Bely Day? No, Katic Day. Olimpia Milano e Brindisi se ne vanno

Alessandro Maggi

Classifica che si spacca in due, con Olimpia Milano e Brindisi nettamente in fuga dopo il quarto ko casalingo in fila della Virtus Bologna

Decima giornata di campionato che certamente ha premiato le due settimane di attesa, complice la sosta per le Nazionali. E soprattutto classifica che si spacca in due, con Olimpia Milano e Brindisi nettamente in fuga dopo il quarto ko casalingo in fila della Virtus Bologna.

Notizia ovviamente più importante il successo all’esordio sulla panchina della Germani Brescia di Maurizio Buscaglia, e il conseguente esonero di Meo Sacchetti in casa Fortitudo Bologna. Luca Dalmonte sarà il successore, nonostante le candidature di Luca Banchi, Alessandro Ramagli e anche Piero Bucchi, in caso di esclusione della Virtus Roma dal campionato.

Niente “Beli Day” invece in casa Virtus Bologna, per una festa che si dimostra più che amara: l’ex NBA resta in panchina 40’, Sale Djordjevic se ne concede invece solo 8’ (espulso per doppio tecnico nel primo quarto), e le candeline sono tutte sassaresi, soprattutto per Toni Katic all’esordio.

Venezia, ancora in emergenza, cade con Trento e Walter De Raffaele attacca gli arbitri: «Il fatto di essere in cinque giocatori pseudo-arruolabili non vuol dire che andiamo in campo per perdere tempo. Vogliamo essere rispettati, RI-SPETTATI».

Treviso supera, e bene, Pesaro, e Jasmin Repesa tuona: «Ambiente addormentato. Perché può essere che che tutto il club pensi che siamo al livello dei tempi della Scavolini. Purtroppo non siamo la Scavolini, siamo i primi favoriti per retrocedere».

Ma certamente, unitamente alla straordinaria prova di Cremona con Reggio Emilia, conta la vetta della classifica. Dove l’Olimpia Milano ritrova i sorrisi di Micov, Cinciarini e Tarczewski dicendo 10 su 10 con Varese, e Brindisi tiene botta, battendo Cantù.

Il 13 dicembre, al Mediolanum Forum, lo scontro diretto alle ore 17, ma Frank Vitucci non è uomo da montarsi la testa, anzi: «Non sempre ci si può riuscire ma voglio una squadra umile e concentrata per tutti i 40 minuti».

RISULTATI

Pallacanestro Brescia-Fortitudo Bologna 99-85

Virtus Bologna-Dinamo Sassari 78-83

Reyer Venezia-Aquila Trento 71-79

Pallacanestro Varese-Olimpia Milano 70-96

Treviso Basket-VL Pesaro 91-81

New Basket Brindisi-Pallacanestro Cantù 85-71

Pallacanestro Reggiana-Vanoli Cremona 56-85

PROSSIMO TURNO

VL Pesaro-Fortitudo Bologna (sabato)

Vanoli Cremona-Virtus Roma

Dinamo Sassari-Treviso Basket

Pallacanestro Brescia-Reyer Venezia

Olimpia Milano-New Basket Brindisi

Pallacanestro Trieste-Virtus Bologna

Pallacanestro Varese-Pallacanestro Reggiana

Aquila Trento-Pallacanestro Cantù

CLASSIFICA

Olimpia Milano 20; Brindisi 18; Sassari*, Virtus Bologna*, Pesaro*, Venezia*, Trento 10; Reggio Emilia**, Treviso**, Varese 8; Cremona***, Cantù**, Brescia 6; Trieste*****, Roma* 4; Fortitudo Bologna* 2.

* per ogni gara in meno

Next Post

Olimpia Milano post Varese | Tarczewski, Cinciarini e la strategia Messina

Olimpia Milano post Varese, derby che dice 3-0 nel confronto con gli uomini di Masnago: tre punti di analisi
Olimpia Milano post Varese

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: