Goudelock potrebbe tornare in campo, e il Panathinaikos imbattuto all’Oaka è distratto dal contratto di Calathes

Presentazione flash per Panathinaikos-Olimpia Milano, dodicesimo turno di EuroLeague. La squadra biancorossa, reduce da cinque ko nelle ultime sei gare, è partita per la Grecia alle ore 17.35, lasciando a casa il solo Patric Young. Della truppa anche Andrew Goudelock, con Marco Cusin bendato per una ditata all’occhio destro ricevuta in allenamento. 

E la grande notizia si riferisce proprio al numero 0, di cui vi avevamo già riferito gli ottimismi degli ultimi giorni, e che venerdì sera potrebbe anche scendere in campo (possibilità 50% per non esagerare) dopo aver inciso sulla squadra con un record 2-5 in sua assenza.

Greci caduti a Kaunas dopo cinque vittorie in fila, mai ko all’Oaka nella stagione in corso (l’ultimo il 20 aprile 2017 nella nefasta serie playoff con il Fenerbahce), e in fuga in campionato dopo il sorprende passivo dell’Olympiacos con l’Aek Atene.

Nessuna problematica di roster per Xavi Pascual, che ha chiesto alla società un intervento sul mercato dei lunghi. Di fatto, gli arrivi estivi non hanno sortito grossi effetti, visto che il centro Ian Vougioukas viaggia a 8’ di media, l’atletico Zach Auguste non va oltre i 7’, Thanasis Antetokounmpo garantisce 3.4 punti in 11’, Matt Lojeski è a 5.5 con 11 triple segnate in 11 partite. Restano solo i timidi segnali di Lukas Lekavicius, 12’ di media comunque decisivi ad esempio nel successo con l’Olympiacos al sesto round.

Schermata 2017-12-14 alle 22.47.54

Spinosa è invece la questione del contratto di Nick Calathes. Il caso è emerso in queste ore, visto che la scadenza è fissata al 30 giugno 2018 (firmò un triennale nell’estate 2015). Solo un anno fa le parti discutevano un prolungamento triennale, con escape Nba. Di fatto nessuna firma è mai stata posta, e se club e giocatore vedono nella conferma la priorità, il Fenerbahce resta alla finestra…

Alessandro Luigi Maggi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Le pagelle di RealOlimpiaMilano - Non si parli di ingenuità per Theodore, ma le colpe sono di Pianigiani

Goudelock 6 – Ritorna in campo dopo una lunga attesa, e produce subito un buon basket, sfruttando bene i raddoppi in fase di assistenza. Nel finale non ha la forza per emergere. Micov 6 – Miglior marcatore di squadra. Aggressivo anche in uscita sui raddoppi, non vede il canestro dall’arco […]

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Perché Milano è sulle gambe? Nell’attesa, tutto su Andrew Goudelock e Patric Young

Cinque sconfitte nelle ultime sei gare sono avvisaglie di crisi. Concetto ribadito e sostenuto in questi giorni, per un’Olimpia Milano...

Chiudi