Alba Berlino vs Olimpia Milano | Il dossier di una gara da controllare

Alba Berlino vs Olimpia Milano di scena domani alle ore 20 alla Mercedes-Benz Arena. La storia di un coach leggendario e i punti di forza dei biancorossi nel match

Alba Berlino vs Olimpia Milano di scena domani alle ore 20 alla Mercedes-Benz Arena. I tedeschi hanno record 1-3 in stagione, 3-1 per Olimpia Milano. Arbitrano Borys Ryzhyk, Emilio Perez e Josip Radojkovic.

Precedenti

22 stagioni complessive in questa competizione, ma nessuno confronto nel millennio di EuroLeague tra Alba Berlino e Olimpia Milano. Bisogna quindi tornare indietro nel tempo, alla finale di Coppa Korac del 1995. 

Dopo l’87-87 della gara di andata al Forum, i tedeschi si imposero 85-79 in quella di ritorno alzando il trofeo. In panchina Svetislav Pesic, in campo Teoman Alibegovic e Sasa Obradovic.

Sasa Obradovic che poi da allenatore ha record 1-1 contro la Milano di Jasmin Repesa in EuroCup.

E si arriva all’EuroLeague 1996-1997. La squadra di Franco Marcelletti vola in Fiba EuroLeague vincendo sia il girone della prima fase davanti a Cska e Maccabi, che quello della seconda. Dietro, l’Alba Berlino, e una vittoria per parte. Sempre in trasferta.

Lo scouting di Sportando

La New Era di EuroLeague accoglie un santone del gioco, Aito Garcia Reneses, al timone di un gruppo di gregari che solo sotto la sua guida può prendere una forma. Parola d’ordine, continuità con 14 elementi su 17 della stagione passata. 

Il roster e i contratti in essere

Sul mercato sono arrivati Tyler Cavanaugh, ala/centro da 18 e 8 in G League e 10 e 5 a Las Vegas, con tiro da fuori ma robustezza tutta da costruire; Marcus Eriksson, mortifero tiratore da Gran Canaria; Makai Mason, altro ottimo tiratore, rookie da Baylor. Per il resto, palla in mano a Peyton Siva, 15 punti e 8 assist nell’ultima EuroCup, pronto a prendersi un posto al sole in EuroLeague e un super contratto per la prossima stagione. 

Da non dimenticare l’ottimo difensore Luke Sikma, e certezze come l’esterno islandese Martin Hermansson, l’ala Niels Giffey e il lituano Rokas Giedraitis. Da rivedere il reparto centri.

Chi è Aito Garcia Reneses

Il coach madrileno, classe 1946, è una vera leggenda del gioco. Playmaker con Estudiantes e soprattutto Barcellona, diventa il quarto allenatore spagnolo più vincente in patria dietro Diaz Miguel, Lolo Sainz e Pedro Ferrandiz

Studente di fisica e telecomunicazioni, concepì il primo tabellone elettronico ora installato in 30 palasport in tutta la Spagna. Allora era norma importali dagli Stati Uniti, Aito elaborò un dialer elettronico per adattarlo alle normative europee.

Per lui nove titoli in ACB con il Barcellona, 4 Copa del Rey con i blaugrana e una con Badalona, una Saporta, 2 Coppa Korac, e una EuroCup e una Fiba Europe Cup con Badalona.

E’ stato per tre stagioni anche GM del Barcellona, e con la Nazionale spagnola ha vinto l’argento di Pechino nel 2008. Alla sua carriera manca l’EuroLeague, nonostante le sei apparizioni alle Final Four con tre finali perse.

L’Alba Berlino

Ha record 1-3 in EuroLeague come detto, visto che dopo il successo con lo Zenit all’esordio sono arrivati i ko con Efes (al supplementare), Barcellona e Cska (più netti). In casa ha record 1-1.

In Germania i gialli sono ancora imbattuti, e non hanno giocato nel fine settimana. Unica gara veramente combattuta quella con il Bamberg alla seconda giornata, successi netti con Rasta, Fraport e Wurzburg.

E’ una squadra che ha avuto non pochi acciacchi fisici. Kresimir Nikic e Stefan Peno non hanno ancora lavorato con la squadra, Marcus Eriksson e Johannes Thiemann hanno rivisto il campo solo settimana scorsa.

E’ di fatto una squadra che ama correre, con lunghi in grado di colpire da ogni distanza con ampio range di tiro. Il tutto gira intorno alla regia dell’ex casertano Peyton Siva, 7 punti e 11 assist contro il Cska, unico metronomo. 

Il confronto con Olimpia Milano

Può essere una gara da affrontare al piccolo trotto per Ettore Messina. Meglio abbassare il ritmo cercando il pieno controllo dei rimbalzi e selezionando bene i tiri, per evitare a Siva di mettere in ritmo i compagni.

I centri Tyler Cavanaugh e Landry Nnoko viaggiano in doppia cifra e insieme garantiscono 10 rimbalzi a partita. Pericoloso l’esterno di due metri Rokas Giedraitis, 14 punti di media in questa EuroLeague, e l’ala Luke Sikma. Ovviamente letale il tiratore Marcus Eriksson se nuovamente in condizione.

Tutti uomini che possono fare male in campo aperto in un contesto non ricco di talento, e che difensivamente soffre molto i tagli backdoor. Sergio Rodriguez e Luis Scola possono essere letali sui 40’ in uno simile scenario.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Alba Berlino vs Olimpia Milano | Aito: Speriamo di recuperare gli infortunati

Aito Garcia Reneses, di cui abbiamo tracciato un profilo nel nostro Dossier Alba Berlino, presenta così Alba Berlino vs Olimpia Milano
Aito Garcia Reneses, di cui abbiamo tracciato un profilo nel nostro Dossier Alba Berlino, presenta così Alba Berlino vs Olimpia Milano

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Dino Meneghin Night: la numero 11 verrà ritirata il 19 novembre

La serata in onore dell'ex fuoriclasse biancorosso si terrà in occasione della sfida di Eurolega con il Maccabi Tel Aviv

Chiudi