Si inizia a muovere qualcosa nel Mercato Olimpia Milano. Vlado Micov resterà in biancorosso anche nelle prossime due stagioni: l’annuncio ufficiale è stato dato dall’agenzia del giocatore ed il ‘Professore’, dunque, sarà anche alla corte di Ettore Messina, con cui ha già lavorato ai tempi del Cska Mosca. L’accordo per il prolungamento era già stato trovato con la precedente società, cioè con il duo Proli-Pianigiani, ma l’arrivo del nuovo plenipotenziario poteva cambiare gli scenari. Invece, la firma è arrivata ed il serbo vestirà ancora la maglia dell’AX Armani Exchange.

Arrivato a Milano nell’estate del 2017, Micov è stato uno dei migliori in entrambe le stagioni sinora vissute con la maglia del club con sede ad Assago, sia in campionato che in Eurolega. Lo scorso anno è stato subito l’MVP della Supercoppa italiana, unico trofeo vinto dall’AX, ed ha poi giocato una stagione europea straordinaria, seppur non coronata con l’accesso ai playoff: 13.9 punti, 3.2 rimbalzi e 2.5 assist di media, con il 50% da 2 e quasi il 40% da 3. Forse la miglior annata della sua carriera, con un utilizzo elevatissimo, che l’ha portato ad arrivare un po’ spremuto a fine anno.

Mercato Olimpia Milano | Kuzminskas: “Un sapore agrodolce”

Intanto, dopo la chiusura dell’avventura milanese, Mindaugas Kuzminskas ha voluto salutare tutto il popolo biancorosso con un lungo post su Instagram:

“Lascio Milano con un sapore agrodolce in bocca. Una squadra così forte, con così tanto potenziale inespresso… nella mia carriera non ho mai avuto rimpianti legati alle mie scelte professionali. Durante la mia esperienza a Milano, però, a volte mi sono chiesto se la mia scelta fosse giusta. Questo perché le cose in campo e in squadra non sono sempre andate nel migliore dei modi.

Ma la mia risposta è sempre stata ‘sì, ne vale la pena’. Perché la squadra era circondata da grandi persone che davano il massimo a te e a tutto il team, e che avrebbero meritato maggior riconoscenza; perché i tifosi erano dalla nostra parte a supportarci anche quando giocavamo in maniera orribile; e, sicuramente, perché ho incontrato tanti bravi ragazzi, alcuni dei quali posso anche definire amici. Sono felice di essere stato me stesso dall’inizio alla fine. Sono arrivato col sorriso e vado via col sorriso. Perché essere una brava persona dovrebbe essere la prima priorità di ognuno di noi.

In bocca al lupo!

Siamo noi…!”.

Annunci

7 Comments »

Rispondi