Fenerbahce vs Olimpia Milano | Le Pagelle di ROM

Le pagelle di ROM dopo il bel successo in Fenerbahce vs Olimpia Milano. Mvp Zach Leday, ma Jeff Brooks è dominante

Punter 6.5 – Guada la partita senza fretta, con un paio di volate in transizione e buona attenzione difensiva. In controllo.

LeDay 8 – 25’ con la mano calda. Bollente. 15 punti, 3/5 da 2, 3/5 da 3, 7 rimbalzi e 20 di valutazione.

Micov 6.5 – Passi in avanti, soprattutto in attacco. 7 punti in 20’ con 1/1 da 3.

Moraschini sv

Roll ne

Rodriguez 6.5 – 15’ per ripartire, è nel “quintettone” performante del primo tempo. Chiude con 4 punti e 4 assist.

Tarczewski 6.5 – Parte con due falli, ma anche un jumper e tiro libero non male. Chiude la gara con una schiacciata, 5 punti e 4 rimbalzi.

Delaney 6.5 – Come spesso capita in gare come queste, non forza e gioca al piccolo troppo senza eccedere. 7 punti e 4 assist.

Shields 6.5 – Gara molto essenziale, 10 punti e 2 rimbalzi con 3/5 dal campo. Non forza, non serve.

Brooks 8 – Prestazione importante, come racconta il suo +16 di plus/minus in 16’, con 2 punti e 4 rimbalzi. Difensivamente dominante contro un Fener che deve giostrare quintetti più dinamici senza Vesely.

Hines 7 – 6 punti e 4 rimbalzi, tutti offensivi. In 15’, dimostra chi comanda. Dall’inizio.

Datome 7.5 – Manca il pubblico, ma non mancano le emozioni. Che tuttavia rispedisce al mittente: 10 punti con 4/7 al tiro, 3 rimbalzi, 2 assist e 10 di valutazione. +13 di valutazione.

Coach Messina 7.5 – Gara dominata dopo il timeout al minuto 7. La sua squadra chiude la via al canestro, e domina con il quintettone con Chacho, Shields, Datome, Brooks e Hines. Ruota dieci uomini senza spremere forze, ora testa all’Efes.

16 thoughts on “Fenerbahce vs Olimpia Milano | Le Pagelle di ROM

  1. No dai, stai scherzando?
    6,5 al Chacho?
    Non esiste!

    Direi che come penitenza devi telefonare ad Ali, se riesce ancora a connettersi, e farti spiegare la teoria della trottola.
    Perché questo è stata la sua (tentata) difesa su Serghio Rodriguez tutta la sera: un incubo, un gioco da fiera, rompere l’anfora col bastone, ma bendati…
    Se n’è accorta perfino la regia di EL che gli ha dato la giocata della partita.
    Li ha fatti impazzire!

  2. D’accordo su Brooks, non d’accordo su Cacho, poesia pura e leader immenso. Gli avrei dato 8.
    E poi ha fatto ridere Messina, che è una roba che vale 10 volte la vittoria…

  3. Grande Palmasco, ho scritto il mio commento senza aver letto il tuo!!!

  4. Maggi ha ragione per definizione, inoltre è ammirevole per tollerare la presenza di una banda di idioti nel suo blog senza cacciarli a calci in culo (ovviamente mi riferisco a noi due).

    Commento tecnico: Brooks sta giocando ad un livello di intelligenza cestistica altissimo. Spero che prenda un pizzico di coraggio in più in attacco per diventare un vero top player di EL, manca poco, pochissimo.

  5. Roll gioca nella squadra che dite di tifare…. Avanti cosi con la fiera degli sciocchi

  6. Prendo spunto dalle pagelle per qualche riflessione dettata dalle ultime gare e dal quarto di stagione trascorso.

    Datome: i 24′ di domenica segnale importante che sta tornando disponibile. Anche al 60% in attacco si sente, dietro resta un missmatch ambulante. Ma appena torna lui, ci divertiamo.

    Chacho: voglia matta di tornare in campo, la risata di Messina è un ulteriore segno di quella connection umana tra il condottiero in panca e quello in campo. Sono l’assicurazione divina bella stagione. Chacho è il nostro spaccapartite ma anche il cuore latino che ci fa amare il gioco.

    Delaney: arriveremo dove lui ci porta. È il centro del progetto.

    Shileds: ha eleganza nella Potenza, ha testa, fisico, cuore. Lo steal del mercato, il capolavoro degli staff. Sa aspettare la partita ed entrante nelle pieghe in modi diversi ma sempre utili. Con zach è il futuro che si fa sempre più.presente.

    Brooks: il mio giocatore preferito, di cui ho anche la maglia. Sta tornando, se poi mi convincono ad attaccare di più si prende pure più minuti. Divino in difesa, a rimba e sulle riaperture. Ma se non attacchi dai un vantaggio la difesa

    Micov: il vero dilemma. Nelle ultime 3 partite, persino oggi, mi è parso poco lucido, alla ricerca del ritmo e del suo equilibrio in campo. Il giocatore non si discute, ma con questo Shields, deve saper dare di più in meno tempo. A me sembra che non ha ancora fatto questo scatto mentale fai 28 min di.media con pause (che doveva prendersi) ai 18 intensi. Ho anche pensato che i finali con lui da 4 con pana e barca siano state anche scelte per mantenere un equilibrio di spogliatoio sul suo status. E le abbiamo pagate. Pensiero troppo cattivo?

    Punter: ottimo con le.medio piccole, ottimo quando entra in striscia. Se migliora la capacità di aspettare le partite senza forzature quando e2 difficoltà, diventa forte forte. Perché difende pure.
    Però mi sembra uno step molto difficile per lui. Impressione eh.

    Leday: arma totale in attacco, ogni tanto gli manca la capacità di leggere gli scarichi. In difesa buono ma non sempre continuo. Mi sembrano difetti che ha nel mirino. Grande presa.

    Tarci: arriverà, perche tiene i cambi, ha messo il torello dai 3 mt, corre, stoppa. Tutte cose di carica e abnegazione che meritano rispetto.

    Morasca: n.g. Perché prima del covid stava crescendo aspettiamolo è uno con le palle.

    Cincia: lui.merita minuti in più in lba. Capitano irreprensibile, come sempre.

    Moretti: attaccante divino, ma è un telepass. Deve lavorare si sul fisico, ma la difesa è testa. Qualche sprazzo nei pochi minuti delle ultime partite si è visto.

    Biliga: n.g. Sa di essere qui come filler.

    Roll: in calo nelle ultime 2-3. Altro giocatore di complemento, che porta il mattoncino.

    Hines: uno spettacolo.

  7. Commento di MarcoOlimpia mi trova d’accordo quasi su tutto, specialmente su quello scritto su Micov. Oggi il cambio è lui è non Shields. Messina deve fare il Peterson qui e lavorare di psicologia. Si iniziassero i play-off i 3 fuori (al netto di infortuni, far riposare ) sarebbero 1) Roll 2) Tarczewski (questi facili) ma 3) Micov.
    Su Moraschini penso che tornerà ma con Moretti abbiamo (ha un problema). Anno prossima via a giocare fisso 25 minuti a partita.
    Unico punto di disaccordo è Tarczewski. Secondo me ieri minimo sindacale ma se si sarebbe beccato Vasely …

  8. Tarczewski 6,5 quindo molto bene! 13 minuti (quindi ritenuto importante) 5 punti, 4 rimbalzi.

  9. scusate un’invio di troppo 🙂 …………….. Dicevo, 6,5 allo ra bene, visto USA speso bene, speriamo continui così!

  10. Quindi Rodriguez e Tarczewski stesso voto ?! Devo avere sbagliato partita.

  11. Non sono bravo con le pagelle ne’ lo ero da studente… però lo stesso voto a Kaleb e Rodriguez ha una logica secondo me. Kaleb e’ stato solido in momenti delicati mentre Rodriguez, a parte una delle giocate più spettacolari dell’anno che meritava una standing ovation, ha spezzato la partita ma sbagliato un paio di tiri non difficili (per lui!) e nel finale ha mostrato qualche limite di condizione che ha aiutato la mini rimont del Fener. 6,5 non e’ comunque un brutto voto

  12. La vedo diversamente… Rodriguez quando è sul parquet lo illumina. Ieri non avrà dato il suo solito apporto in punti ma a dirigere l’orchestra è inimitabile. Per me molro superiore a Delaney.
    Tarczewski, al di là delle stoppate e al gioco da pallavolista rimane un pollo in attacco ma soprattutto in difesa dove fa falli inutili (ieri ha superato se stesso) e salta alla prima finta facendo segnare gente molto più bassa di lui e che, se rimanesse fermo con le braccia alzate avrebbe molti piàù problemi,.

Comments are closed.

Next Post

Olimpia manifesto di Marx: il Socialismo reale

La vittoria contro il Fenerbahce è l'ennesima dimostrazione di valore di Milano, a ranghi pieni, in Eurolega
La visione del Guaz

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Zach LeDay: Quando ci passiamo bene la palla e difendiamo, vinciamo

Le parole dell'americano, grande protagonista del successo biancorosso ad Istanbul

Chiudi