Gigi Datome: In Olimpia Milano porto il mio vissuto

Alessandro Maggi

Gigi Datome, il giocatore di Olimpia Milano più intervistato di sempre: Sì, i playoff di EuroLeatue possono essere un obiettivo tangibile

Gigi Datome, il giocatore di Olimpia Milano più intervistato di sempre, protagonista ieri su Sportweek. 

SUL PARAGONE DATOME-MATTARELLA

«Spero che il paragone non fosse riferito alla mia freschezza atletica (ride). Gli ho fatto la stessa battuta e mi ha risposto che pensava piuttosto alla miagravitas. Con questa parola i romani indicavano la dignità, la serietà e il senso del dovere. Per loro era una delle virtù più importanti. Perciò, prendo volentieri il complimento e porto a casa».

SULLA SCELTA MILANO

«Non ho scelto Milano perché è in Italia, ma per il suo progetto tecnico, il migliore che mi è stato offerto. Quello del Fener era di pari livello e sarei potuto rimanere, ma nell’Olimpia ho visto una sfida: la possibilità di vincere trofei nel mio Paese, cosa che non ho mai fatto. In questo senso, la mia è stata una scelta facile»

SUL FUTURO

«Non so cosa succederà nel momento in cui finirà il mio contratto con Milano. Ho firmato per tre stagioni, poi ci siederemo intorno ad un tavolo, valuteremo le mie condizioni e vedremo cosa passa per la mia testa e per la loro».

SUI PLAYOFF DI EUROLEAGUE

«Potrebbe essere un bel risultato. Nel 2021 saranno sette anni di assenza di Milano dalla fase finale, raggiungerla significherebbe certificare la crescita della squadra a livello di risultati. Sì, i playoff possono essere un nostro obiettivo tangibile. Da quel punto in avanti, tutto quello che viene sarebbe guadagnato perchè sappiamo che ci sono squadre più attrezzate di noi».

SU ETTORE MESSINA

«Ha prima chiamato il mio agente, poi ha fatto una chiacchierata con me. E’ sempre guardarsi negli occhi e parlarsi. Mi ha chiesto di essere me stesso, aiutando il gruppo a crescere di livello. Mi ha voluto perché conosce le mie caratteristiche di giocatore e pensa che possano essergli utili. Vuole che continui a fare quello che ho sempre fatto, niente di più e niente di meno».

SUL SUO CONTRIBUTO

«Serietà e dedizione, cose che dovrebbero darsi per scontate. E allora porto il mio vissuto, gli anni di pallacanestro vissuti ad alto livello. Porto il mio mattoncino di esperienza».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Next Post

Trieste vs Olimpia Milano | Turno di riposo per Delaney

Le scelte di Ettore Messina sul turnover per la terza giornata di Serie A

Subscribe US Now

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: