuno all’arrivo di Messina scrisse che con lui si apriva un ciclo e che il mantra della nuova società sarebbe stato quella della continuità invece erano solo belle parole non supportate dai fatti che dicono esattamente il contrario visto e considerato che in due anni si è messo mano al roster in maniera viscerale. E poi ti ricordo che veniamo da una sconfitta senza precedenti in LBA e quindi uno si aspetta che si impara dagli errori commessi invece al contrario mi sembra che stiamo ripetendo gli errori del passato.

  20. Credo che tutti alla notizia di Mannion alla Virtus abbiamo rosicato un po’. E dati i contratti annuali e biennali che si vedono in giro, difficile parlare di prospettiva. A livello di italiani è sicuramente uno dei migliori, non averlo dispiace assai, tanto più che è finito alla Virtus.

    Credo che tolto Zacca, nessuno di noi possa criticare il mercato in uscita. Possiamo aver nostalgia del Prof, aver paura che i sostituti di Punter non siano all’altezza (ma anche la conferma di Punter a quel livello potrebbe essere un’incognita), ma tutto sommato sono scelte abbastanza comprensibili e logiche. Gli altri sono fuoriuscite che non intaccano in “core” del roster e sono tutte corrette (nonostante a me piaccia Brooks, ma non si può negare la brutta annata e probabilmente il non feeling con Messina).

    Messina già lo scorso anno ci ha abituati a costruire presto il suo roster e credo che chiunque prenda questa decisione, sappia già che perderà qualsiasi opportunità in tarda estate. Scelta per non rimanere col cerino in mano, che ha pro e contro.

    A me del mercato in entrata piace molto il pacchetto lunghi (Mito potrebbe essere un crack, Melli è una certezza, Ricci un’addizione oltre le statistiche e fondamentale in Italia), la scommessa Hall (da quanto leggo come caratteristiche, non l’ho mai visto) e mi intriga Grant.
    Mi lasciano perplesso Daniels e Alviti, ma vedremo.

    Secondo me abbiamo un ottimo roster, a cui manca un italiano tra i piccoli. Da capire quanto ci si può spendere e se c’è davvero l’intenzione di fare un’altra aggiunta. Io la farei.
    Inoltre un ritorno a buoni livelli fisici di Datome (grande punto di domanda) potrebbe essere la chiave di volta della stagione.

    1. Quale mercato dei lunghi? Potrei capire se avessimo acquistato un mix di ali forti e centri ma qui gli unici acquisti riguardano le ali forti infatti ore ne abbiamo ben 4..

  21. La domanda è:
    La proprietà da la priorità alla F4 o al campionato? La proprietà preferisce vedere il marchio vincente a Mosca e Barcellona oppure a Brindisi e Cantù.
    Cosa sceglierebbe la società che fa parte del gruppo di quelli che vedono in prospettiva un campionato europeo stile NBA.
    E poi i tifosi, che vogliono tutto, il palazzetto le riempiono con l’Eurolega o contro le squadre di provincia.

    Già questo denota una differenza fra Olimpia e Virtus e spiega alcune scelte e la velocità nel farle.

    Vedremo se le “scommesse” fatte su play e guardie pagheranno. Chi da già giudizi è in malafede. Le scommesse si sono fatte due anni fa con risultati negativi e sono state fatte l’anno scorso con ottimi risultati. Sono state fatte dalle stesse persone quindi ne geni ne idioti.

    La polemica su Mannion è incredibile.
    E non mi venite a dire che si tratta di un crack anche se a me piace. Anche questa è una scommessa, bravi quelli della Virtus ma non mi sembra che ci fosse la coda per prenderlo.

    Quindi usare Mannion per attaccare la società è la solita solfa.

    1. Se la società nella persona del Presidente Operativo e del Coach desse la priorità alla F4 come tu vuoi far intendere perché smantellare una squadra che è arrivata fino a li e sostituire due scommesse vinte con altre scommesse che come hai precisato sono andate male il primo anno e bene il secondo? Se vuoi rimanere a quel livelli che si è raggiunto faticosamente devi avere continuità e non cambiare quasi mezzo quintetto titolare con scommesse perché altrimenti riparti da 0 con tutti i rischi del caso.
      Cmq che si vince a Barcellona o a Mosca o a Brindisi o a Cantù poco importa a me interessa portare trofei a casa e non veder festeggiare gli altri.
      Le scommesse di quest’anno sono state vinte però non direi con ottimi risultati visto che non abbiamo centrato il primo obiettivo societario che era lo scudetto e questo non lo dico io ma la società stessa.
      Che Mannion potrebbe essere un crack ci sta sulla carta perché ha già una discreta esperienza alle spalle nonostante la giovanissima età e in nazionale alle Olimpiadi ha dimostrato il suo talento. Però ti capisco visto che ti eri abituato a Moretti che l’anno scorso di questi tempi festeggiavamo per averlo soffiato alla Virtus perché pensavamo che potesse diventare un crack.

    2. E ti voglio aggiungere solo una riflessione. Il primo anno come anche tu hai ammesso è stato sbagliato il roster e ci sta che nel secondo anno cambi tutto, nel secondo anno indovini quasi tutto e riesci ad arrivare ad un traguardo storico come le F4 e cosa fai? Invece di premiare chi ti ha aiutato ad arrivare a quel risultato tu li mandi via per poi scommettere su 3/4 incognite?

      1. 73 commenti su Mannion alla Virtus.
        Più dei commenti per una partita vera, che sia una vittoria di prestigio in EL o la sconfitta con la Virtus.
        73 commenti!

        Non ho altro da aggiungere.

      2. Per colpa tua ora sono 74 con il tuo e 75 con il mio 😂😂😂 e cmq capisco che mi vuoi bene (per usare un eufemismo) però mi dispiace farti notare che non sono tutti miei e quindi non comprendo il perché lo vieni dire a me quando c’è anche qualche tuo amico che non è da meno anzi. Certo che quando non hai argomenti da esibire ti aggrappi a tutto forse avresti già dovuto iniziare a non aggiungere altro non scrivendo questa ennesima cavolata.

  22. Punter non ha voluto restare. Non è certo colpa di Messina! Voleva più soldi di quelli disponibili per lui. Fine. Stop. Leday è stato sacrificato per l’affare Melli. Giusto? Non so. Niccolò ha ancora qualche anno di carriera davanti e può fare la differenza in Italia e in Europa. Prendere uno così è per vincere subito, come qualcuno reclama.
    Vlado era al capolinea, almeno per il livello EL. Spiace averlo visto andare via ma abbiamo già un valido sostituto, un certo Shields. Preso lo scorso anno. Questa si chiama programmazione, credo.

    Ci mancava un lungo forte: non sono riusciti a trovarlo, vuoi per budget, vuoi per mancanza di giocatori di livello. E allora dentro un greco di 210 cm e uno come Melli. Non sono centri di ruolo ma hanno mobilità, stazza, tiro da fuori e qualche minuto importante da 5 lo possono dare. Scelta tecnica, dunque. E alla fine abbiamo anche Tarczewsky, nel roster.

    Via il Cincia, via Moretti (che probabilmente non è va stata una scommessa vinta), via Brooks, deludente nell’ultimo anno. Dentro Ricci, dunque. E poi Alviti. A conti fatti ci manca un piccolo italiano che possa garantire 15-20 minuti. Da qui il sogno Tonut.

    Insomma: squadra certamente rifatta, ma a volte per esigenza, a volte per scelta tecnica o tattica. Mi sembra che un’idea dietro ci sia. Troppe scommesse? Speriamo di vincerle!
    Ricordo che spesso quelli che non rendono sono giocatori che scommesse non sono (Goudelick, Marshoon Brooks, Fotsis, per fare alcuni nomi del recente passato). Vale a dire: tutti, in fondo, sono un po’ a rischio. A meno che non ti chiami Veseley, Pangos, DeColo o Dunston. Ma per questi nomi ci vogliono tanti, tanti eurini.

    Godiamoci il brivido di scoprire se i nuovi arrivi saranno all’altezza e godiamoci ciò che fi buono arriverà.

    1. Solo una precisazione: tutto si può dire ma tranne che questa si chiama programmazione..
      PS..ora hai fatto arrabbiare Tom in qualità di contamessaggi perché per colpa tua siamo arrivati a 77 😂😂😂

      1. Rileggi bene, please. Ho citato la programmazione per il duo Micov-Shields
        Poi, vedila come vuoi.
        A parlar bene o male, basta poco.

      2. Per programmare l’uscita di Micov non ci vuole una laurea vista e considerata la sua età. Anzi farebbe meglio a iniziare a pensare al rinnovo di Shields in anticipo e non aspettare che gli scada il contratto per farcelo scappare. Questa si che si può chiamare programmazione..

    2. @DiMe, tutto ciò che dici è puro esercizio di stile ( il tuo, appunto: DiTe), very politically correct, ovverossia, come mettere il cappello ad una discussione, un cappello per me ultra diplomatico, non condivido, ma apprezzo il tuo impegno, sei coerente con il tuo stile da “moderato” del blog, un pò cerchiobottista

      1. Lo prendo come un complimento 🙂

        Però credo davvero di dover dare un po’ di fiducia al nuovo progetto che, a parte il pacchetto “italiani” un po’ incompleto, mi pare quanto meno sensato.

    3. Secondo me quella del lungo è una scelta tecnica e tattica. Non prendi Mito a 900k e Melli a 2M a inizio mercato (quindi operazioni studiate e portate avanti da tempo) perchè non hai individuato obiettivi ok in posto 5. Ne hai individuati, da sostituire a Tarci a certe condizioni economiche, non verificatesi, ma non era ritenuta una priorità.
      Avrà ragione? Forse. L’unica cosa certa è che debba perseguire la sua visione di squadra e di gioco e non quella di tifosi o addetti ai lavori.
      Il tempo dirà.
      ps. anche Pangos (al Barca non un crack) o Vesely (infortuni) si portano dietro dei rischi. Messina si è preso i suoi dove ha ritenuto più opportuno.

      1. Mito e Melli certo che li prendi se decidi di mandare via Leday e Brooks: via Leday entra Mitoglou via Brooks entra Melli uno straniero per uno straniero e un italiano per un italiano quindi come puoi notare non c’entra nulla con la questione di centro. Poi certamente lui perseguirá con la sua visione di squadra come giusto che sia visto che prende due stipendi per questo o uno che vale per due ruoli e a fine anno vedremo i risultati in LBA e se il terzo posto in Eurolega di quest’anno è stato un fuoco di paglia o no.

  23. Se un’operazione di mercato di Bologna scatena tutta questa catena di commenti, evidentemente avevamo tutti noi qualcosa da dire che ci siamo tenuti dentro un po’ . Gli amici che hanno maggiormente difeso la società, pur tenendo fede alla linea, non nascondono il loro stupore per alcune scelte tipo LeDay e concordano che i nuovi, a parte Melli e forse Ricci almeno inLBA, siano delle scommesse. Dire che anche Mannion è una scommessa, ci può stare, ma suona come la volpe che dice che l’uva non è matura. Punter LeDay e Shields li avevamo già visti e si sapeva che potevano fare bene, poi ovviamente ci sta tutto. E comunque puoi azzeccare una scommessa o due, non quattro! Chi come me è più critico verso questo progetto, ha avuto sul piatto d’argento tanti spunti a supporto della convinzione che a livello dirigenziale non ci siamo.

  24. Alcune domande su Mannion a cui bisognerebbe dare una risposta prima di emettere sentenze che sono una cosa diversa dalle opinioni.
    Come mai Golden State non ha confermato una giovane promessa?
    Come mai non c’è stata una lega NBA che l’ha preso per un pezzo di pane?
    Come mai Obradovic e vari allenatori dell’Eurolega se lo sono fatti scappare?
    Come mai il suo manager non si è preso qualche giorno per valutare le offerte o proporlo in Eurolega?
    Avete delle risposte ?
    La risposta la Virtus è stata veloce non mi sembra spieghi molto

    1. Golden State potrebbe aver preferito fargli fare esperienza giocando con continuità considerata la sua giovane età piuttosto che relegarlo in panchina visto che da loro è chiuso e cmq ne detiene ancora i diritti per cui vuol dire che ci crede in questo giocatore.

      Può essere una scelta dei Golden State quella di non darlo ad un altra franchigia.

      Nessuno di noi tifosi può sapere se il suo manager ha ricevuto offerte da altre squadre europee come non è detto che debba piacere a tutti gli allenatori.

      Altrettanto non possiamo sapere se il suo manager ha aspettato prima di firmare con Bologna.

      Le uniche certezze sono che come ha detto Baraldi loro ci hanno creduto e hanno imbastito una trattativa in silenzio mentre noi ce lo siamo fatti scappare. Punto.

    2. Come non è da escludere due ipotesi:

      1) che Mannion a fronte di un eventuale interesse sia da parte nostra sia da parte di Bologna ha preferito quest’ultima perché gli può garantire maggiore spazio e visibilità visto che il nostro coach non.ha una certa propensione nel far giocare con continuità un giovane (il cado Moretti insegna);

      2) che la nostra società non fosse proprio interessata al giocatore..

    3. Se il tuo quesito fosse stato posto 2 mesi fa io non saprei che dire; ora, però che tutti l’abbiamo visto nel preolimpico e alle Olimpiadi un opinione, almeno io, me la sono fatta: Mannion è giocatore, considerata l’età, di grande personalità con un primo passo fulminante e gambe esplosive, possiede propensione alla difesa, tutto suscettibile di miglioramento ad iniziare dalle scelte offensive su quando scaricare palla o tirare. Per essere un giocatore franchigia che sposta “deve” obbligatoriamente mettere a punto un tiro da 3 credibile, cosa in cui attualmente pecca, però le premesse affinché diventi un grande giocatore ci sono tutte, anche in NBA? Beh là è tutto un altro paio di maniche….

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano vs Virtus Bologna | Qual è il pacchetto italiani migliore?

Dopo la firma di Nico Mannion con la Virtus Bologna, torna d’attualità il rapporto tra i due maggiori club nostrani. E tra gli italiani
Nicolò Melli Milano

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: