Fabrizio Lorenzi firma per Repubblica – Milano l’Up & Down delle Final Eight di Firenze. Nei down, Mike James e Simone Pianigiani.

Mike James: «Incappa in una delle sue peggiori prestazioni della carriera al tiro (3/18) che trascina Milano ad inseguire per tutta la partita la Virtus. Finisce nella ragnatela di Sacripanti e ci resta impigliato, oltre ad essere punito costantemente da Tony Taylor».

Simone Pianigiani: «Un anno dopo, cambiano gli attori, ma il film è sempre lo stesso: un fallimento totale. Scelte sbagliate, atteggiamento passivo e gestione senza logica. Il solo Scudetto (obbligatorio), potrebbe non bastare per la riconferma sulla  panchina biancorossa».

Nel servizio anche le opinioni di Massimo Pisa e Sandro Gamba.

Annunci

3 Comments »

    • Lo Scudetto potrebbe bastare, purtroppo.
      Il punto però, ed è vero, è che in due anni i problemi di base nei momenti cruciali sembrano permanere: prevedibilità, mancanza di rotazioni nonostante panchina lunga, incapacità di applicare contromisure sia alle squadre avversarie che a periodi negativi.
      Quest’anno va sicuramente meglio in EL, ma come l’anno scorso c’è stato un periodo rovinoso in termini di risultati che possono compromettere definitivamente l’accesso ai playoff.
      Pianigiani è quindi il coach giusto per portare l’Olimpia stabilmente nelle prime 8 di EL?
      Per ora il rapporto costi/risultati rimane negativo.

  1. Scudetto (obiettivo minimo) o no concentriamoci ora su queste gare di Eurolega. Raggiungere i play off sarebbe davvero una bella soddisfazione.

Rispondi