Olimpia, una serata nera: terzo ko europeo in fila e si ferma Nedovic

I biancorossi prendono un brutto parziale nel terzo periodo e cedono alla Stella Rossa Belgrado. E c’è il nuovo infortunio al serbo

Una serata pessima per l’Olimpia Milano. La formazione di Ettore Messina cade per la terza volta consecutiva, con la sconfitta interna contro la Stella Rossa Belgrado (67-77). L’AX paga un parziale nel terzo quarto, in cui va a -10, che non riesce più a recuperare, nonostante il tentativo del periodo finale. Una sconfitta pesante, che fa seguito a quelle con Efes e Olympiacos, contro una squadra che ha messo il fisico ed ha bloccato l’attacco milanese.

La notizia più brutta è però il nuovo stop per Nemanja Nedovic: il serbo ha accusato un risentimento alla coscia sinistra e non è tornato in campo nella ripresa. Verrà valutato nelle prossime ore, ma è l’ennesima tegola dall’infermeria per la squadra biancorossa, già piena per gli infortuni di Gudaitis e Micov (assenti ovviamente stasera).

LA PREOCCUPAZIONE DI MESSINA: “SEMBRA UNA COSA SERIA”

Olimpia Milano vs Stella Rossa | La partita

Si parte con punteggio basso e ritmi bassissimi. L’Olimpia usa Scola da centro per allargare il campo, ma le percentuali non la assistono. La Stella Rossa trova un paio di fiammate con Lorenzo Brown e scatta avanti 9-6, con Brooks carico di due falli. Dopo il time-out, Mack in entrata firma il sorpasso, ma dura poco perché Faye dall’altra parte spara la tripla dall’angolo del controsorpasso. Quella di Lorenzo Brown poco dopo scava quattro punti a favore della Stella Rossa. La risposta di Milano la firma Ricky Moraschini: un gioco da tre punti restituisce il vantaggio all’Olimpia. Ma in un primo periodo in cui l’Olimpia non segna mai da tre (0/6), la Stella Rossa lo fa quattro volte su nove, l’ultima con Dobric e chiude il primo periodo avanti 20-18. Coach Messina usa tre esterni, tutti tiratori, per trovare pericolosità dal perimetro. Il secondo gioco da tre di Milano, di Brooks, vale il vantaggio, poi su una penetrazione di Scola arriva anche la prima tripla di Nedovic. La Stella Rossa risponde subito, con un canestro di forza di Ojo, prima che anche Roll segni da tre e Rodriguez commetta il secondo fallo. Derrick Brown replica ancora dall’arco. Nedovic, da playmaker, mette la seconda tripla, poi White converte un rimbalzo d’attacco e l’Olimpia prende cinque punti di vantaggio sul 34-29, quando la Stella Rossa ha tanto dal gioco dentro-fuori di Derrick Brown. Un fallo preso da Baron sul tiro da tre ricuce il distacco. Tarczewski e Lorenzo Brown si scambiano gli ultimi canestri e l’Olimpia al riposo ha un punto di margine, 40-39.

Accorciata nella rotazione dalla perdita di Nedovic, l’Olimpia trova subito un assist di Rodriguez per Scola e poi una tripla sempre del Chacho, ma la Stella Rossa resta lì, combatte e risponde punto su punto. A metà del terzo quarto, prova  ad allungare con un’altra tripla dello specialista Baron e poi due liberi di Ojo per il 50-45. Anche dopo il time-out, Milano non si sblocca. Un contropiede non convertito da Mack diventa un facile canestro in contropiede di Davidovac. In un terzo periodo da 10 punti segnati, la Stella Rossa va in fuga, tocca i 10 di vantaggio, e sono sette, 57-50 alla fine. Milano prova a reagire, trova un canestro con Scola rientrando a meno sei, ma Derrick Brown si ripresenta e segna da tre con la mano di Brooks in faccia. Della Valle con un floater riduce il gap a cinque punti, poi a quattro con una tripla dall’angolo di Roll. Dal time-out, la Stella Rossa esce con un canestro ravvicinato di Gist, poi una palla persa di Milano. Rodriguez dalla lunetta ricuce a meno quattro. Ma l’Olimpia non ha l’energie per vibrare l’ultima zampata, la Stella Rossa conserva un margine di sicurezza e vince 77-67. Per l’Olimpia è il terzo ko consecutivo in Eurolega.

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti 

I biancorossi torneranno in campo domenica alle 18.30 sul campo del fanalino di coda di Serie A Carpegna Prosciutto Pesaro, mentre il prossimo impegno in Eurolega è previsto venerdì 13 dicembre sul campo dell’Asvel Villeurbanne.

0 0 vote
Article Rating

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
orlandoilrosso
orlandoilrosso
8 mesi fa

Decisamente involuzione di tutti. Le disattenzioni in difesa, l’incapacità nello sviluppare giochi in post basso e gli intercetti subiti nei ribaltamenti di lato sono sintomi di scarsa concentrazione.. Qualcosa non va nella testa dei nostri beniamini. La sfortuna di perdere anche Nedo poi….. Sono fragili i giocatori Olimpia o qualcosa non è stato fatto bene nella preparazione? Non credo che sia la pressione della piazza che anzi ho sentito solidale e plaudente anche nella difficoltà. Ma qualcosa nella loro testa si è bloccata. È ancora possibile qualsiasi risultato ma devono reagire presto.

Alessandro
Alessandro
8 mesi fa

Niente pagelle, oggi? 😉

Next Post

Ettore Messina: Nedovic? Temo sia una cosa piuttosto seria

La preoccupazione del coach biancorosso per il terzo ko di fila in Eurolega e, soprattutto, per l'infortunio al serbo

Subscribe US Now

2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: