Tom Bialaszewski: Situazione difficile, tutto è cambiato in tre giorni

Il vice allenatore biancorosso è a Milano con la famiglia e racconta questo momento molto complesso, con qualche parola anche sulla stagione

Tom Bialaszewski è arrivato a Milano la scorsa estate e non immaginava, come nessuno, di trovarsi in questa situazione. È nel capoluogo lombardo con la famiglia e i due figli di 2 e 4 anni, ovviamente attualmente chiuso in casa, come tutti gli italiani. “È una situazione difficile, soprattutto con due bambini piccoli in casa – le sue parole a Yahoo Sportsstiamo cercando di rimanere informati sulla situazione e pensare giorno per giorno“.

Tom Bialaszewski e la pandemia Coronavirus

Tutto è iniziato un mese fa, quando il vice allenatore biancorosso era a Vienna per una mini vacanza con la famiglia, visto che l’Olimpia aveva quattro giorni di riposo. “Quel sabato ho ricevuto un messaggio, in cui diceva ‘c’è un focolaio di Coronavirus vicino a Milano. Sappiamo che il governo sta chiudendo le scuole’. La situazione si è mossa rapidamente, tutto in tre giorni“.

L’Italia è stato il primo paese, dopo la Cina, a fare i conti pesantemente con il Coronavirus, a cui si sono poi (purtroppo) accodati anche molti altri. Tra cui i ‘suoi’ Stati Uniti, con la sospensione dell’NBA: “È sempre stata lungimirante e non mi sorprende abbia deciso per prima, diventando l’esempio per tutti gli altri eventi e leghe. Sono stati i pionieri, probabilmente hanno salvato migliaia di vite“.

Tom Bialaszewski e l’Olimpia Milano

Si parla anche un po’ di campo e della sua avventura all’Olimpia: “Ho pensato sarebbe stata una grande opportunità di crescita per salire davvero di livello. La mia convinzione in Ettore e la possibilità di lavorare con lui e per lui, era qualcosa a cui non potevo dire di no“.

Su quella partita con Sassari vinta in panchina da capo allenatore, per l’assenza di Messina: “Abbiamo vinto e questo è stato bello, ma quello che ho davvero apprezzato è stato il feedback ricevuto dai giocatori in seguito“.

La vittoria di Valencia ed i dubbi sulla stagione: “Se quella sarà stata l’ultima gara, sono contento che abbiamo finito bene. Stavamo andando nella giusta direzione e le ultime tre partite erano state tra le migliori dell’anno“.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Next Post

LNP apre il tavolo con i sindacati di coach e giocatori

Tema importante anche per Urania Milano: si apre un tavolo di confronto tra la Lega e i sindacati di Coach e Giocatori di A2 e B
Lnp

Subscribe US Now

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: