La Gazzetta: Ora Milano ha paura. Quale turnover per Ettore Messina?

Alessandro Maggi 8

Vincenzo Di Schiavi, su La Gazzetta dello Sport, presenta gara-3 di questa sera tra Olimpia Milano e Virtus Bologna

Vincenzo Di Schiavi, su La Gazzetta dello Sport, presenta gara-3 di questa sera tra Olimpia Milano e Virtus Bologna. Ecco alcuni passaggi del suo pezzo dal titolo: «Hines in affanno, Delaney ko. Italiani in crisi, Milano ha paura».

Al suo posto (di Delaney, ndr) verrà ripescato uno tra Roll e Micov: il primo è più utile tatticamente, il secondo più impattante. Senza Delaney serve unvice Rodriguez e Roll ha già tamponato l’assenza di Malcolm in stagione con risultati tutto sommato accettabili. Il serbo invece, per talento, leadership e letture, è uno dei pochi capace di innescare un cambio di passo generale.

Altro dilemma: giocare o meno la carta Tarczewski, per aumentare il tonnellaggio e togliere un po’ di pressione sul perimetro. Al momento LeDay, come Rodriguez, Punter e Shields, è intoccabile, mentre Hines pare accusare le 90 partite di una stagione sfibrante. Ma una staffetta del genere sembra anche molto rischiosa e difficilmente Messina rinuncerà alla sua guida morale in campo. Possibile invece un maggior coinvolgimento di Wojciechowski, da troppo tempo seduto

Jeff Brooks sta praticamente vivendo queste finali (e non solo) da turista. A tenerlo ancora nei ranghi è il suo passaporto italiano che, molto probabilmente, a fine stagione non lo salverà da un divorzio ormai scritto e giustificato. Cinciarini e Wojciechowski, al momento, fanno numero e basta.

8 thoughts on “La Gazzetta: Ora Milano ha paura. Quale turnover per Ettore Messina?

  1. L’assenza di Delaney non può che farci bene perché la sua presenza nelle 8 partite dei play-off di LBA (a parte un match con Venezia) è stata più deleteria che utile alla nostra causa. Non tutti i mali (il suo infortunio) vengono per nuocere..

    1. La sua assenza è deleteria parimenti alla sua presenza deleteria perchè nel ruolo non c’è un alternativa, ma un succedaneo e il Chacho spremuto non regge il giuoco, ma sta al giogo…..

      1. Alla sua assenza puoi sopperire con Moraschini che non può far peggio del Delaney attuale…

      2. No dai, Moraschini sottoposto con continuità alla “cura” del pressing degli indemoniati Virtussini vuol dire una sola cosa: palle perse, cosa nella quale già stiamo eccellendo

      3. E allora non resta che inserire Roll che l’ha già sostituito durante la stagione. Anche perché cmq è infortunato e giocoforza lo devi rimpiazzare con qualcuno..

  2. “Jeff Brooks sta praticamente vivendo queste finali (e non solo) da turista. A tenerlo ancora nei ranghi è il suo passaporto italiano che, molto probabilmente, a fine stagione non lo salverà da un divorzio ormai scritto e giustificato.”..parole sante visto e considerato che rispecchia il mio pensiero e che ho ripetuto un miliardo di volte e che continuo a ribadire..

  3. L’Olimpia non ha paura di nessuno. Vinca o perda queste finali ha realizzato una stagione, ancorché incompleta, meravigliosa.Vincenzo, Daniele, Gaetano e @fab, la partita finisce quando l’arbitro fischia e alla Vitus mancano 80 minuti al traguardo+ eventuali OT. a noi ne mancano 160, vero ma mai darci per battuti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Pier Ferdinando Casini: Milano è stata disastrosa, Virtus avanti così

Pier Ferdinando Casini, ex presidente della Camera dei Deputati, lancia la sua visione di tifoso Virtus Bologna dalle colonne de il Carlino
Pier Ferdinando Casini

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Sandro Gamba
Sandro Gamba: Non è il momento decisivo. Di più. Tirar fuori quello che c’è. Adesso

Sandro Gamba firma su Repubblica-Milano il suo editoriale «Tiro Libero» nel momento più drammatico della stagione

Chiudi