Cska vs Olimpia Milano | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

Le pagelle di Cska vs Olimpia Milano: Tarczewski è il migliore, Scola e Brooks i colpevoli primi di un’impresa mancata. Chacho poco lucido

Della Valle sv – Giudicato evidentemente inadatto alla gara gioca solo 6’ con una tripla, quella del 12-0 di parziale nel secondo quarto.

Micov 5 – Buon avvio difensivo su James, invisibile nel secondo tempo.

Biligha ne

Gudaitis 6 – 13 punti e 3 rimbalzi parlano di ripresa, ma nel basket ci vuole cattiveria. Sempre e comunque.

Moraschini 6 – Tre buoni jumper. Fa quel che può.

Roll 6 – 10 punti con 5/5 da 2 e 0/3 da 3. Anche 5 rimbalzi, dà il suo contributo.

Rodriguez 5.5 – Un paio di fiammate che riportano Milano avanti sul finire del terzo quarto, ma nel finale è molto poco lucido. Un contropiede e una palla persa. Colpevole, oggi.

Tarczewski 6.5 – 11 punti e 10 rimbalzi, con anche qualche lettura positiva. Si vede e si sente, ma anche lui in certi frangenti manca di cattiveria. E’ lo step che manca.

Nedovic 6 – Appannato fisicamente, fa il possibile per lasciare il segno. Comunque, 7 punti.

White 5.5 – 16’ di applicazione, ma il taglia-fuori è diventato uno sconosciuto.

Brooks 4.5 – Approccio disarmante. In EuroLeague ci vuole un altro sguardo. 

Scola 4.5 – Non è giornata. 7 punti con 2/7 al tiro e un solo rimbalzo. Momento di appannamento.

Coach Messina 6.5 – Squadra che lotta, con personalità, con un Cska comunque non di livello “altro”. Una cosa è certa: Shelvin Mack è ai saluti. Le scelte dicono questo.

10 thoughts on “Cska vs Olimpia Milano | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

  1. Effettivamente leggendo i molti voti insufficienti di stasera, ci si chiede come abbiamo fatto a giocarcela sino alla fine. Ed in effetti, bastava che un paio di uomini (Micov e Scola per dirne due) giocassero al loro livello, perché la si potesse portare a casa. Forse è anche il segno di un CSKA non così travolgente come altre edizioni, però è pur vero che venivano dal sacco di Istanbul (sponda Efes) .
    Manca qualcosa a questa Olimpia, rimango dell’avviso che in estate furono fatte scelte un po’ troppo di ‘gregariato’ nel settore USA.
    Intanto uno di questi lo hai già praticamente tagliato (l’errore della scelta rimane bello grosso), un altro va in campo come se non esistesse un canestro a cui guardare… Ora arriva il piccoletto, speriam bene.

  2. Scola e Micov non possono giocare con questi ritmi e vanno preservati..è possibile che un allematite del calibro di Messina non lo capisce?? Addirittura lascia 2 playmaker fuori per scelta tecnica..praticamente si sconfessa da solo..ma come può anche solo pensare di vincere con un solo play di ruolo?? E poi non si capisce perché ha dato pochi minuti a Della Valle visto il suo buon momento?? Ma non era lui che parlava di “merito”?? La verità è una sola: ha sbagliato a formare il roster ma non l’ammetterà mai perché è un uomo egocentrico e pieno di sé

    1. Forse Mack poteva limitare Hackett ma d’altronde è ormai fuori dai giochi. Oggi va bene che il trecciolina ha fatto la partita della vita, però in generale, anche considerando le misure di Sykes’, siamo destinati a soffrire con play e guardie fisicate. Il vice-Chacho, per chi non se ne fosse accorto, lo ha fatto Nedovic.

    2. Un giorno ci dirai cosa ti ha fatto di male Messina… :-).

      Per me oggi grandissima partita di collettivo e di sistema in una serata (direi in un periodo) di forma bassa dei singoli.
      Molto più un scontro tra ottimi allenatori che tra giocatori.

      A parte Hackett, ma lui è un giocatore chiave del CSKA, già dall’anno scorso, e lo è anche quando non fa 26 punti come stasera. E’ lui quello che manca all’Olimpia, non James.

  3. Trovo ingeneroso il voto a Kaleb. Forse mezzo punto in più a Sergio. Altri voti giusti. Impressionante in negativo Brooks. Dall’altra Hackett partita della vita e un buon James. Ma quasi la portavamo a casa….i due liberi sbagliati da Micov sanguinosi.
    Squadra che darà molte soddisfazioni nel girone di ritorno. Devono un po’ ritrovare tranquillità e consapevolezza.

  4. Mi trovo abbastanza d’accordo con le pagelle. Tutto sommato una buona prova, il carattere non è mancato. E poi il CSKA non è proprio una squadretta. Che manchi uno come Hackett lo avevo appena scritto. Inutile stare a pensare ancora a Mack, il primo ad essere perplesso è sicuramente Messina. Piuttosto sono un po’ preoccupato dall’involuzione (fisica solamente?) del grande Luis. Ci vorrà sicuramente qualche cambiamento di giocatori nel futuro però sono fiducioso riguardo la via intrapresa

  5. Sono in USA, da dove purtroppo non c’è modo di vedere EL.
    Non posso quindi commentare la partita di oggi col CSKA.

    Guardo l’NBA però, Lebron in particolare, e vorrei dire una cosa in generale sul minutaggio, visto che nei commenti sulla partita di oggi viene chiamato in causa spesso.
    Lebron ha 35 anni, gioca NBA da 17, ha una media in carriera di 38 minuti a partita, che vuol dire per un centinaio di partite anno, viste le tante finali che ha fatto, e quest’anno di 34 minuti a partita.

    El Chacho di anni ne ha 33 e quest’anno gioca una media di 23 minuti a partita, secondo il sito LBA.
    D’accordo Lebron ha un fisico eccezionale, fuori dal comune, ma anche Rodriguez è un atleta, mi riesce quindi difficile pensare che 23 minuti a partita siano un sovraccarico per lui.
    Anche perché quando non giocano non è che stiano a letto a guardare la tv; si allenano, spesso anche duramente, quindi il carico delle giornate senza partita, penso sia paragonabile a 23 minuti di partita.
    Che il Chacho sia appannato per sovraccarico quindi secondo me non regge.

    È un discorso che vale certamente per Scola, l’abbiamo detto, e l’ha detto anche Messina, ma Scola di anni ne ha 40, ben diverso.

    Non capisco quindi quale sia il problema di accettare di essere stati battuti da una squadra di un altro livello, almeno quest’anno, per organico e organizzazione generale, di soli 3 punti.
    E con una prestazione straordinaria di Hackett, che – non ho voglia di andare a controllare i numeri, ma non me lo ricordo come un gran tiratore da 3 – probabilmente ha fatto la sua miglior percentuale di sempre da 3.

    A parte il fatto, naturalmente, che Messina ha sbagliato – aha aha aha faccia di velluto! – a prendere Mack, e ha sbagliato – aha aha aha asino col botto! – a cedere Mike James.
    E che comunque Messina, arrogante e vigliacco e furbastro e ipocrita e forse anche un po’ pedofilo – non si sa mai, portiamoci avanti nel caso perdesse campionato e coppa e mancasse i play off di EL – anche se ci avesse ascoltato e si fosse tenuto Mike James, che poverino voleva restare, che avrebbe schifato il contratto di Mosca e la transazione incassata da noi, anche se se lo fosse tenuto, Itoudis l’avrebbe gestito meglio lo stesso!
    È ovvio.

  6. Non mi pare che io o qualcun altro abbia usato la parola “pedofilo” nei confronti di Messina..io non sono mai sceso sul livello personale ma solo.sportivo..ora mi sembra che tu stia esagerando anche se capisco la tua frustrazione per i risultati che non sono dalla tua parte ahahaha

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Mike Hall: Olimpia, hai tagliato James. Questo è quel che ti meriti

L'ex stella di Olimpia Milan Mike Hall analizza il momento: Hai tagliato il miglior marcatore di EuroLeague. Questo è quel che ti meriti
Mike Hall

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Messina: Contento della prova, ogni volta siamo un po’ meglio

Il commento del coach biancorosso, dopo la sconfitta in volata dell'Olimpia Milano contro il Cska Mosca

Chiudi