Carlo Recalcati: Quando Milano decide di difendere duro fa paura

Alessandro Maggi

Il grande Carlo Recalcati: Micov, Punter, Delaney, Rodriguez, Datome. Ognuno di loro può dare la zampata decisiva nei 40′

Il grande Carlo Recalcati analizza per il Corriere dello Sport il trionfo di Olimpia Milano in Supercoppa. Ecco alcuni passaggi.

«In finale ero seduto dietro alla panchina di Milano. Accanto a me in borghese c’erano LeDay, Shields e Roll, mentre Moretti e Biligha erano nei 12 ma non hanno giocato. In più Micov è uscito poco dopo per infortunio: un bel quintetto, con sesto uomo, come spettatori. Qualcosa vorrà pur dire…».

SULA DIFESA

«Quando Milano decide di difendere duro fa paura. Rotazioni, raddoppi, aiuti. Sbucano da ogni parte. Sono fantastici sui due lati del campo».

SULL’ATTACCO

«Micov, Punter, Delaney, Rodriguez, Datome. Sembro lo speaker che legge la formazione. Ognuno di loro può dare nell’arco dei 40’ la zampata decisiva. Prendete il Chacho nel finale. Ha sonnecchiato, sembrava fuori dalla gara. Poi i punti che hanno chiuso i giochi sono stati i suoi».

SULLA LBA

«In una partita secca il compito di ogni squadra sarà sconfiggere Milano: per la gloria, per la classifica e per insinuare dubbi nella testa dei giocatori avversari».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Next Post

Olimpia Milano, i numeri e le immagini del trionfo in Supercoppa

La vittoria di Bologna è stata il 47° trofeo nella storia dell’Olimpia Milano. Riviviamo numeri e immagini di un trionfo

Subscribe US Now

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: