Vanoli Cremona vs Olimpia Milano, le pagelle | Seconde linee senza volontà, meglio il capitano di questo Jerrells

Le pagelle di Vanoli Cremona vs Olimpia Milano

Della Valle 4 – Un solo tiro tentato in 14’, assente in difesa. Tirare fuori personalità, prego.

Micov 5 – Non ha energie. Meritava più riposo di James e Nedovic.

Fontecchio 4.5 – Milano non ha bisogno di lui, e lui non sembra in grado di creare qualche dubbio. Necessita di altre piazze, altre opportunità, altre realtà.

Tarczewski 6 – 21 punti con 9/11 da 2, ma a rimbalzo non c’è. Mathiang lo sovrasta.

Cinciarini 6.5 – Sempre il primo a provarci, e a reggere difensivamente con costrutto. 8 punti, 7 rimbalzi, 2 recuperi, 4 assist e +10 di plus/minus.

Kuzminskas 4 – La missione LBA non la sente sua, ma con Milano fuori dall’EuroLeague la sua stagione potrebbe essere prossima alla conclusione. Serve altro. 2 punti in 12’.

Nunnally 6 – Fa il «go to guy» e produce per tre quarti, mancando nel finale. 19 punti in 30’ con 29 di valutazione.

Burns 6 – 9’ , troppo poco per essere giudicato. Sono 4 punti e 4 rimbalzi.

Brooks 6 – In LBA gira al largo, fors’anche per le fatiche di EuroLeague. 8 punti in 17’ con 1 rimbalzo.

Jerrells 4 – Non c’è, in LBA come in EL, e questo è un problema. Ha abusato di spazio e tempo in Europa, Cinciarini ha messo per l’ennesima volta la freccia del sorpasso. 6 punti con 4 rimbalzi e -11 di plus/minus.

Coach Pianigiani 4 – Quattro sconfitte in sette giorni contro avversari diversi, ma con medesima lettura finale: mancanza di energia e aggressività. Approccio è la parola d’ordine, e questa squadra sta fallendo ogni passo in questa direzione in un momento chiave della stagione.

10 thoughts on “Vanoli Cremona vs Olimpia Milano, le pagelle | Seconde linee senza volontà, meglio il capitano di questo Jerrells

  1. milano fuori dall’eurolega? ma no dai. mancano 2 giornate per noi ed altre 15 squadre. io ci credo.

  2. Visto solo il secondo tempo ma mi sembrano pagelle da tifoso a corto di pazienza 🙂
    9/11 per Tarcisio e solo 6 ? Il 4 che condivido e’ a Pianigiani, che per l’ennesima volta dice sciocchezze tipo “stremati” … ma chi ? Si e’ vista la solita mollezza, niente di piu’ e niente di meno.

  3. A me sembrano pagelle sacrosante.
    È ora di essere pesantemente critici con la gestione di questa squadra, in tutti i sensi.
    Siamo a un passo dalla classica crisi del secondo anno degli allenatori dell’Olimpia dell’era Armani.

  4. Pianigiani si lamenta delle scarse energie e giocano sempre gli stessi: mha’… Perche’ non si da piu’ spazio a chi non gioca in eurolega?
    Fontecchio in lba deve giocare 30 minuti a gara a fianco di Nunnally e Tarczewski, non di AdV e Burns. E’ mai possibile mischiare i quintetti??
    AdV e’ super tiratore. E’ mai possibile non avere un-gioco-uno per farlo uscire con un minimo vantaggio per tirare o penetrare?
    Senza il Cincia in campo non c’e’ gioco! Jerrels deve stare in tribuna: ormai e’ un ex giocatore. Col senno di poi la scommessa su di lui a inizio stagione e’ stata persa abbondantemente.  Pianigiani ha perso (con la squadra, of course) 4 gare importanti o decisive in otto giorni. In tre di queste la squadra ha mostrato limiti mentali. E’ davvero vincente?
    In eurolega non abbiamo piu’ possibilita’, facciamocene una ragione.
    U.Fo

  5. Per fare EL ci vuole un roster di 10 giocatori dello stesso livello, 2 quintetti equivalenti più 2-3 buoni per dar fiato/infortuni.
    Noi abbiamo 7 giocatori da EL (8 con Gudaitis). Ovviamente questi 7-8 ha fine stagione arrivo stanchi, stressati e nervosi se non i fortunati. Con il rischio di pagare in campionato.
    Poi L’allenatore ci mette del suo. Tenere in panca Burns e Cianciarini per questi Omic e Jerrels è incomprensibile.
    Ieri poi non capisco perché Micov ha fatto tutti quei minuti. E dai spazio a Fontecchio!! Ma cosa ci vuole.
    Io credo che con Proli full time presidente è finita era Pianigiani se non centra i Play-off EL.

    Ps x redazione: come mai articolo su pagelle Panathinaikos è apparso e poi sparito?

  6. Per fare EL ci vuole un roster di 10 giocatori dello stesso livello, 2 quintetti equivalenti più 2-3 buoni per dar fiato/infortuni.
    Noi abbiamo 7 giocatori da EL (8 con Gudaitis). Ovviamente questi 7-8 ha fine stagione arrivo stanchi, stressati e nervosi se non i fortunati. Con il rischio di pagare in campionato.
    Poi L’allenatore ci mette del suo. Tenere in panca Burns e Cianciarini per questi Omic e Jerrels è incomprensibile.
    Ieri poi non capisco perché Micov ha fatto tutti quei minuti. E dai spazio a Fontecchio!! Ma cosa ci vuole.
    Io credo che con Proli full time presidente è finita era Pianigiani se non centra i Play-off EL

  7. Che Milano fosse a zero di concentrazione, s’è visto subito, quando Tarczewski ha cominciato a sbagliare i tiri liberi, cosa che di solito non gli succede. Il suo 2/9 finale è la chiave per capire tutta la partita dell’Olimpia.
    Kaleb è stato il migliore, con Nunnally, ma se i migliori hanno la testa altrove…

    Del resto la botta del Pana è molto pesante da assorbire, anche per noi, personalmente riesco a comprendere che ieri sera i giocatori nostri non ne avessero più di tanto.

    I panchinari poi sono insopportabili: entrano in campo e non giocano, poi non li fa più giocare perché sono inguardabili, e si lamentano di non avere spazio.
    Della Valle, Fontecchio, ma anche Burns, che si sbatte, ma fa sempre gli stessi errori sanguinosi.
    Che delusione e che rabbia, che appena cambi il primo quintetto precipitiamo nel punteggio, e giochiamo da far schifo.

    Vedo degli errori di Pianigiani in questo, ovviamente: per esempio di non aver preparato un sistema che funzioni anche senza le star; di non aver mai veramente capito come difendere il p&r.
    Ma sono cose tutto sommato abbastanza piccole, rispetto al grande passo avanti che ha fatto la squadra sotto la sua gestione, e al grande passo avanti – di mentalità e anche di risultati – che ha fatto nel secondo anno della sua gestione rispetto al primo.
    Dunque c’è un percorso, un progresso, un metodo di lavoro, quindi la speranza di vederlo maturare ancora il prossimo anno.
    L’ipotesi che questa sia la “classica crisi del secondo anno” mi pare debolissima.

    Nelle pieghe del gioco da star, che Pianigiani predilige, e che con una panchina come questa purtroppo non si può che dargli ragione, va notato, secondo me, che Nunnally è un grandissimo, una star, come ha già dimostrato in Europa, ma non è un protagonista assoluto.
    Non è uno a cui chiedere di caricarsi la squadra sulle spalle, secondo me.
    Funziona ed è micidiale in una squadra in cui è una delle frecce, allora è micidiale – come ha mostrato anche ieri sera quando non deve fare gioco, ma ricevere quello degli altri.
    Ne andrebbe tenuto conto, secondo me, perché dargli responsabilità che non può prendersi, può mandarlo fuori giri.
    Senza l’impegno EL, mi sento di dire che l’obiettivo scudetto non sarà difficile per questa squadra.
    In un’annata, ricordiamolo sempre, dove gl’infortuni ci hanno danneggiato davvero troppo.

  8. Parliamo di cambi, di giocatori, ma non prendiamo mai in attenzione il fatto che non si può sempre e solo avere due quintetti: uno forte e uno scarso. E’ chiaro che co il secondo perdi…. Secondo me la cosa giusta è l’alchimia, è saper mescolare i giocatori che scendono in campo, è saper far rifiatare i più forti per poi averli magari in campo più freschi nei momenti che contano (in fondo, ieri sera, con qualche libero in più segnato avremmo portato a casa la vittoria, pur con un gioco sconclusionato).
    Sono convinto anche io che senza l’Europa la squadra saprà ricompattarsi e demolire gli avversari in LBA, anche se Venezia è squadra completa e temibile e se alcune squadre potrebbero metterci in difficoltà in una gara singola, ma difficilmente in una “serie”.
    Concordo che comunque la squadra è cresciuta e questo è merito dello staff tecnico. Resto amareggiato e deluso del fatto che alcuni nei (o lacune) si sarebbero potuti sistemare senza grande lavoro straordinario. Parlo della difesa si p&r e su come attaccare il pressing sui piccoli.
    Ribadisco, infine, che a rimbalzo ci devono andare tutti, non solo Kaleb, che spesso va in aiuto sul piccolo e, dunque, non può fare un tagliafuori efficace.
    Ora liberiamoci delle scorie dell’eliminazione (con onore) dall’eurolega e concentriamoci sul campionato, cercando di recuperare gente come Brooks (troppo importante) e Nedovic.

  9. come spesso succede mi trovo d’accordo con Palmasco, soprattutto per ciò che riguarda james nunnally. il numero 21 potrebbe essere il vero protagonista giovedì contro la sua ex squadra. peccato vedere vlado così scazzato, il professore è stanco e avrebbe meritato un turno di riposo. Suerte e forza Olimpia.

    “Ora liberiamoci delle scorie dell’eliminazione (con onore) dall’eurolega e concentriamoci sul campionato, cercando di recuperare gente come Brooks (troppo importante) e Nedovic.” è no spettabile U.Fo delle scorie di eurolega ci libereremo dopo la partita numero 30. sono disposto ad arrivare anche terzo in campionato se in eurolega sisarà dato tutto fino all’ultima stlla di sudore. #vinciamo con il fener. Forza Olimpia.

  10. Spettabile Leopard: rispetto il tuo (e quello di altri) parere ma direi che le ultime due di Eurolega sono solo formalità. Potremmo anche riuscire a vincerne una (difficile in questo stato di forma) ma è il calendario di Olympiakos, Maccabi, Vitoria e Bayern che mi spinge a considerare conclusa (con onore) l’eurolega. Sono disposto a scommetterci: se Milano passa, non scrivo più su questo blog!
    Certo che le ultime due vanno comunque giocate.
    Quanto al campionato italiano, la posizione finale prima dei play off non è così importante: e’ sufficiente essere tra le prima quattro. E’ uno dei motivi per i quali in lba avrei lasciato molto spazio in più a Burns, Della Valle, Fontecchio (e Cinciarini), sin dall’inizio della stagione, a costo, appunto, di perdere qualche gara, ma senza pregiudicare nulla per lo sprint finale.
    Forza Olimpia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Vanoli Cremona vs Olimpia Milano | Pianigiani: Brooks ha un'infiammazione al tendine rotuleo

Il coach di Olimpia Milano commenta così la sfida con Vanoli Cremona

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Olimpia Milano vs Panathinaikos, le pagelle | Una dura lezione per James, un difetto di squadra mai curato

Olimpia Milano vs Panathinaikos, le pagelle

Chiudi