Annunci

Olimpia Milano, questa Luna di Miele è davvero già finita?

Opinioni in libertà su una settimana non troppo sorprendente: Olimpia Milano, Ettore Messina e un popolo che vuole progetti, ma poi chiede solo scalpi

Annunci
Read Time:2 Minute, 56 Second

Tornerà in campo domani l’Olimpia Milano, alle ore 12 al PalaLido contro la Pallacanestro Trieste. In questo susseguirsi di eventi, si dimentica che sarà la prima gara ufficiale del club nel nuovo palazzetto, la seconda di pallacanestro visto che domani sera l’Urania ospiterà San Severo nell’Opening Night di LNP A2.

Dopo i ko con Leonessa Brescia e Bayer Monaco, tre piccole riflessioni per iniziare il week-end.

Ettore Messina

E’ terminata ufficialmente la «luna di miele» con il capoluogo per Ettore Messina, ma questo rientra nei consueti e precoci «mal di pancia» del pubblico milanese. Singolare come in estate si sia impazziti di ammirazione di fronte alla filosofia del «nuovo Messia», ovvero colui che in tutta la sua carriera ha sempre precisato: «Non chiedetemi di fare del pret-à-porter perchè non fa per me», per poi perdere la pazienza al primo soffio di vento contrario…

Ma non andiamo troppo oltre. Questo matrimonio si basa su reale amore, e allora che il tempo sia galantuomo, in tutti i sensi. E diamo anche il senso della rivoluzione che stiamo vivendo, giusta o sbagliata che sia: Ettore Messina ha cambiato in primo luogo il club, con un nuovo GM, una nuova struttura dello staff medico e atletico, un nuovo primo assistente, la logistica stessa degli spogliatoi. Quindi la squadra con un nuovo play, un nuovo viceplay, e si ritrova senza guardia, ala piccola e centro titolare. 

Lui non cerca alibi: «a Milano li sento da dieci anni». E fa bene. Tuttavia contestualizziamo, e partiamo da un assunto: a prescindere dagli obiettivi, per lasciare il segno in Europa, bisogna prima di tutto costruire un’egemonia nazionale.

Non si può pretendere il raccolto quando la semina è ancora in corso. Solo più avanti ognuno si prenderà le sue responsabilità se Milano non saprà avere impatto offensivo, se Shelvin Mack non riuscirà ad essere all’altezza (nelle sue differenze) di Mike James, se la difesa sarà solo un’arma per reggere dignitosamente, ma non imporre. 

Ognuno si prenderà le sue responsabilità, ma che Milano la smetta di essere popolo che inneggia al progetto estivo, per poi chiedere sempre e solo scalpi in autunno.

Le percentuali

Pietose, contro Brescia e contro il Bayern. Ma lo ripetiamo: «questa palla, gira». L’Olimpia fa circolazione, non si ferma al primo p&r, cerca sempre la soluzione migliore, costruisce tiri aperti, con rotazioni che coinvolgono dieci, undici giocatori. Sempre. 

Il dubbio non sta tanto nel gioco, anche se ci sono molte cose da sistemare, ma nel potenziale. Quest’ultimo lo scopriremo, e allora vi diamo una piccola indiscrezione di mercato: sapete chi era la prima scelta del Fenerbahce, un anno fa, nel ruolo di play? Shelvin Mack. Mancò solo l’accordo economico, perchè il giocatore aveva ancora mercato Nba.

Se non vi fidate di Ettore Messina, non vi fidate neanche di Zeljko Obradovic e Maurizio Gherardini? Nessuno è infallibile, ma se tre fuoriclasse dicono tutti la stessa cosa, ecco che le percentuali di errore (visto che siamo in tema) scendono decisamente.

Jeff Brooks e Aaron White

Percentuali pietose, risultati comunque deludenti. Contestualizziamo, ma non siamo cechi. Neanche con le prestazioni individuali. Ettore Messina, a nostro modo di vedere, giovedì sera ha lanciato un messaggio chiaro a Jeff Brooks e Aaron White lanciando in quintetto Luis Scola.

L’argentino è un fuoriclasse e una risorsa inesauribile, tuttavia a 40 anni, dopo due soli allenamenti, prendersi “il posto” di qualcun altro non è cosa da tutti i giorni… Le orecchie fischieranno?

About Post Author

Alessandro Maggi

alekmaggi@gmail.com Giornalista Professionista, direttore responsabile presso Be.Pi Sport, collaboratore presso Sportando, cronista per Il Giorno
Annunci

13
Lascia una recensione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami
Tom Sawyer
Ospite
Tom Sawyer

Tutto verissimo. La memoria sembra mancare al pubblico milanese.
Alla tua analisi, come sempre molto lucida e competente, aggiungerei solo che sembrerebbe che lo staff tecnico abbis impostato la preparazione in modo diverso dai 2 anni precedenti. Cosa saggia, visti i cali imbarazzanti a cui abbiamo assistito. Ma anche su questo la memoria falla…
Io sono fiducioso.

orlandoilrosso
Ospite
orlandoilrosso

La trasformazione evolutiva in tigre è necessariamente lenta, comincia dagli occhi, e quelli lo sono già

U. Fo.
Ospite
U. Fo.

Complimenti: articolo il cui contenuto condivido in pieno. Pretendere di essere al massimo ora, dopo una rivoluzione importante, molti nuovi arrivi ed un mondiale finito 15 giorni fa mi sembra azzardato. Lo scorso anno partimmo scoppiettanti e finimmo striscianti, complice anche qualche importante infortunio. Io, per ore, vedo che il gruppo si sta creando: primo passo importante. Diamo tempo e i frutti del lavoro arriveranno, anche da Mack, che deve prendere confidenza con il gioco europeo. Good work!

Anonymous
Ospite
Anonymous

Penso che stia facendo anche di più che preparare la squadra a un gioco che permetterà ai singoli talenti di emergere: sfruttando la sua fama, che gli permette di sopportare le prime solite critiche inutili, sta facendo largo a giocatori italiani che vuole far crescere, e lo sta facendo sul serio. 17 minuti ciascuno a Moraschini e Della Valle alla prima di EL non sono pochi! Penso anche che se le assenze non contavano per Pianigiani – ed erano le stesse, Nedovic e Gudaitis – non andrebbero menzionate neanche per Messina: oppure sono state e sono una circostanza importante per… Leggi il resto »

Mr. Tate
Ospite

Io sono meno ottimista sul tiro da 3 che non entra, non mi sembra che sia sempre o spesso costruito in maniera organica, però ho voluto commentare per sottolineare secondo me l’intelligenza di un tuo appunto: Messina sta provando a costruire una squadra con tutti giocatori coinvolti. Se hai Moraschini e Della Valle in squadra non puoi iniziare la stagione considerandoli roba da minuti in campionato solo nelle partite che non contano. Il progetto è ambizioso ed è un tutto o niente (perché se non funziona coinvolgere questi giocatori, poi è dura…), però filosoficamente lo condivido.

Doc63
Ospite
Doc63

Abbiamo perso giocando malissimo due partite, in cui bastavano un paio di triple e avremmo potuto girarla. Tra l’altro con Brescia completamente irrilevante. Discorso diverso in EL. L’abilita’ di Messina sarà bilanciare il futuro e la crescita con la necessità di far punti. Ogni vittoria conta e con 18 squadre è prevedibile ce ne saranno 5-6 in lotta x ottavo posto. Quindi passi falsi iniziali non è siano recuperabili. Grande linea di credito a Messina ma ci aspettiamo in EL vittorie quando la partita è alla portata come con il Bayer. Scola da usare solo in EL please.

Mr. Tate
Ospite

È assurdo che si debbano scrivere articoli così dopo solo 3 partite ma purtroppo servono ed è molto bene che sia arrivato questo pezzo. Ci sono evidenti limiti ma pensare che lo scopo di prendere un Messina e metterlo a capo della squadra e delle operazioni sia arrivare ai primi mesi con già la squadra perfetta e finita non è un pensiero molto competente…

leopard
Ospite
leopard

articolo che mi trova d’accordo. personalmente non ho incensato messina al suo arrivo e non lo maledico ora. credo che per alcuni giocatori si tratti entrare in ritmo. white, roll, mack, brooks lo stesso tarcy sono ben altri, rispetto a quanto finora visto. l’arrivo di scola, che ho amato da subito, darà un’iniezione di esperienza e classe. il coach mette spesso gli italiani in rotazione, magari coprendoli di insulti, ma crede in loro. attendiamo il rientro dei tre acciaccati, ma senza fretta. nonostante non sia d’accordo con la scelta di mollare james, prima o poi dovrò rassegnarmi alla realtà, vedo… Leggi il resto »

palmasco
Ospite

Prova nome, scusate

Anonymous
Ospite
Anonymous

Hai perfettamente ragione ma l’unica mossa che non ha senso e’ Scola ovvero prendere uno che ha 38 anni vuol dire che a) o quest’anno vai oppure finisce tutto, b) quello che hai preso/previsto non funzina e cambi

Iellini
Ospite
Iellini

Come ho gia scritto ho molto apprezzato l’approccio di Messina di coinvolgere tutti nel sistema. Questo è fondamentale nel creare gruppo e spero e credo che alla fine pagherà. E mi piace l’idea di non morire di pick and roll. Abbiamo dei giocatori forti e mi sembra intelligenti, faranno il loro.
Ps: ieri ho visto il solito grande James esplosivo in attacco e sempre un passo dietro in difesa. Beato il Cska che se lo puo permettere ma ormai è un ex. Quando verra’ a Milano lo applaudiro’ e finisce lì

GAE
Ospite
GAE

JAMES può anche essere un passo dietro in difesa ma in una squadra come la nostra fatta di tanti difensori in.attacco uno come lui ci serviva come il pane per scardinare le difese..

Iellini
Ospite
Iellini

messa cosi ti do ragione.

Next Post

Olimpia Milano, ancora out Vladimir Micov

Olimpia Milano che sarà priva di Vlado Micov anche domenica, per la sfida delle ore 12 al PalaLido con la Pallacanestro Trieste

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: