Dan Peterson: La Superlega? So distinguere il letame dal cioccolato

Editoriale durissimo per Dan Peterson su La Gazzetta dello Sport in merito al tema Superlega. Ecco il passaggio chiave

Editoriale durissimo per Dan Peterson su La Gazzetta dello Sport in merito al tema Superlega. Ecco il passaggio chiave.

Per fortuna è saltato tutto. Fortunatamente il progetto Superlega è saltato… In questi giorni abbiamo sentito Florentino Perez dire che volevano salvare il calcio con la Superlega, che avrebbe “fatto bene a ogni livello”. 

Mi perdoni, señor presidente, sarò americano e avrò pure 85 anni, ma riesco ancora a riconoscere la differenza fra il letame e il cioccolato. Lo sport è lealtà, memoria storica, tradizione. 

Si chieda come mai tutto il mondo del calcio si è unito contro di lei e la “sporca dozzina”, come l’ha definita l’Uefa. Volete la Superlega? Potete farla, ma senza spacciare l’egoismo per altruismo, il cinismo per pietà, l’avidità per generosità.

8 thoughts on “Dan Peterson: La Superlega? So distinguere il letame dal cioccolato

  1. Mahh, lo sport è lealtà, memoria storica tradizione….
    Peterson, con tutto il bene che ti voglio, di quale sport parli ? Quale lealtà ?

    Gli sportivi e le persone leali giocano ad armi pari, ti sembra che Cagliari e La Spezia giochino ad armi pari con la Juventus o il Milan ?
    Da quanti decenni una provinciale non vince più uno scudetto ? Se una provinciale forma un campione lo tiene per cercare di vincere o lo cede alle squadre più ricche ?
    Lo sport, caro Peterson è rimasto al campetto quando noi ragazzini facevamo la conta per chi doveva scegliere per primo e poi si sceglieva un giocatore a turno.
    Non hai la percezione che anche oggi l’egoismo, l’avidità e il cinismo fanno parte di questo mondo ? Superlega o no, si tratta solo di stabilire quale soggetto si mangia la tortae forse ha vinto il più forte.
    Le tue morali al giorno d’oggi non hanno nessun senso e sono macchiate perlomeno da una buona dose di ingenuità.

    1. Anche io sono tra quelli contrari alla Superlega nel calcio perché per me tutte le squadre europee devono avere il diritto di sognare di partecipare e di vincere la coppa più prestigiosa anche se poi in realtà vince sempre una società piena di soldi (e di debiti direi ma questo è un altro discorso). Però leggendo il tuo commento non posso obiettare alle tue osservazioni che non fanno una piega. Questo mi fa riflettere.

  2. Perché quando dopo la conta sceglievi chi stava in squadra con te prendevi una schiappa perché era tuo amico, e sono sicuro che a volte lo hai fatto, oppure chi sapevi essere il più forte?

  3. in Serie A negli ultimi 30 anni hanno vinto 5 squadre il campionato. L’ultima squadra che non si chiami Inter, Milan o Juventus lo ha vinto VENTI anni fa. Mi ha fatto parecchio ridere leggere “eh ma il calcio è merito, così pensano solo alle squadre che hanno soldi”, come se non fosse già così.

  4. Mia opinione personale: la Superlega sarà il futuro del calcio professionistico, come un EL ampliata sarà il futuro del basket professionistico. Si tratta solo di spartire i soldi che ne deriveranno, e qui casca l’asino. I 12 del calcio volevano farsi un torneo per i fatti loro e questo non è andato giù a Ceferin e compagnia, che ai soldi sono molto attaccati. Se i 60 miliardi proposti da JP Morgan per un contratto pluriennale per la Superlega fossero finiti in parte dalle parti della FIFA e UEFA state certi che il progetto sarebbe stato molto interessante e degno di approfondimento.

  5. Peterson ha una visione romantica che non mi sento di contestare, anche se devo dar ragione a quelli che, qui sopra, sostengono che ormai i soldi la fanno da padroni, che sia l’odiato calcio, il basket o la pallavolo.
    Credo anche io che a tendere la superlega verrà costituita. Per ora uefa e fifa si tengono la gestione dei soldi ma forse è il momento per riscrivere le regole, soprattutto del fair play. In fondo, squadre come il Real, possono partecipare alla chpions nonostante abbiano più di qualche problemino di bilancio .
    Insomma: non è che attualmente l’elite non vi sia. Semplicemente è camuffata sotto magheggi di bilancio.

    Io torno a Dan Peterson e continuo a preferire il lato romantico dello sport, finché ne vedo un po’.

  6. @Orlandoilrosso Smetto ora di ridere. Possibile che tu non capisci mai e mantieni sempre la solita tracotanza ?! Sto dicendo che si sceglieva una volta a testa e le squadre venivano “bilanciate”.

  7. Guardate che coach Peterson e’ tutto fuorché romantico. Piccola curiosità : i tifosi che si sono arrabbiati di meno sono quelli di Inter e Milan, effetto Euroleague?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Andrea Trinchieri: Doloroso il ko in gara-1, ma teniamo le cose positive

Andrea Trinchieri presenta così gara-2 Olimpia Milano vs Bayern in programma alle ore 20.45 al Mediolanum Forum d’Assago
Andrea Trinchieri Olimpia

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Olimpia Milano, le immagini dello shootaround mattutino

Shootaround mattutino in casa Olimpia Milano in vista della gara di questa sera con il Bayern. Si va verso i...

Chiudi