Arturas Gudaitis, centro di Olimpia Milano, ha parlato al sito lituano 24sek del suo piano di recupero dall’infortunio patito con Gran Canaria lo scorso 1 febbraio in EuroLeague: «Negli spogliatoi di Las Palmas volevo già tornare in campo, sentivo il dolore diminuire… fu il medico a fermarmi».

ARTURAS GUDAITIS SUL MOMENTO ATTUALE

«Rispetto ai primi giorni dello stop ora posso fare molte cose. Lo staff di Olimpia Milano e gli specialisti che ho consultato anche in Lituania sono felici del mio percorso. Non posso ancora saltare, ma sostengo molti esercizi e con un buon ritmo. La prossima settimana faremo un test muscolare per valutare le condizioni».

ARTURAS GUDAITIS SULL’ASPETTO PSICOLOGICO

«Non ho paura. Spesso chi subisce questo genere di infortuni ha paura di forzare sul ginocchio operato. Ma non è il mio caso. Posso già fare molte cose».

ARTURAS GUDAITIS SU OLIMPIA MILANO

«Voglio continuare la mia riabilitazione qui. Dove sono stato operato e sono stato subito seguito. Ovviamente, quando tonerò in Lituania per l’estate, proseguirò la riabilitazione, e al massimo chiederò sostegno ad uno specialista di Milano».

ARTURAS GUDAITIS SUI CLEVELAND CAVALIERS

`«Ogni giovedì dobbiamo inviare informazioni sul mio lavoro, video e dati. Mi stanno seguendo, e ne sono felice. Ogni franchigia Nba fa così, mi hanno anche proposto uno specialista, ma ho preferito affidarmi a chi già conoscevo a Milano».

ARTURAS GUDAITIS SUI TEMPI DI RECUPERO

«All’inizio della prossima stagione? Non ho dubbi in base a come sto lavorando ora. Il ritiro del mondiale inizia il 22 luglio? Non posso correre troppo. Se ci riuscissi sarebbe bellissimo, ma per ora resta un sogno. Ci proverò».

Annunci

1 Comment »

Rispondi