Flavio Portaluppi: L’Olimpia Milano? La seguo da tifoso e appassionato

Flavio Portaluppi, ex presidente, GM e giocatore di Olimpia Milano, si racconta dal suo nuovo mondo fuori dal basket

Flavio Portaluppi, ex presidente, GM e giocatore di Olimpia Milano, si racconta dal suo nuovo mondo fuori dal basket analizzando i temi caldi di queste settimane. E, ovviamente, ribadisce la sua fede biancorossa.

SU OLIMPIA MILANO

«L’Olimpia Milano? È parte di me, da tifoso e appassionato. Sono stati due anni colmi di emozione. Un anno fa sono venute meno le energie mentali, più che fisiche, dopo le Final Four di Colonia. Questa volta qualche acciacco di troppo ha pregiudicato la serie con l’Efes, ma le finali scudetto hanno confermato i valori in campo della squadra di Ettore Messina».

SU FRANCO CASALINI

«Sono stato allenato da lui sul finire della grande Milano degli anni ’80 e inizio anni ’90. Un coach che sapeva essere duro, mi ricordo ancora i “suicidi” in palestra che ci imponeva quando perdeva le staffe. Ma direi che in questi giorni un po’ tutti hanno saputo evidenziarne le grandi qualità costitutive: preparazione ed umiltà. Sapeva ascoltare».

SULL’ASPETTARSI UNA SIMILE CRESCITA DA MELLI

«No. Ma non certo per ridimensionare le sue capacità. E’ stato tutto merito suo. Ha saputo rischiare, andare prima a giocare all’estero da straniero e quindi accettare la sfida NBA. Lavorando duro».

3 thoughts on “Flavio Portaluppi: L’Olimpia Milano? La seguo da tifoso e appassionato

  1. Adoravo il Lupo. Lo conoscevo sin da quando giocava nelle giovanili. Ho visto a fianco a lui la finale di Losanna, sugli spalti freddi di quel palaghiaccio. Adoravo il suo tiro mortifero, la sua voglia di competere e di vincere. Non posso non pensare, però, che uno col fisico come il suo non avrebbe certo potuto giocare in EL.
    Grande Flavio!

  2. Bello leggere qui di Flavio….mondi storici che ancorano agli inizi con il Basket Corsico e, udite udite, il Banco Ambrosiano…che fu (lui con il Corsico) la nostra prima partita da avversari se ricordo bene, e poi incredibili ricordi alle giovanili Billy, Simac e Tracer….grande nostalgia solo al pensiero. Classe pura, dentro e fuori dal campo, sin dagli inizi…e si parla di 40 anni fa!!! Auguri Flavio!

  3. Portaluppi giocatore a Milano lo ricordo benissimo. Tiratore di livello. Era un altro basket rispetto a quello di oggi cmq. Da dirigente olimpia invece non ha certo lasciato il segno

Comments are closed.

Next Post

Un semplice giudizio sul roster Olimpia Milano: Naz Mitrou-Long

Una stagione da urlo a Brescia: saprà ripetersi con i campioni d'Italia? Analizziamo cosa potrà dare il nuovo playmaker biancorosso
Naz Mitrou-Long

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: