L’Olimpia Milano ospita alle ore 17 la Reyer Venezia. La gara, valevole per la 22esima giornata di LBA, è stata anticipata di due ore per evitare scomode sovrapposizioni con il derby calcistico di Milano.

La Reyer Venezia tenta l’ultimo assalto al primato

Per la Reyer Venezia è l’ultima possibilità di agganciare la prima posizione in classifica, ottenuta lo scorso anno al termine della stagione regolare. In caso di vittoria milanese, il vantaggio sarebbe di 4 “W” oltre al 2-0 dello scontro diretto. Per chiudere davanti agli uomini di De Raffaele, insomma, all’Olimpia basterebbero due vittorie nelle ultime sette gare.

Il momento dell’Olimpia Milano

L’Olimpia Milano è reduce dal fondamentale successo casalingo con l’Olympiacos, annacquato dalla tripla «di tabella» di Nick Calathes a Mosca. Si apre quindi una settimana cruciale, con la trasferta del 20 marzo a Madrid prima della resa dei contri del 22 marzo al PalaDesio con il Panathinaikos (ringraziamo, a tal proposito, il concatenarsi di eventi infami che costringono l’Olimpia a giocarsi la gara dell’anno lontano dal Forum).

Il turnover dell’Olimpia Milano

Dunque, Simone Pianigiani dovrà far bene da conto. L’Umana Reyer Venezia è squadra poderosa nel pitturato, ma che come ogni squadra di De Raffaele si affida molto al tiro da fuori. Il Real Madrid ha lunghi “cattivi” così come il Pana. Quindi, si prospetta una settimana complicata per Kaleb Tarczewski, già costretto a 31’ con l’Olympiacos. Il lungo viaggia a 17’ di media in EuroLeague…

Il turnover stranieri potrebbe quindi interessare la batteria lunghi nonostante la presenza di Watt, Biligha e Vidmar, anche in forza della valenza a questi livelli di Christian Burns. Per la seconda rinuncia, giusto segnalare come Vlado Micov abbia saltato la quindicesima, la diciottesima e la ventesima giornata, assicurando poi 33’ contro l’Olympiacos. Nemanja Nedovic pare necessitare di minuti di rodaggio dopo il lungo stop, James Nunnally ha pagato l’andirivieni dagli USA, e Curtis Jerrells non è certamente fondamentale (a differenza di Mike James in una gara comunque di cartello) nella LBA di Andrea Cinciarini.

Le scelte obbligate della Reyer Venezia

E Venezia? Poco da dire. Squadra assolutamente non in fiducia, reduce da un altro fallimento europeo, ma comunque abbastanza continua in Italia. L’infortunio di Deron Washington ha levato ogni dubbio di turnover ma Austin Daye è la vera «causa» dell’altalena di risultati. La società valuta altre strade nel ruolo, mentre Stefano Tonut vive la stagione del rilancio, MarQuez Haynes garantisce fiammate, Michael Bramos è il volto di ogni parziale, Valerio Mazzola e Andrea De Nicolao hanno un valore ben superiore a quanto si pensi.

Una gara affascinante, prima della settimana cruciale.

Annunci

5 Comments »

  1. No, leggi bene. Se stasera vinciamo poi ne bastano due.
    Ma al di là di tutto, si può perdere senza nessuna vera conseguenza. Io non avrei dubbi e farei giocare solo la panchina.

    Mi piace

  2. Gara da giocare, stasera, e possibilmente da vincere, senza fare calcoli. Per il tournover non saprei: rinunciareca Kaleb in una gara come questa non e’ cosi’ facile…
    Sul discorso forum: una grande societa’, come vuole essere Milano, deve avere il proprio palazzetto. Il problema e’ che in Italia per costruirne uno ci sono milioni di cavilli, burocrazia, lentezze. Tutte cose che ti fan scappare la voglia di costruirne uno….

    Mi piace

  3. Sono d’accordo con “Tom Sawyer” (!), partita da affidare alla panchina vada come vada – con qualche minuto ai top 6, tanto per non farli arrugginire.

    Aggiungo addirittura che, per me, visto il doppio impegno in settimana, in questo caso e per la ragione della vicinanza delle due partite (+volo), io andrei a Madrid a mezzo regime, con molti minuti a una parte della panchina – molto Cincia molto Kuzminskas, molto Burns -, per non rischiare infortuni e sfiancarmi in una partita ad altissima probabilità di sconfitta, quando la vera partita è quella col Pana a Desio – che anch’io proprio non ce la faccio a chiamarla “in casa”.

    Perché se vinciamo col Pana il salto è importante, e poi ci resterebbero ancora due occasioni di fare il colpaccio quasi impossibile, con le due di Istanbul.

    Mi piace

  4. Difficile scegliere. La sconfitta di stasera con i big comunque in campo non e’ il massimo. Anche io avrei preferito dare mooolto spazio alla panchina, perdere per perdere!
    In fondo in lba contano soprattutto i play off….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...