Moraschini: Ripagati i miei sforzi, con Messina tutti hanno un ruolo

Il giocatore di Cento racconta la sua carriera al sito Euroleague e parla della crescita in maglia biancorossa

Riccardo Moraschini è uno dei giocatori più cresciuti nell’ultimo anno. Da giocatore utilizzato in poche occasioni a uomo di fiducia anche in Eurolega. Ovviamente c’era necessità di ambientamento, quando è arrivato a Milano, ma la salita è stata importante, anche in un anno interrotto a causa della pandemia. E quest’anno si stanno vedendo i risultati, anche se il virus l’ha bloccato in un momento di grande forma ed ora è al lavoro per recuperarla il più in fretta possibile.

Riccardo Moraschini | La firma con l’Olimpia Milano

Il giocatore biancorosso si è raccontato al sito Euroleague, ripercorrendo la sua carriera e parlando della sua avventura milanese. Proprio su questa parte, ovviamente, ci concentriamo. Partendo dalla firma con l’Olimpia dell’estate 2019: “Ho parlato con coach Messina ed è stato uno scambio molto diretto – le sue parole – Ha parlato delle sue idee per la squadra che stava costruendo e mi ha detto cosa si aspettava da me. Gli ho mostrato la mia grande voglia e passione di giocare ai massimi livelli“.

Ed è arrivato il contratto: “È stato un sogno diventato realtà firmare per Milano con coach Messina e per tornare finalmente a giocare in EuroLeague. Tutti gli sforzi ed i sacrifici sono stati ripagati“.

Riccardo Moraschini | La prima stagione a Milano

Lo scorso anno, come dicevamo, c’è stato un periodo iniziale con pochi minuti sul parquet. Ma Moraschini non si è abbattuto, anzi, ha lavorato sempre duro: “Avevo bisogno di tempo per adattarmi alla squadra. Ho seguito i suoi suggerimenti (di Messina, ndr) e ho lavorato sodo, sapendo che avrei avuto le mie opportunità e che si fidava di me. Mi ha spinto a lavorare per essere pronto per la sua chiamata“.

Ci sono parole di grande elogio per il tecnico biancorosso: “E quando è arrivata la chiamata, ero pronto. Sono cresciuto giorno dopo giorno e sapevo esattamente cosa dovevo fare per aiutare la squadra. Con Ettore, tutti i giocatori hanno un ruolo nella squadra e sai che l’obiettivo è vincere“.

Riccardo Moraschini | La stagione in corso

Quest’anno la fiducia di Messina è aumentata ed è diventato un giocatore molto prezioso anche in Eurolega, con tanti minuti e responsabilità in campo. “In questa stagione conosco tutto meglio e, così, mi trovo meglio con i miei compagni di squadra – ha concluso – Abbiamo grandi obiettivi, la squadra è molto importante e stiamo lavorando duramente per raggiungerli. La chiave finora è stata la nostra intensità difensiva, dobbiamo continuare così“.

21 thoughts on “Moraschini: Ripagati i miei sforzi, con Messina tutti hanno un ruolo

  1. Le personalità ricche di valore riconoscono le persone di valore i poveri di spirito e di intelligenza non vedono la qualità anche se ci picchiano il nasone contro

  2. Il punto non è nemmeno tanto questo Orlando: quando una persona ha una posizione precostituita, non è che non percepisce il valore. Non lo vuole percepire. E’ un concetto ben diverso che enfatizza la mancanza di lucidità e obiettività. In un senso come può essere nel suo opposto, ovviamente.

  3. Ovviamente vale per tutti, me compreso, la stima per Messina nasce dalle considerazioni per il suo lavoro e le sue idee, non nego gli errori che ha commrsso ma cerco i motivi di tali errori e spesso sono portato a giustificarli, sia perché mi immedesimo nei problemi e nelle scelte, senza peraltro afferrare l’essenza purtroppo, tanto sono distanti i nostri mondi, sia perché lo vedo oggetto di tante aggressioni da parte di chi non ha che poca o punto competenza nella materia. Mi spiego meglio se la critica venisse sollevata da un un’addetto ai lavori sarei disponibile a cercarvi un fondamento, a provare a vedere le cose da un diverso( dal mio) punto di vista, ma così no. Anche perché, quando ci ho provato ho avuto solo riscontri negativi.

  4. Bhé qui ormai tutti abbiamo capito che se c’è qualcuno che ha competenza e sa tutto, quello sei tu Orlandoilrosso, non c’è neanche bisogno di ribadirlo in ogni tuo commento perché è un’offesa alla tua stessa intelligenza…

  5. Si potrebbe mettere un’indicatore negli articoli commentati da orlandoilrosso così non entro nemmeno. Non è tanto per la banalità dei suoi commenti quanto per la stucchevole e ripetuta continuità (o martellamento di c…..i).

  6. Faccio mia la proposta di Giorgio e chiedo ufficialmente la presenza di un “segno” che indichi inequivocabilmente la presenza di un commento di Orlando…

  7. Ok,bollino giallo per Sacco
    Bollino arancione per Tom e Tate
    Bollino rosso per Orlando
    Bollino nero per palmasco

  8. Io toglierei il bollino arancione e metterei Tom Sawyer e Mr Tate con il bollino rosso insieme al loro amico Orlandoilrosso…

  9. Fidati che torneranno, hanno sempre minacciato di andare via ma poi puntualmente sono sempre qui, nel dubbio li metterei con il bollino rosso. Ci siamo dimenticati Iellini: lo metterei nella zona arancione ma tendente a breve al rosso.

  10. Non sarei così drastico su Iellini ,secondo me è molto meglio degli altri, si è solo fatto traviare dalle cattive compagnie…

  11. Roby, hai visto che Tom, tempo zero, è già tornato? Che ti avevo scritto? Ormai li conosco come le mie tasche ahahaha

  12. E’ singolare che su 19 commenti all’articolo riguardante Moraschini la maggioranza siano assolutamente fuori argomento. Resto sul Morasca: arrivato dopo la splendida stagione brindisina (miglior italiano in LBA) si è dovuto confrontare con due montagne. La prima è Milano, la “tuttoesubito” Milano, dove se sbagli due tiri di fila la gente al Forum ti ci manda, dove non hai tempo per crescere senza pressione. La seconda è coach Messina, che pretende applicazione difensiva costante e scelte razionali nei giochi offensivi. Credo che Riccardo abbia superato entrambe le montagne dimostrando carattere, voglia di migliorarsi, umiltà e disponibilità. Serva d’esempio per Moretti, all’Olimpia di Messina nulla ti è concesso senza merito!

  13. Incredibile Andrea, Tom Saywer aveva detto non più tardi di 2giorni fa che si sarebbe ritirato, e ce lo troviamo già qui a pontificare..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Gigi Datome, rientro la prossima settimana?

Possibile si scelga la via della prudenza per la gara di giovedì a Tel Aviv per il capitano azzurro
Gigi Datome

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Kaleb Tarczewski crisi
Dentro la crisi di Kaleb Tarczewski: i numeri, le prospettive e Gudaitis

Dentro la crisi di Kaleb Tarczewski. Come fu con Jeff Brooks, un viaggio di ROM dentro il momento non semplice...

Chiudi