“Hai cambiato questa stagione”. La dedica di Hezonja a Yabusele

Alessandro Maggi 19

Un video, destinato a far discutere, arriva da Israele. Al termine della finale che ha incoronato il Real Madrid, dedica di Hezonja a Yabusele

Un video, destinato a far discutere, arriva da Israele. Al termine della finale che ha incoronato, a Kaunas, il Real Madrid campione di EuroLeague, Mario Hezonja si avvicina a Guerschon Yabusele.

Il francese non ha potuto giocare l’ultima parte della stagione di EuroLeague, squalificato dopo l’aggressione a Dante Exum nel corso della rissa di gara-2 playoff tra Real Madrid e Partizan.

Dopo quella gara, e quella maxi-rissa che portò allo 0-2 nella serie, il Real ha vinto cinque partite in fila, conquistando la finale contro l’Olympiacos e il trofeo.

E qui entra in gioco il video rivelato da Sport5 in Israele. A Kaunas, nel pieno dei festeggiamenti, Mario Hezonja si avvicina a Guerschon Yabusele e gli dedica il successo: «You changed the f-n season for us». Ovvero, «hai cambiato per noi questa fottuta stagione».

19 thoughts on ““Hai cambiato questa stagione”. La dedica di Hezonja a Yabusele

  1. Oltre a saper perdere, bisogna anche saper vincere, non è da tutti, di sicuro non di chi fa queste cose.
    Per questo il Real è la squadra del Chacho e non di Hezonja che ne fa semplicemente parte, e che sparirà nei ricordi, mentre il Chacho resterà per sempre nel cuore di tutti gli sportivi, ovunque giochi e anche quando avrà smesso.

    1. Il Real è la squadra di una potenza del basket che la usa naturalmente per i suoi fini. È una squadra che in campo condiziona fortemente gli arbitri ed abbiamo visto anche fuori dal campo. È la squadra di llull, Fernandez, Henzonia, Deck, Yabusele.

      È la squadra dove ha scelto di giocare il Chaco e lo capisco e va bene cosi. Però siamo chiari non è la squadra del Chaco.

      Qui si ferma il mio pensiero perché adoro, ammiro l’uomo ed il giocatore.

      Ma, ma se usassi il metodo che spesso si usa in questo blog, per paradosso potrei sostenere che ha preferito pessime compagnie ..per molto meno su questo blog molti sono stati additati e messi in croce.
      Quindi ne santi, ne diavoli

      1. Pur di provovare sei talmente patetico che riesci anche nell’intento di criticare l’unico giocatore della gestione Messina che è riuscito a mettere d’accordo tutta la nostra tifoseria. Quando parli del Chacho sciacquati la bocca.

  2. Eh ma elogiamo il Real e Chus Mateo, mi raccomando.
    Ed il mentecatto è Punter, certo.

  3. Poche parole. È slavo in questo caso croato non serbo, ma cambia poco. Non possiamo giudicare quella cultura perché per un latino è incomprensibile. Quindi nulla di nuovo, solo una conferma

  4. Non mi risulta che Yabusele sia arrivato a stagione in corso, con lui in campo erano sotto 2-0 col Partizan, quindi ha detto una cagata, sarà amico suo

  5. Bah vado contro corrente, se vogliamo trovare l’artefice della rissa quello è Llull, poi si è scatenato il putiferio e chiaramente Yabusele ha dato il suo contributo, però non è stato certo lui ad accendere la miccia.
    Magari era semplicemente una presa per il culo dovuta al fatto che tutte le partite successive si sono giocate senza il francese e sono state vinte tutte…

  6. Veramente quello che l’ha salvata caso mai è stato Llull. Ha messo in moto lui tutto. Poi gli altri gli sono andati dietro. Resta il fatto che o nel calcio e nel basket una delle 2 il real la deve vincere.

  7. Chus Mateo è la dimostrazione che il basket quando lo si rende un gioco semplice, vince, senza andare a cercare strade troppo tortuose, capziose, il Real con uno schema che oserei definire “vintage” difesa in linea ed un centro con certe capacità, dopo 5 anni si è portato a casa il trofeo più ambito…in buona sostanza giusto per i più distratti cosa deve fare un centro nel basket, segnare, prendere rimbalzi, condurre contropiedi, giocare pick&roll sia da bloccante che da portatore di palla, cercare di stoppare e contestare i tiri avversari , insomma tutte le caratteristiche di Tavarez, ed infatti è stato eletto miglior giocatore della finale. Quest’anno non ha vinto la squadra migliore, ma quella più abituata a fare certe partite, di contraltare ha perso la squadra che in certi momenti dell’ incontro ha dimenticato certe capacità consolidate durante tutta la stagione. Volendo analizzare la partita attraverso due giocatori, Rodriguez che ha continuato a fare quello che sa fare, e Walkup che ha dimenticato di fare quello che sa fare, un esempio: semifinale contro i monegaschi, riuscire a contenere James dopo l’exploit dei primi 10′; nella terza frazione, quella che ha determinato l’ incontro, il Monaco realizza appena due punti.
    La finale ha dimostrato che la squadra più capace durante tutta la stagione ha perso…poi ci sta l’abitudine, il sangue freddo e chi più ne ha, più ne metta ma resta sempre il fatto che le partite le devi sempre giocare, e non ultimo, ma importante, le devi anche vincere, il resto tutte chiacchere da…forum…

    1. Sarà che sono “distratto” ma non è che tutti i centri si chiamano Tavares! E’ come se mi dicessi per fare il playmaker basta giocare come fa Curry… E’ logico che se hai un centro dominante giochi cercando di valorizzarlo, ma realmente quante squadre in Europa possono giocare in quella maniera sui due lati del campo?

      La finale ha dimostrato che un campione può fartela vincere, ma se quel tiro di Llull finisce sul ferro, la coppa va verso il Pireo, quindi parlare di squadra che ha meritato per me è sbagliato, la partita è stata giocata alla pari e poteva finire in un modo o nell’altro

    2. “E se il tiro di Llull non fosse entrato” o “se l’ultimo tiro di Sloukas fosse entrato”.
      Con i “se” non si fa la storia, per il resto concordo con Radical Chic, ha vinto la squadra più forte e più abituata a certe partite, e che si fonda ancora sull’asse play-pivot, cosa a noi di Milano sconosciuta da 4 anni…

      1. Oh finalmente una cosa su cui siamo d’accordo: sul fatto che tu sia un asino penso non ci siano dubbi!😂

  8. C’è mancato poco che cambiasse anche le vita di Exum, mandandolo per sempre su una sedia a rotelle.
    Quella sera si è consumata una vergogna assoluta e Yabusele avrebbe dovuto essere squalificato per ben più di 5 partite.
    Tovo disgustoso che, alla prima di Eurolega della prossima stagione, sarà regolarmente in campo.

    1. Sono d’accordo con Massimo 69, ho già scritto qualche giorno fa che per me Yabusele andava squalificato a vita e che andasse a praticare arti marziali in un posto diverso da un campo da basket, invece gli hanno dato solo 5 giornate ed ha giocato tranquillamente in ACB. E l’altro bel tomo di Hezonia lo ringrazia pure! Non ho parole!

  9. Final four falsate. Il Real ci doveva essere e cosi e stato. Vergognoso finale di Eurolega a parti invertite il Partizan veniva espulso della prossima comoetizione. Eurokega come la kegge in Italia ‘ Non e’ uguele per tutti’
    E il Real e inutile che festeggi un trofeo dove non meritava di competere per la vittoria

Comments are closed.

Next Post

“Cesare Rubini Exhibit”, da sabato 27 allestimento in Fan Zone

Sabato per Gara 1 di semifinale, la “Cesare Rubini Exhibit” presentata dall’Olimpia Milano sarà allestita nella “Fan Zone"
Cesare Rubini Exhibit

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: