Olimpia Milano Speciale Mercato | Il futuro play biancorosso. Cosa offre il mercato di EuroLeague?

Si è tornato a parlare di Olimpia Milano Speciale Mercato, tema prematuro anche se la coppia Messina-Stavropoulos è al lavoro

Olimpia Milano Speciale Mercato. Nei giorni scorsi si è tornato a parlare di Olimpia Milano Mercato, tema ovviamente prematuro anche se la coppia Messina-Stavropoulos è al lavoro da tempo, con in mente un nuovo, costante e inevitabile salto di qualità.

I biancorossi tornano per il secondo anno in fila ai playoff di EuroLeague, obiettivo numero uno del coach biancorosso. Il futuro prossimo è ora in divenire, ma per quello a medio-lungo termine il nuovo passaggio è alzare l’asticella, diventando convitata di lusso, non occasionale, al grande ballo delle Final Four.

Un obiettivo ambizioso, e razionalmente esposto alle mille variabili di una stagione lunga e intensa (basti solo pensare agli accadimenti pandemici e bellici di questi mesi), ma anche possibile per un club che ha continuato a crescere fuori dal campo.

E diciamo anche plausibile, perchè se da un lato c’è un avversario nel confine nazionale, la Virtus Bologna, che spinge verso una costante eccellenza a suon di colpi di mercato, dall’altro c’è un meccanismo interno di scouting&azione che in questi mesi non ha solo portato al Forum senatori del gioco come Hines, Rodriguez, Melli o Datome, ma anche e soprattutto volti noti e meno noti capaci di consolidarsi al livello più alto della loro carriera: partendo da Shields, non dimenticando Punter e LeDay, arrivando a Hall.

In estate, come ribadito in Radio Real Olimpia (ogni lunedì alle 18, su Radio Basket 108 e sulla nostra pagina FB) con Fabio Cavagnera, Luca Guazzoni e Kevin Martorano, il tema più caldo sarà il ruolo di play: Malcolm Delaney e Sergio Rodriguez sono in scadenza, e l’americano pare destinato a firmare in Giappone o Cina per gestire la fase discendente della sua carriera.

E il Chacho? L’Olimpia Milano, come nel caso di Kyle Hines, farà la sua mossa. Il giocatore valuterà, mettendo in primo piano le esigenze della sua famiglia.

Una novità, o due, all’orizzonte quindi. Senza dimenticare ragioni di budget. Cifre importanti, ma non infinite, per chi si muoverà anche alla ricerca di un centro, e probabilmente sul fronte italiani.

Giocatori di sicuro affidamento o scommesse ben ponderate come Devon Hall? Per partire, andiamo a vedere cosa può muoversi sul mercato di EuroLeague. Non ci fermeremo qui, sia chiaro, ma partiamo dal massimo campionato continentale.

Indice

Clicca sul capitolo o scorri in fondo per cambiare pagina

Inarrivabili

Sogno, o poco meno

Le prospettive

Varie&Eventuali

18 thoughts on “Olimpia Milano Speciale Mercato | Il futuro play biancorosso. Cosa offre il mercato di EuroLeague?

  1. La prima scelta del Pobo spetta su se stesso: continua ad essere coach oppure smette?
    In base a questo la società poi opererà di cosneguenza: se non dovesse rinnovare, la prima mossa sarà scegliere un nuovo coach e poi si prenderanno i giocatori a lui adatti.

    Il Chacho più volte ha proferito belle parole nei confronti della città di Milano, di come lui e la sua famiglia si trovino bene tanto da aver deciso di dare alla luce un terzo figlio proprio in questo periodo milanese; penso, quindi, che un rinnovo magari su base annuale possa essere fattibile.

    1. Messina non è uno che lascia le cose a metà, l’unica possibilità che lasci è l aver vinto coppa e campionato europeo ma anche così penso vorrebbe fare il bis la prossima stagione

  2. Al prossimo giro dovremo azzeccare due spot fondamentali … 1 & 5 … io ci andrei pesante liberando budget con lo sfoltimento della rosa …

  3. Baldasso come 1 italiano e Biligha come 5 italiano ,via Daniels Grant Tarczewski Moraschini e Datome. Il resto ok ! Budget per 5 e 1, tiratori alla Daniels se ne trovano.

  4. Beh se anche cesserà, cosa a cui non credo, di fare il coach, resterà quale presidente direttore delle operazioni e oltre al coach nuovo spetterà a lui scegliere la rosa dei giocatori quindi…
    Prima di mandare via bisogna capire chi o cosa c’è sul mercato a rinunciare a qualche collaborazione c’è sempre tempo ed è troppo tranchant scrivere via questo e quello.

  5. Se il Chacho resta, il secondo play al posto di Deleaney che se ne vuole andare è importante quanto il secondo centro da affiancare a Hines. A me piacerebbe un thread sul futuro secondo centro biancorosso, quel centro alto grosso e cattivo dominante in Eurolega di cui tutti parlano qui e sul Tubo ma di cui nessuno ha certezze, ancorati a quelle braccia rubate all’agricoltura che corrispondono a Kaleb Tarczeski.

  6. So che resta un sogno, non ne conosco la scadenza contrattuale, ma come play ce ne fosse la possibilità proverei a prendere calathes a mio modo di vedere il miglior playmaker puro in Europa insieme a teodosic. Come 5 non mi dispiacerebbe reynolds, oppure spostandosi da Eurolega a Eurocup si potrebbero trovare buoni centri al posto del buon kaleb, dublijevic sarebbe un colpaccio!!

  7. Mi piacerebbe vedere a Milano Spissu, in tandem con Rodriguez e poi un terzo play. Chiaramente i grandi play sono quelli riportati nel pezzo, Wilbekin forse il più avvicinabile ma non mi ha mai convinto come uomo squadra. Poi vedremo cosa succederà con le squadre russe perché secondo me con meno sponsor e concorrenza i nuovi ingaggi dovranno ridimensionarsi, quindi ci saranno pochi buy out. Sloukas sarebbe veramente il massimo ma per quest anno non lo vedo arrivare.

  8. Sloukas o Pangos sono un sogno. Realizzabile? Può darsi. Von uno di loro due, Spusdu potrebbe essere il secondo e Baldasso l’alternativa per la lba.
    Se, come immagino, Messina resterà, molto facile che faccia lo stesso Rodriguez.
    Però magari dagli states potremmo prendere qualcuno in gamba. Vedremo. Godiamoci il momento

  9. Se per l’ anno prossimo dovessi scegliere dove investire, una grande fetta del budget, non avrei dubbi: sul nuovo play (al posto di Delaney) e per un centro nettamente più forte di Tarc 😎. E un bel contratto per Procida, nel reparto italiani. Tonut al limite, ma senza svenarsi.

  10. Wade Baldwin come play.
    Italiani Procida e Tonut
    Centro Jordan Mickey

  11. Io, i nostri due li firmerei ancora 1 anno e gli affiancherei Spissu, a meno che Kevin Pangos possa arrivare…..comunque a me fa impazzire Okobo del Villorbanne

      1. Troppo discontinuo. Abbiamo bisogno di uno affidabile. Calathes? Suggestivo. Ma è a fine carriera, direi

  12. Dovesse continuare il Chacho(e io me lo auguro, al di là del fatto che sono un adepto del chachismo, a cui dono l’8 per mille) come visione “conservativa” vedrei bene Lorenzo Brown e Spissu(salutando così il buon Baldasso e Grant), così da avere margine economico per prendere un ottimo due(oltre a Tonut) al posto di Daniels e un super cinque al posto di chi sappiamo chi.
    Dovessimo salutare il Chacho entrerò semplicemente in lutto.

  13. Ragazzi il chacho è formidabile ok, però quello che Malcolm fa a livello difensivo se lo sogna, per questo credo che Messina cercherà un play con quel profilo, difficilmente vedremo wilbekin, Baldwin, Brown e co, gente un po’ alla Mike James. Non è escluso arrivi qualcuno sotto traccia com’è stato per esempio hall.

  14. La mia impressione è che se quest’anno la squadra dovesse a vincere l’Eurolega ripagando i grandi sforzi economici dell’Armani e di Armani con ogni probabilità ci aspetterà un periodo di “lesina” nelle prossime stagioni mantenendo una buon team senza fare spese folli, quindi sostanzialmente senza aspettarsi l’arrivo di grandi nomi (magari propedeutico ad un’uscita intelligente dal basket dopo il 2024 passati vent’anni dalla prima sponsorizzazione).

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano ferma, ma in serata si torna in campo in EuroLeague: derby al Pireo

EuroLeague che vede lo stop di Olimpia Milano, ma intanto in serata scatta il trentesimo round con tre gare in programma
Olympiacos Olimpia Milano highlighs

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: