Buongiorno Olimpia | Il campionato rischia lo stop. Quali sono i piani B e C?

Buongiorno Olimpia, la rubrica semi-quotidiana di cui non si sentiva il bisogno che ci accompagnerà quasi ogni mattina al risveglio.

«Se il campionato ce la può fare? Sì, ma se si arrivi fino in fondo non lo so. È una situazione particolare, di questo deve essere consapevole la Lega di A e pensare a un piano B e a un piano C».

Queste le parole del Ministro Vincenzo Spadafora (sì, parlano davvero troppo, e quindi ne dicono una diversa al giorno, ndr) dell’altro ieri.

Tre premesse. La situazione è drammatica, come nel resto del mondo. Francamente la scuola è più importante dello sport (stiamo parlando non di un’era di m***a eterna, la politica conta in risoluzioni nel 2021), restare senza basket giocato o da poltrona è sacrificio sopportabile. Nessun politico, oggi, è attendibile. Non per forza per colpa, ma siamo ormai abituati a ordinanze che smentiscono quella del giorno prima.

Detto questo, a noi poveri appassionati del “cesto” senza arte né parte, diteci almeno una cosa. Caro presidente Umberto Gandini, visto che il campionato di LBA, così com’è concepito, potrebbe anche non arrivare in fondo (perché se non ci arriva il calcio, non ci arriva il basket): quali sono i piani B e i piani C?

9 thoughts on “Buongiorno Olimpia | Il campionato rischia lo stop. Quali sono i piani B e C?

  1. Per me non serve un piano b. Se la situazione non migliora in fretta (dubito ) si deve sospendere tutto. Campionato e coppa. Continuare è senza senso e incosciente.

  2. L’Italia è un Paese che si merita i terribili governi che ha. In un Paese normale i cittadini chiederebbero allo Stato di assumersi l’unico compito che lo Stato deve assolutamente assumersi: mettere i cittadini in condizione di vivere in maniera relativamente sicura. Vivere però, non nascondersi, quindi lavorare, comunicare, divertirsi, ecc. In Italia invece di chiedere cosa ha fatto lo Stato da maggio a oggi per garantire che nonostante ci siano delle difficoltà, con le dovute precauzioni si possa fare la maggior parte delle cose che facciamo sempre, la gente dice “chiudiamo tutto!”. E lo Stato, a cui chiudere tutto non costa assolutamente nulla (al massimo taglierà servizi e benefit se non ha abbastanza gettito o aumenterà il debito pubblico), è solo felice di sentirselo chiedere. Tutto fuorché inchiodare le persone alle loro responsabilità.
    Per non parlare del ministro dello sport che rema contro lo sport stesso e getta insicurezza su tutto il settore. Ma del resto siamo un Paese che ha creato un ministero per gestire lo sport, quindi ci meritiamo anche questo.

  3. Ogni giorno aumentano i giocatori contagiati con continue partite rinviate, più si andrà avanti e peggio sarà. Campionato e Eurolega sono già falsate, di cosa stiamo parlando?

  4. Eccoci qua: stiamo parlando dei problemi che interessano il nostro piccolo mondo della LBA e subito qualcuno interviene con un panphlet sui doveri dello stato moderno alle prese con una emergenza mai vista prima e non avendo una soluzione che sia una in mano o nella testa. MAMMMAMMIAAA!!!

  5. Per la verità io di soluzioni ho già parlato ed è da maggio che ne parlo: pazienza se non ti informi però fai brutta figura se pensi pure di avere ragione.

  6. Bene, visto che hai le “soluzioni” ti prenoto un appuntamento da Conte, SAPIENTONE che non sei altro

  7. Ragazzi non scaldatevi troppo perché a breve chiuderanno tutto. In Italia conta solo il calcio perché porta soldi alle casse dello Stato.

  8. Piu che prenotargli un appuntamento da Conte, visto che ha le soluzioni in tasca, io lo eleggereì subito PRESIDENTE del CONSIGLIO.

Comments are closed.

Next Post

Fortitudo-Olimpia Milano, due assenze per Meo Sacchetti?

Si profilano due assenze eccellenti per Meo Sacchetti in vista della sfida di domenica, ore 17, con Olimpia Milano
Buongiorno Olimpia

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: