Il ds di Olimpia Milano, Alberto Rossini, ha rilasciato alcune dichiarazioni nella giornata di lunedì a Luca Guazzoni di Ansa: «La sconfitta di Coppa Italia va archiviata capendo gli errori che abbiamo commesso per cercare di non ripeterli subito nella partita successiva. La partita di giovedì è un’altra partita da dentro o fuori, quindi non possiamo assolutamente sbagliarla perché vorrebbe dire non aver fatto tesoro degli errori commessi in Coppa Italia».

Analisi quindi del flop di Firenze: «In Coppa Italia non hanno funzionato una serie di cose: non l’approccio che è stato positivo, come testimonia il fatto che eravamo avanti di dieci punti pur sbagliando parecchio. E’ scattato qualcosa e non appena ci hanno raggiunti non abbiamo avuto la forza di reagire e abbiamo perso un po’ l’inerzia della partita. Nel secondo tempo poi ci siamo innervositi a dover inseguire sempre una squadra che ha sempre fatto canestro nei momenti importanti quando noi cercavamo di riavvicinarci. Forse con un po’ più di lucidità saremmo qui a parlare di un’altra partita».

E adesso c’è il Maccabi Tel Avivi, giovedì sera al Forum: «Il margine per cercare di recuperare si è molto ridotto quindi questa diventa una partita da dentro o fuori. Ma questo non vuol dire che sia vincendola che perdendola si sia fuori».

Le condizioni di Tarczewski e Nedovic? «Sono abili e arruolati».

Olimpia Milano – Maccabi Tel Aviv sarà anche la sfida tra Mike James e Scottie Wilbekin: «Per molti motivi sono due tra i due playmaker più pericolosi a livello offensivo. Mike James è un ragazzo molto orgoglioso e taciturno e quando gioca male o avrebbe potuto fare meglio lo sa e sicuramente nella partita successiva cerca sempre di riscattarsi, quindi io mi aspetto una reazione positiva da quel punto di vista».

Annunci

1 Comment »

Rispondi