Livio Proli ha detto sì: l’Olimpia Milano torna sul mercato dei lunghi. Non ci saranno vittime imminenti, ma il futuro…

Sarà mercato, ancora una volta, in casa Olimpia Milano. Nel primo pomeriggio di lunedì Livio Proli, presidente del club, avrebbe dato il suo avvallo al GM Flavio Portaluppi: nuovo innesto nel reparto lunghi.

Ma andiamo con ordine. Come riportato su Sportando da chi scrive, nella giornata di lunedì la massima dirigenza biancorossa ha incontrato a pranzo Patric Young. Arrivato a Milano nella giornata di venerdì, il giocatore si è subito messo al lavoro alla secondaria del Forum d’Assago, dando inizio al secondo atto del recupero dopo una prima fase sostenuta in Florida. Raggiunto in città anche dalla madre, Young potrebbe lavorare in solitaria fino a metà ottobre, iniziando a vedere il campo nella seconda metà di novembre.

Un piano che ad oggi risponde alle attese di inizio estate, quando le parti trovarono un accordo 1+1 con ampie uscite a favore di Milano. Da qui il pranzo di lunedì, e un confronto che avrebbe rasserenato ancora di più la dirigenza milanese. Il giocatore ha convinto, il fisico anche, eppure, come detto, il mercato si riapre.

Molteplici le motivazioni. Un calendario di EuroLeague che richiede un immediato e forte impatto per evitare le malinconie della passata stagione. La consequenziale certezza di non poter reggere nel pitturato con Cusin, Jefferson e Tarczewski. Il complicato status del numero 15: quarto USA per logica (dietro Goudelock, Jefferson e Young), in un roster oggi a 15 (il sedicesimo è il giovane La Torre), dove quindi i tesseramenti (ovvero la discesa in campo nei 12) non andrebbero sprecati almeno in LBA.

Può Kaleb Tarczewski, giovane pivot in cerca di una dimensione, vivere da straniero di Coppa dal giorno del pieno rientro di Young (che in LBA avrebbe la necessità di accumulare minuti)? La risposta è no, anche perché lo stesso Simone Pianigiani non sarebbe così convinto dell’apporto in prospettiva, sul breve, del pivot privato del passaporto polacco.

Da qui la ricerca di un nuovo elemento. Pronto, disponibile, quotato. E il sì di Livio Proli. Noto l’interessamento a Arturas Gudatis. Possente centro lituano, padronanza del post basso che rappresenterebbe una discontinuità nel roster milanese, era stato già al centro del mirino in febbraio, quando il GM Flavio Portaluppi lo visionò personalmente nel corso della gara di EuroCup tra Lietuvos Rytas e Zenit San Pietroburgo. Il nome girava da qualche giorno, l’accordo sarebbe un biennale dietro pagamento di un buyout, ma non solo. Molte agenzie sarebbero alla porta della dirigenza del Forum d’Assago, tra cui la potentissima BeoBasket di Misko Raznatovic.

Ad oggi nessun giocatore sarebbe comunque in uscita, neanche quello Zoran Dragic che ben sta figurando nel precampionato. Ma il tempo è galantuomo, le verità emergeranno. Intanto, mercoledì, tutti al PalaDesio per Olimpia Milano-Khimki. Nonostante il vivo azzurro di Ettore Messina.

Alessandro Luigi Maggi

Annunci

2 pensieri su “Livio Proli ha detto sì: l’Olimpia Milano torna sul mercato dei lunghi. Non ci saranno vittime imminenti, ma il futuro…

  1. Dai filmati che ho visto, sa fare cose che Tarc purtroppo non saprà mai fare, però Tarc le sue cose le sa fare bene e sono molto utili. Spero che prendano Gudaitis e che Tarc si sbrighi a crescere, sarebbe una bella coppia se Young non ce la dovesse fare. Se invece ce la farà, come spero, sarà uno di quei mal di testa che fa sempre piacere avere

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...