La Coppa Italia, Kruno Simon, e il mercato congelato (per ora)

Dopo una giornata di relativo riposo scatta ufficialmente oggi, martedì 14 febbraio, la marcia di avvicinamento dell’Olimpia Milano all’evento Final Eight di Coppa Italia. Il primo, reale, pesante banco di prova dopo mesi complicati, perché se l’EuroLeague è un ballo di cui si ringrazia per l’invito, Rimini è casa di proprietà dove vincere rasenta la normalità. E quando il “normale” lascia spazio all’ “anormale”, fallimento è un sentimento che subdolo prende piede.

Lunedì è stata comunque giornata di attesa per le condizioni di Krunoslav Simon. Il giocatore croato aveva già ottenuto un turno di riposo domenica scorsa contro Varese, per poi partire al fianco della squadra per la trasferta di Istanbul. Qui i dolori avvertiti nella fase di riscaldamento, tanto da far temere l’assenza. Simon gioca invece 17’ limitandosi al tiro, ma prima della gara di domenica con Brescia il fastidio torna e con lui l’abbandono del Forum d’Assago per approfonditi esami clinici. 

Esami che arrivano nella giornata di lunedì. Il terrore è un’ernia che potrebbe mettere a rischio la stagione. La realtà qualcosa di ben diverso (e meno grave), ovvero una sofferenza nervosa lungo la tibia. Il giocatore deve quindi sottoporsi a terapie, e conseguente valutazione quotidiana. La speranza della società circa la sua presenza a Rimini non si spegne, ma diventa d’obbligo una gestione differenziata gara per gara (se più di una sfida sarà).

Infortuni, e mercato. Tutto congelato sino al dopo Coppa Italia, dunque, con i nomi emersi nelle ultime settimane che paiono più figli della lista di opportunità per la prossima stagione. Con Yogi Ferrell infine tesserato dai Dallas Mavs in Nba (il giocatore era stato attenzionato, oltre che dall’Olimpia, anche da Maccabi Tel Aviv e Darussafaka), ha destato grande attenzione la presenza del Gm Flavio Portaluppi alla gara di Eurocup tra Lietuvos Rytas e Zenit San Pietroburgo. Da confermarsi l’interesse per Arturas Gudaitis: il possente lungo lituano era alla seconda gara dopo la frattura del metacarpo, e ha risposto con una prestazione vigorosa (11 punti, 9 rimbalzi e 8 falli subiti in 21’). In una gara dove ha brillanto anche la guardia russa Sergey Karasev, da segnalare anche i 21 punti di Janis Timma. L’ala lettone, classe 1992 di 201 centimetri (numeri alla Alessandro Gentile), nel taccuino già due anni fa dell’ex Gm Simone Casali, pare destinata ad essere al centro del prossimo mercato estivo, visti i sondaggi di Maccabi Tel Aviv, Cska, Barcellona e Real Madrid.

Annunci

Un pensiero su “La Coppa Italia, Kruno Simon, e il mercato congelato (per ora)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...