La Virtus Bologna trionfa in EuroCup e raggiunge Olimpia Milano in EuroLeague

F.M.B 39

I bianconeri vincono la competizione europea e si qualificano per la prossima Eurolega

La Virtus Bologna batte il Bursaspor 80-67 nella finale di Eurocup 2022 per e stacca il pass per l’Eurolega 2022-23! La Segafredo è la prima squadra italiana a vincere l’Eurocup e lo ha fatto in una prestazione dominante dall’inizio alla fine.

I campioni d’Italia in carica indirizzano subito la partita con le loro stelle: 8 punti per Teodosic, 7 per Belinelli in una prima frazione chiusa avanti 25-12. I turchi toccano anche il -15 (40-25) prima di andare al riposo lungo sotto 41-31 con la difesa della Virtus magistrale: 8/24 dal campo (3/13 da 3) per il Bursa contro il 14/33 dei padroni di casa.

Nella ripresa gli ospiti non mollano e fanno tremare i padroni di casa quando a 8’14” Bitim segna il canestro del -5 (64-59). Nel momento più difficile la Segafredo risponde con autorità break di 6-1 per il 70-60 che scaccia la paura. Il colpo del KO arriva con Jaiteh che schiaccia il 78-67 a 2’30”.

39 thoughts on “La Virtus Bologna trionfa in EuroCup e raggiunge Olimpia Milano in EuroLeague

  1. Le vittorie sono sempre vittorie però tutto questo trionfalismo per aver battuto alla fine (ed in casa)l’ottava in classifica del campionato turco mi pare un tantino esagerato.
    Bursa comunque sconfitto con onore da una squadra nettamente superiore che si sarebbe dovuta sbarazzare dei turchi in ben altro modo.Grande il Mago,detestabile come uomo ma con la palla in mano ci sa ancora fare assai.
    Continuo a pensare che se la Virtus e’ questa l’Olimpia al completo e’ favorita in una eventuale finale.

    1. Siamo sicuramente favoriti per la finale. Noi avremo recuperato tutti e stiamo lavorando per essere in forma per la finale. Loro hanno lavorato pe essere in forma oggi.

      1. Concordo con lei signor Doc,noi siamo favoriti ed abbiamo dimostrato di essere una grande squadra contro i migliori in Europa e solo qualche dettaglio sfortunato ci ha impedito di incontrare l’Oly in semifinale ,perdendo contro l’Efes, i campioni in carica.E non sarà certo la vittoria della Virtus nella coppetta che mi farà cambiare idea.
        Come ha detto Kyle ora tutti uniti,il campionato con tutto il rispetto (per me) vale ben poco rispetto all’Eurolega ma se battiamo quei buffoni di Bolognesi avra’ certamente un altro sapore.

    2. Mi dispiace ma non sono assolutamente d’accordo, vero che il Bursaspor non è una formazione di primissima fascia, però l’Eurocup è competizione seria e faticosa quasi quanto l’Eurolega, in più i Turchi hanno già fatto fuori formazioni ben più basonate ed in trasferta quali partizan e Andorra, mentre Bologna ha banchettato a Gran Canaria prima e Valencia in semifinale (sempre in trasferta). Quindi meriti a loro. Che poi la formula dell’Eurocup lasci un po’ perplessi è un altro discorso, però onore a chi ha vinto e chi è arrivato alla fine. Ed in una finale gara secca può succedere di tutto.
      Ad ogni modo l’euforia è dovuta anche all’accesso immediato in Eurolega dopo svariati anni, quindi giustificatissimo! Io da tifoso olimpia sono contento perché riporta in Italia una coppa europea di prestigio e permette all’Italia di avere una seconda squadra in Eurolega, sperando possa aiutare ad innalzare il livello medio del modesto campionato italiano.

      1. Scusa Marco, l’ Eurocup, è competizione seria e faticosa? ( 18 amichevoli, + 4 partite secche ) Non scherziamo. Andorra, formazione blasonata? Occupa il 16° posto, nel campionato spagnolo e, sta lottando per evitare la retrocessione, in seconda divisione. Infine, Bologna, non ha mai banchettato a Gran Canaria, visto che, al 2° turno, ha affrontato sempre a Bologna, i tedeschi dell’ Ulm ( 5° posto, campionato tedesco ).

  2. Bene,così vedremo giocando 2/3 volte a settimana ,se fanno i fenomeni.

    1. 🤣🤣🤣🤣🤣

      “Fu il sangue mio d’invidia sì rïarso,
      che se veduto avesse uom farsi lieto,
      visto m’avresti di livore sparso.”

      Dante Alighieri
      Divina Commedia
      Purgatorio, Canto XIV

    2. Dario non era in rigoroso ordine, gran Canaria l’ha affrontata nel girone prima della fase ad eliminazione diretta (e comunque era in testa al proprio gruppo). Il piazzamento nel proprio campionato è relativo perché dovresti sapere benissimo che il livello medio della Liga ACB è decisamente più alto del modesto campionato italiano, difatti sistematicamente le nostre formazioni raccolgono da anni magre figure.
      Cerca piuttosto di cogliere il significato del mio post, chiaro che l’Eurolega è nettamente più importante e faticosa, ma il calendario dell’Eurocup è comunque molto fitto e ti costringe a viaggiare per mezza Europa, definirla coppetta da dilettanti proprio no. Partizan, olimpia cedevita, Valencia, joventud, turk Telekom, tutte scarse? Ricorda che per quanto tu sia forte vincere non è mai banale.

      1. Marco, personalmente, non ho mai definito, eurocup, una coppetta da dilettanti. Ho sempre sostenuto che il format, di questa edizione, ha tolto il benché minimo spirito competitivo, alla prima fase. Promuovere 16 squadre su 20, è un unicum, nella storia dello sport. Questo, nulla toglie alle 4 gare della seconda fase, dove Bologna, ha dimostrato ampiamente, di essere la migliore.

      2. Scusa Dario, non era riferito a te la definizione di coppetta per dilettanti, è solo per molti che sminuiscono la vittoria in Eurocup. Poi è chiaro che l’Eurolega sia molto più competitiva, è vero che la formula di quest’anno era piuttosto discutibile, così come il roster della Virtus era probabilmente il più profondo, però è anche vero che giocarla è stato per lo meno dispendioso e la vittoria assoluta, data la presenza soprattutto di partizan e valencia non era così scontata.

      3. Dispendioso no, dai. La Virtus ha fatto 11-7 in RS perdendo con squadre veramente di basso livello. Delle 4 partite successive, io non so se lo sforzo mentale e fisico sommato ne faccia 2 di stagione regolare di EL. Questo con, dopo l’esclusione delle russe, un roster da EL di fascia medio-alta. Puoi battere solo l’avversario che hai davanti e puoi vincere solo la competizione in cui giochi, quindi massimo rispetto per la vittoria. Però è anche corretto metterla in prospettiva.

  3. la fase finale la deciderà Petrucci e gli arbitri che Messina ha già qualificato come inadeguati e che lo aspettano al varco

    1. Mistertate, 18 partite di RS infrasettimanali (considerando anche le soste forzate per COVID) in giro per l’Europa sono già di per sé dispendiose indipendentemente dal valore dell’avversario.

  4. Se ci incontreremo in finale vincerà la migliore, e se saremo in finale difficilmente perderemo. Mentre per voi sara già un successo partecipate come sempre. Voi non vincete mai

    1. Scrisse quello che ha vinto fortuitamente dopo 20 anni uno scudetto dopo aver conosciuto il purgatorio della A2 .

  5. Complimenti sinceri alla Virtus! Zanetti e Baraldi hanno costruito uno squadrone, magistralmente condotto prima da Djordjevic ed ora da Scariolo. Avere un’altra squadra (che sarà sicuramente competitiva) italiana in EL è un’ottima notizia per il basket del nostro italico suolo. Ed ora via ai play-off di LBA: da tifoso Olimpia spero (e credo…) che li vinceremo noi! Buon divertimento e buon basket a tutti, anche agli avversari (mai nemici…) delle altre squadre che parteciperanno.

  6. Complimenti a Bologna, per la finale ammesso ci si arrivi, importante recuperare al meglio melli e sperare Messina faccia giocare Kell, l’unico con forti motivazioni, visto che delaney e Rodriguez io li vedo partenti.

  7. Bologna ha costruito una squadra equilibrata ma il passo in avanti decisivo l’ha fatto con i due innesti da EL. Questa è una coppetta? Non credo. In primo luogo vi erano squadre di buon livello (Valencia, la Obradovic’s band). Inoltre, questa formula della gara secca era pericolosa. Boligna ha affrontato tute le gare da squadra tosta, sempre con l’approccio giusto. Da grande squadra, dunque. Complimenti!
    Ha giocatori esperti e tanto atletismo. In campo aperto sono devastanti.
    Hanno un meccanismo oliato e ben funzionante: sarà difficile batterli quattro volte.

    1. Non è una coppetta ma l’impegno è completamente diverso. La Virtus ha uno starting five da finale di EL grazie all’esclusione delle squadre russe e grazie alla loro eccellente attività di mercato. Ha giocato contro squadre che non potrebbero partecipare in EL, semplicemente. Questo non vuol dire che nella singola partita non possa succedere di tutto e ho detto ben prima della finale che sarebbe stato giusto rendere onore a loro in caso di vittoria, però sarebbe stato francamente incredibile per Bologna perdersi la coppa. Il divario tecnico e dello staff è insensato.

  8. A questo punto mi devo arrendere,la maggioranza ( ad eccezione del signor Doc 63)mi obbliga a scrivere : W BOLOGNA.Signor Maggi cambi cortesemente il nome al sito: REAL VIRTUS BOLOGNA…..

  9. Complimenti a Bologa.
    Io dico sarebbe bello che anche Milano facesse la EL sulla base di un qualche merito sportivo (opinabile, ma chiaro e definito) invece che per una licenza caduta dal cielo

    1. Che banalità hai detto. Che facciamo torniamo alla coppa campioni anni 80?

      1. La coppa campioni anni 80, contestualizzata ad oggi (impianti, copertura TV, ecc ecc) sarebbe per me assolutamente preferibile.
        Un confronto semplice come dici tu, dopo 40 anni, non ha senso.
        A me sta coppa basata SOLO sul business piace poco poco

      2. Faccio fatica a capire come uno possa amare il basket e desiderare di vedere la squadra campione della Finlandia e non il Barcellona. Non riesco davvero a immaginare una persona che adora il basket sedersi davanti a Real Madrid-Barcellona e pensare “Eh che peccato però che mi tocca vedere questa e non Slask Wroclaw-MoraBanc Andorra”.

    2. Condivido la malinconia per competizioni europee che venivano disputate in base al paizzamento nel campionato, per quanto riguarda l’Eurolega però non ha alcun senso sperare di partecipare in base ad un merito sportivo trattandosi di competizione basata su licenze.
      Bologna si qualifica all’Eurolega perchè vince l’Eurocup, vero, ma all’Eurocup vi partecipa grazie ad una licenza non per merito sportivo.

  10. DopolavoroBorletti sei UN grande (non perché sei d’accordo con me!). Qui tra quelli che tifano Bologna (e ci stanno le entrate sporadiche provocatorie) ,quelli che sono contenti basta che professionisti onorino la maglia e quelli che accampano ad ogni post scuse sugli infortuni non se ne può più e con pochissimi che vogliono vincere a tutti i costi (tu, Men in Red, il bannato Adriano/Gaetano/GAE chissà poi perché uno debba essere bannato perché esprime posizioni contrarie)… ops non a tutti i costi se no mi scrivono che si finisce a fare come Siena.
    Sveglia noi tutti a supportare la squadra e loro a vincere però è non partecipare

  11. La Virtus ha vinto. Bravi. Ma che Baraldi non dica che è merito della programmazione aziendale, perché senza la guerra in Ucraina Shengelia e Hachett non sarebbero mai arrivati in Virtus a stagione in corso, e prima del loro arrivo Bologna era molto meno compatta e in Eurocup stava perdendo un sacco di partite, quindi ai playoff non sarebbe andato tutto così liscio senza 2/5 del CSKA Mosca.

    1. Partecipare a una coppa meno stancante e di livello un po’ inferiore non è comunque vincere facile! E il fatto che lo scorso anno la Virtus non ci sia riuscita ne è conferma.
      EL funzione perché girano soldi. E per far girare i soldi devi avere un gruppo di squadre che garantiscano uni minimo di costanza, investimenti e competitività. Da qui le licenze pluriennali. Secondo me resta il campionato migliore del mondo, tecnicamente parlando. Meglio anche della nba

    1. ROM 63, esatto. Dove, non sarà sufficiente vincere 3 partite a Bologna ( Lietkabelis, Ulm, Bursaspor ) e, una a Valencia. 34 partite, da giocare al massimo, delle vostre possibilità e, soprattutto, contro avversari, di ben altro spessore. Non sarà, una passeggiata di salute, conquistare un posto fra le prime 8, ed ottenere quindi la conferma. Almeno, per la prossima stagione, abbiamo una certezza : per voi, è finita la pacchia! .

      1. La cosa divertente è che in Italia (particolarmente in quel di Bologna) va per la maggiore dare addosso all’Olimpia. Ma sulla rosea ho letto più di un articolo che lodava l’Olimpia perché in Eurolega era al secondo posto per partite perse in campionato nazionale perché squadre celebrate come Real e quasi tutte le altre ne avevano perse di più.

        A Bologna l’anno scorso hanno vinto uno scudetto con 70 partite contro 90 sulle gambe, e l’Olimpia con 70 partite sulle gambe (molte di maggior impegno perché giocate in Eurolega contro le minori della Virtus passeggiate in Eurocup) giocava benissimo tanto da guadagnarsi i play off e poi le FF in Europa.

        Per cui l’anno prossimo sotto le due torri capiranno che fare i fenomeni vincendo facile ma giocando meno sarà un lontano ricordo, come coach Pozzecco ha confermato nella recente intervista, affermando che prima di fare il secondo di Messina aveva sottovalutato quanto impattanti fossero tre partite a settimana per un sacco di settimane in stagione con squadre di livello Eurolega.

  12. E cosi’ tutti a Milano si fregano le mani perché “finalmente” la Virtus dovrà assaggiare l’inferno dell’Eurolega con le sue millemila partite. In effetti sono anni che l’Olimpia accampa tra le ragioni degli scarsi successi nazionali, il gap dato dal numero di partite giocate, superiore a tutti i competitors. Sarà un dato di fatto, certo. Ci sono quindi solo due soluzioni, visto che poi qualcuno l’Eurolega la vince comunque, nonostante i doppi impegni. Una è costruire una squadra che possa reggere tutti gli impegni. L’altra è lasciar perdere. Vedete voi, basta che vi decidete.

  13. “Bologna ha vinto la coppetta del nonno” oppure “Bologna non sa cosa significa giocare 5 partite in 10 giorni” oppure “Bologna non gioca 34 partite vere” e tante altre frasi di questo tenore. Non oso immaginare cosa succederebbe se, al primo anno, Bologna dovesse arrivare ai play-off di EL o addirittura davanti a noi. Io sono tifoso di Milano, ma ciò non mi impedisce di essere sportivo e obiettivo, e bisogna ammettere che Zanetti è uno dei pochi imprenditori italiani che sta investendo molto nella sua squadra, come Armani con noi.

  14. Io devo dire di non essere mai stato un fan di Scariolo, allenatore forse considerato più gestore che tecnico/tattico, ma qui ha grande merito. Perchè è difficile giocare semifinale e finale facendo andare tutti per il verso giusto, perchè sono due partite in cui la Virtus è stata sempre avanti, in cui nessun giocatore ha dato controprestazioni e in cui non c’è stato un protagonista unico (ieri Teodosic MVP, ma tutti hanno avuto momenti importanti).
    L’impressione di far filare via completamente lisce due partite emotivamente complesse è qualcosa che si vede raramente.
    Bravissimo, dal punto di vista mentale e dal punto di vista tecnico/tattico.
    Daniel Hackett vero leader difensivo e Scariolo davvero super a gestire 10 titolari (si era allenato con la ROCA) con un paio di tenori a turno, ma che bisogna davvero saper ruotare al meglio e poi, se si vince, ti seguono coesi. Tenendo conto che ci sono 4 nazionali che fa non-giocare zero minuti.
    Vedremo come la Virtus affronterà le 15/20 partite in più che affronterà la prossima stagione. In ogni caso complimenti a loro per il trofeo raccolto.

Comments are closed.

Next Post

Malcolm Delaney, urlo di dolore: Non tocco palla da tre settimane

Urlo di dolore per Malcolm Delaney, fermo dal 21 aprile per una lesione addominale. Il giocatore ha parlato della sua situazione
Malcolm Delaney

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: