Soldi o prestigio europeo? Kevin Punter: Non chiedetemi un cazzo. Lasciatemi stare

Kevin Punter non affronta la discussione su Twitter: Non ho interesse a confrontarmi con persone che non conosco

Giorni fa, ve ne avevamo parlato, su Twitter si era scatenata una discussione sul fatto che, per molti giocatori americani, conti di più la dimensione dell’ingaggio rispetto all’importanza della coppa europea.

Al confronto aveva preso parte Malcolm Delaney, e Kevin Punter era stato chiamato in causa, avendo rinunciato ad EuroLeague dopo la sua miglior stagione in carriera per firmare in EuroCup con il Partizan.

Abbastanza netta la risposta di KP0: «Non mi interessa parlare con persone che non conosco, quindi non chiedetemi un cazzo e lasciatemi in pace».

6 thoughts on “Soldi o prestigio europeo? Kevin Punter: Non chiedetemi un cazzo. Lasciatemi stare

  1. Sul tema non bisogna essere farisei: che ad un americano, cui non frega un cazzo dell’europa, ma vede l’approdo nel nostro continente unicamente come prosecuzione della propria professione, badi al so(l)do strappando contratti sempre più munifici non ci deve stupire e tanto meno scandalizzare, però, se sei su un social come Twitter, devi accettare il confronto con quelli che non conosci: fa parte di quel “giochino”.

    Maskerina Punter, se vuoi star da solo, togliti da Twitter, ma anche a te il giochino piace…..

    1. Da italiano emigrato in USA e che lavora nel settore sportivo professionistico, applauso al tuo commento. Fondamentalmente hai ragione, in media l’Europa e’ vista come un “filler” (tappabuchi) dove l’aspetto finanziario conta per il 75%, nella speranza di un ritorno a casa. Quando il ritorno a casa (leggi NBA) diventa improbabile, spesso il giocatore massimizza i guadagni di breve. Il che rende la difficile gestione personale oltre a fare infuriare i fans locali. Punter pessimo carattere dimostrato fin qui.

  2. Magna tranquillo Kevin, non abbiamo domande da porti.

  3. Mi sembra più elegante il post di Delaney. La cosa più importante per il giocatore americano è “Feed the family”. In tal senso è meglio guadagnare 800k Euro giocando la Champion che 850K Euro a stagione giocando l’Eurolega. Punter è stato punto sul vivo e ha reagito in modo impulsivo, ma i soldi presi dal Partizan a Milano non glieli avrebbero mai dati. Per le squadre c’è il budget di spesa, per i giocatori americani la carriera serve per apparecchiarsi un post carriera benestante, una volta tornati negli Usa.

Comments are closed.

Next Post

Dinos Mitoglou: Lo Scouting Report di Fabrizio Lorenzi sul “Greek Deac”

Dinos Mitoglou scouting report. Prosegue il nostro viaggio nei nuovi acquisti di Olimpia Milano con Fabrizio Lorenzi di Repubblica
Dinos Mitoglou Scouting Report

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: