Annunci

Riccardo Moraschini, aggiornamento sull’infortunio al polpaccio

Alessandro Maggi 16

Grande preoccupazione in casa Olimpia Milano circa le condizioni di Riccardo Moraschini. Ecco gli ultimi aggiornamenti sulle condizioni dell’ala

Annunci
Read Time:38 Second

Grande preoccupazione in casa Olimpia Milano circa le condizioni di Riccardo Moraschini. L’ala è uscita dal campo a 5.54 dalla fine del match con Treviso sul risultato di 75-60, chiusa con 7 punti in 21’, 3 rimbalzi, 1 recupero e un assist.

Volato a rimbalzo difensivo, Riccardo Moraschini è atterrato avvertendo subito dolore al polpaccio sinistro, non seguendo i compagni nella susseguente transizione offensiva, e rientrando in panchina zoppicando. 

Ettore Messina ha poi commentato così le condizioni di Riccardo Moraschini in sala stampa: «Siamo preoccupati. Domani faranno gli esami, speriamo non ci sia nulla al polpaccio».

Secondo quanto appreso da realolimpiamilano.com, le sensazioni dello staff medico biancorosso non sarebbero positive a prescindere dall’esito degli esami. Riccardo Moraschini non potrà recuperare nel giro di 48 ore per la gara con l’Anadolu Efes.

About Post Author

Alessandro Maggi

alekmaggi@gmail.com Giornalista Professionista, direttore responsabile presso Be.Pi Sport, collaboratore presso Sportando, cronista per Il Giorno
Annunci

16 thoughts on “Riccardo Moraschini, aggiornamento sull’infortunio al polpaccio

      1. E’ evidente che non intendeva dire quello.
        Prova a pensare 1 minuto prima di scrivere e vedrai che ci arrivi anche tu.

      2. Si si e tu Tom impara a ragionare con la tua testa cosa che non fai mai 😂😂😂😂

      3. Scusa Gae. Ho letti di un problema al polpaccio e non di una distorsione. Ipotizzavo dunque uno stiramento, come quello recidivo di Nedovic e come altri, di lieve entita’, subiti da altri giocatori. Stavo pensando ad un preparazione non adeguata oppure a trattamenti non perfetti. Ecco perche’ ho chiesto dello staff….

      1. Bhe’, allora non si puo’ ipotizzare una incompetenza (con rispetto parlando) dello staff. E’ solo un po’ di sfortuna

    1. Tom dove sarebbe l’insulto? Dirti di ragionare con la tua testa e non con le altre per te è un insulto? A me non pare..

      1. Mi ero ripromesso di non risponderti più per evidenti incompatibilità a comprenderci l’uno l’altro (magari per colpa mia, per carità).

        Ci provo per l’ultima volta.
        Se scrivi “Si si e tu Tom impara a ragionare con la tua testa sempre se ci riesci 😂😂😂” mi insulti 2 volte:
        1. Mi dici che non sono capace di pensare con la mia testa, per me massimo insulto visto che è una vita che vado controcorrente cercando di promuovere idee e ideali non sempre comuni.
        E ti rispondo: ma tu cosa ne sai? su che base, quali sono i fatti a cui ti riferisci? Come ti permetti di darmi del pecorone?
        2. Mi dici “sempre che tu ci riesci”, altro insulto tra l’altro con uso fantozziano del congiuntivo.
        E ti rispondo: forse non ci riesco, forse sono uno stupido e non lo sapevo. Ma di nuovo vorrei sapere come fai a saperlo.

        Con questo ho chiuso anche perché l’argomento è di nessun interesse per il blog.

        Sereno anno, sempre se ci riesci….

  1. Se leggi attentamente il mio messaggio “Si si e tu Tom impara a ragionare con la tua testa sempre se ci riesci 😂😂😂” non c’è nessun uso fantozziano del congiuntivo ma semplicemente un tuo errore nel riportare la mia frase perché come sempre non leggi bene..cmq il mio non era un insulto ma una semplice constatazione

    1. devi essere molto giovane oltre che testardo e refrattario agli insegnamenti. Non devi attaccarti ai dettagli per dimostrare una ragione che non hai, Tom esprime dei concetti originali ma condivisi da molti che vedono le cose positive fatte e non sono accecati dai preconcetti come spesso dimostri di essere tu. Puoi sostenere le tue tesi ragionando e non attaccando chi non la pensa come te.Tutto senza offesa, naturalmente

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Arturas Gudaitis: Mi sento sempre meglio, tutto è positivo

Il centro lituano è stato uno dei grandi protagonisti della vittoria contro Treviso: 15 punti e 8 rimbalzi al Palalido

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: