Venezia vs Olimpia Milano #3 | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

I voti della terza sfida: Punter MVP, ma che grande prova di squadra per i biancorossi al Taliercio

Punter 8 – Preciso al tiro, prende anche 6 rimbalzi e segna le triple del break del terzo periodo. Chirurgico.

LeDay 7.5 – Dopo un primo tempo con alti e bassi, si erge anche lui protagonista nella ripresa sui due lati del campo. Chiude con 16 punti e 7 rimbalzi.

Moretti ne

Moraschini 5 – Prima prova non positiva dei playoff. Si perde Tonut nei primi tre possessi, prendendosi le ire di Messina, poi trova un canestro e poco altro. 

Rodriguez 7 – Primo tempo non brillante, nella ripresa illumina la grande prova biancorossa.

Biligha 6.5 – Ottimo inizio di match, presente sui due lati del campo, poi lascia spazio a Sir Kyle.

Cinciarini ne

Delaney 5.5 – Cinque assist sono il lampo di una serata non molto facile, con anche un battibecco con coach De Raffaele nel finale di primo tempo.

Shields 7.5 – Dominante in avvio, soffre un po’ la marcatura di Stone, poi torna ad essere protagonista nel quarto periodo. 

Hines 7.5 – Primo tempo complicato, contro un Watt poco controllabile, nella ripresa domina, però, sui due lati del campo e confeziona la miglior prova offensiva stagionale (17 punti).

Datome 5 – Problemi difensivi, mette un paio di canestri. 

Wojciechowski sv – Gioca nei secondi finali

Coach Messina 8 – Altro che scorie post Colonia! L’Olimpia resta agganciata nel primo tempo, poi spacca in due la partita nella ripresa, con un’altra prova di livello difensiva (escluso lo show in ritardo di Daye negli ultimi minuti) e trovando sempre le giocate giuste in attacco. Ora la finale. 

22 thoughts on “Venezia vs Olimpia Milano #3 | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

  1. questa finale ripetuta fino a 7 volte è assurda e faziosa. Penalizza i giocatori di AX Minalo che hanno sulle loro gambe il doppio campionato.

  2. Ne basteranno cinque, vedrai. E comunque secondo me è giusto così. In fondo la regola esiste da un po’ di stagioni….

  3. Altra prova opaca di Datome, altra prova indisponente di Delaney, bene il trio Shields-Leday-Punter, encomiabile il Chacho, sontuoso Sir Hines.

  4. KYLE HINES : La capacità di rendere semplici, anche le giocate più difficili. Una GUIDA, un MAESTRO.

  5. Preoccupano un po’ gli italiani, tolto qualche sprazzo di Biligha abbiamo visto davvero poco. Moraschini forse ha solo avuto un passaggio a vuoto e ci sta, Datome non è decisivo da un pezzo, Brooks non si sa nemmeno se rientra in rotazione. I 6 stranieri sono pochi per una finale.

  6. Io credo che Brooks dara’ il suo contributo – se Messina lo mette in campo – per la vittoria che aspettiamo!!!.
    Per il resto eviterei il gioco al massacro nei suoi confronti, la pianterei con le voci di passaggi a Venezia (a proposito, si dice anche che in laguna abbiano trovato una colonia di foche monache…). Mi dite a che serve?
    Siamo delusi dalle sue performance? Comprensibile. Se ne andra’? Probabile.
    Ma se chiamato dara’ quello che ha come ha sempre fatto per vincere, anche dopo lo schiaffo di Colonia.
    Forza Jeff, tocca sempre a te. E se fra un mese ci saluterai, beh, fai vedere che cosa ci manchera’ l’anno prossimo.

    1. Guarda che il primo che si è rotto le scatole dell’amato Jeff è proprio il messia e dubito che vedrà la luce (il campo) da qui alla fine

      1. Vedremo.

        Rinnegare Brooks per un tiro malamente rifiutato (non lo nego) e dimenticare il lavoro in difesa e a rimbalzo che fa da quando è a Milano è davvero strano per me….

      2. Quel tiro rifiutato ha fatto uscire fuori dalle grazie, non me cui per giudicare l’andamento sinusoidale del rendimento dell’amato Jeff sono bastate le stagioni già trascorse qui a Milano, ma appunto Messina,……..poi magari mi sbaglio

      3. Infatti la cosa grave non è il giudizio personale di chi è pro o contro Brooks ma dell’unico giudizio che conti ed è riconosciuto da tutti: quello di Messina che stavolta a differenza dell’anno scorso non ripeterà lo stesso errore.

    2. Abbiamo vinto la Supercoppa italiana, la Coppa Italia, siamo arrivati terzi in Eurolega e siamo in finale di LBA certamente non per merito di Brooks, infatti ieri abbiamo vinto una partita dove abbiamo comandato dall’inizio alla fine senza Brooks. Ora mi spieghi quale contributo ha dato Brooks alla nostra squadra quando sono tre anni che latita e che ora anche Messina pare averlo capito visto che negli ultimi mesi ha giocato poco sia in LBA sia in Eurolega? Per quanto riguarda le voci di mercato che lo vogliono a Venezia non siamo noi tifosi a dirlo ma gli addetti ai lavori che, scusami se te lo dico, ne sanno certamente più di noi.

      1. ha avuto una stagione storta, d’accordo. Ma da qui a dire che non ha dato alcun contributo in questi anni è falso ed indecoroso. Non tutti i giocatori fanno 15 punti a gara. Molti lavorano in difesa, tirano giù rimbalzi, fanno tagliafuori, body check, stoppano, intimoriscono, recuperano palloni, mettono pressione. Brooks ha sempre dato un po’ di tutte queste cose, e negli anni scorsi si prendeva qualche tiro in più. Quest’anno ha patito forse gli infortuni e probabilmente ha anche maturato l’idea che in attacco vi sono altri sei-sette giocatori più redditizi di lui, limitandosi dunque a fare quelle altre cose in cui si è sempre distinto.
        Onore a Jeff, che ha sempre onorato la maglia.

        Andrà a Venezia? Può darsi. Buon per lui. Il saluto con De Raffaele? potrebbe essere un prologo a quello che succederà prossimamente ma non è nemmeno detto che De Raffaele resti a Venezia. In ogni caso, non ho dubbi sulla lealtà sportiva di Jeff, che farà quello che deve sino alla fine. E vedrete che con Bologna sarà sempre convocato e darà il suo contributo.

      2. Veramente Brooks sono tre anni che è andato in calando e ha disatteso le aspettative che in primis la società e poi noi tifosi avevamo su di lui. Se le qualità da te citate fossero determinanti Messina non avrebbe problemi a rinnovare il suo contratto ma evidentemente tutto ciò non basta perché un giocatore deve anche prendersi i suoi tiri e invece lui li rifiuta sistematicamente. Prendiamo per esempio Biligha che ha un minutaggio inferiore a Brooks eppure i suoi tiri li prende e attenzione io non parlo di fare canestro ma semplicemente di tirare cosa che Brooks non esegue quasi mai neanche a 2 cm dal canestro. Ti ricordo che già l’anno scorso la sua permanenza a Milano fu in dubbio e poi fu confermato solo per il suo status di italiano e per la penuria di italiani spendibili anche in Europa. E a onor di cronaca non sono così sicuro che lui a Milano ha fatto vedere tutte quelle qualità che hai descritto anzi ti invito ad a dare a vedere il Brooks di Sassari e poi di confrontarlo con quello dei 3 anni di Milano e sicuramente noterai che quello di Milano non è neanche il fratello gemello di quello di Sassari. La verità è che forse la dimensione più vicina a Brooks è quella di una squadra senza pressioni come Sassari e non quella di una squadra forte come la nostra. In ogni caso se il nostro coach in 2 anni gli ha ridotto sempre di più lo spazio qualcosa vorrà dire. Che vada o no a Venezia a me importa poco, l’importante è che non venga rinnovato.

      3. E aggiungo solo che Messina l’estate scorsa gli ha concesso un’altra opportunità di riscatto che lui puntualmente ha sprecato..

      4. Non ho niente da aggiungere a quello che ha scritto Di.Me.

        Ho una visione del basket totalmente diversa da quella di Daniele, non lo scopro oggi e non ha nessuna importanza per nessuno.

        Ma dire che Brooks non ha fatto nulla per la nostra squadra è semplicemente falso oltre che oltraggioso per la società che amiamo e che lo ha ingaggiato.

        Chiudiamola qua perché è una discussione sterile.

      5. Che abbiamo una visione diversa del basket è sotto gli occhi di tutti non c’era neanche bisogno di sottolinearlo ed è un bene per entrambi.
        Fortunatamente non sarai tu a decidere ne tantomeno io ma il nostro coach che a quanto risulta lo ha scaricato. Cmq non ti dispiacere perché lo potrai sempre seguire e vedere con un’altra maglia purché non sia la nostra.

      6. Io mi ricordo quando abbiamo firmato Brooks, un giocatore di buon livello che ci aveva fatto penare, ebbene quelle aspettative, che non consistevano solo nel difendere duro, mettere pressione, mordere (calcisticamente) le caviglie, insomma fare il lavoro sporco, sono state completamente disattese, tra l’altro andando anno dopo anno in un calando che ha avuto il culmine nell’episodio citato

  7. Gli italiani in Olimpia sono tutti opachi e distendono, parola di Daniele, l’unico lucido.

    1. A parte che qui si sta discutendo di Brooks e non di tutti gli italiani e non sono l’unico che la pensa così, caro Orlando il problema non è se Brooks ha disatteso me o altri tifosi ma ha deluso chi deve decidere se confermarlo o mandarlo via ossia il tuo tanto venerato coach Messina.che è l’unico che ha potere decisionale. Quindi carissimo Orlando se Brooks andrà via non sarà per colpa mia o di altri tifosi che la pensano cone me così come se verrà confermato non sarà certo merito tuo o di chi la pensa come te.

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano vs Virtus | Sabato via alla finale scudetto: date e orari

Tutte le sfide che varranno il titolo 2021: niente back-to-back, si giocherà ogni due giorni
Olimpia Milano vs Virtus

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Olimpia Milano post Bayern
Ettore Messina: Bene aver anticipato la finale e evitato il back to back

Ettore Messina commenta il successo di Olimpia Milano sulla Reyer Venezia e la conquista della finale scudetto ai microfoni di...

Chiudi