Olimpia, prova di forza pre Colonia: dominio su Venezia e 2-0

Non c’è partita nel secondo episodio della semifinale scudetto: Milano oltre il +30, con gli show di Delaney e Rodriguez

Una prova di forza, simile a quella della Coppa Italia. Dopo il sofferto successo di due giorni fa, con annesse polemiche lagunari, questa volta non c’è nulla da discutere: l’Olimpia Milano travolge l’Umana Venezia (99-65) nel secondo episodio della semifinale scudetto, garantendosi tre match point per la finale, dopo le Final Four di Eurolega. Una sfida dominata dal primo all’ultimo minuto, con il 21-0 a cavallo tra primo e secondo quarto a spaccare la partita, poi controllata sino alla fine. Tanti protagonisti, ma su tutti c’è la coppia Delaney-Rodriguez a regalare spettacolo. 

Olimpia Milano vs Venezia | La partita

Ci sono Roll al posto di Punter e Jerrells al posto di Clark, per il resto ci sono gli altri 22 in campo di gara 1, ma soprattutto c’è un’Olimpia indiavolata. Il miglior Delaney da un po’ di tempo a questa parte lancia subito i biancorossi, in un Forum subito caldo (ovviamente per quanto possibile), per la veloce doppia cifra di vantaggio. Il parziale sale fino ad un clamoroso 21-0, con alcune giocate di energia di Biligha, poi si iscrive alla giornata super anche Rodriguez e la partita si spacca. Prima +20, poi +25 con un superlativo assist del Chacho per LeDay, in un festival della tripla.

I biancorossi partono con le marce alte dall’arco, anche in avvio di ripresa, con Roll e Shields, aggiornando il massimo vantaggio sul 60-33. E, nonostante Venezia sia un po’ più attiva in attacco, in particolare con Watt, il distacco resta sempre di completa sicurezza per la formazione milanese. Regalando anche un po’ di spettacolo per il pubblico del Forum, come un altro assist da applausi di Datome per lo ‘zainetto’. Il quarto periodo serve solamente per definire il punteggio finale: 2-0 ed ora tutta l’attenzione va al grande sogno europeo. Questa Olimpia può crederci e provarci. 

Olimpia Milano vs Venezia | Il tabellino

AX ARMANI EXCHANGE MILANO-UMANA VENEZIA 99-65 (23-7, 54-29, 77-52)

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

I playoff italiani si fermano fino al 2 giugno e l’Olimpia si concentra sul grande appuntamento delle Final Four di Colonia. Domani la partenza per la Germania, mentre la semifinale è in programma venerdì (ore 21) contro il Barcellona

Olimpia Milano vs Venezia | Il senso di una sfida

Ultima prova di Legabasket prima della partenza per Colonia, fissata per domani. Con le valige in mano per un sogno, la squadra biancorossa prova a gettare le basi per la finale scudetto. Vincere, ed è il senso del tutto, significherebbe tornare da Colonia con un match point. Mentalmente, non poco. Anzi.

In gara-1 la squadra di Ettore Messina ha dimostrato di essere superiore quando presente mentalmente al match. Servirà una maggiore continuità contro un avversario che, causa le cinque gare con Sassari, non stacca fisicamente da molto tempo, non certamente forte di un roster al massimo della condizione.

Venezia, che ha rinunciato a Jerrells e Fotu nella prima sfida, potrebbe cambiare strada per avere ancora maggiore energia nel pitturato. Richiesto un segnale a Kevin Punter, che non ha mostrato problemi dopo la scivolata su una linea di gioco in gara-1, e Zach LeDay, che ha avuto molti tiri aperti ma non ha trovato continuità realizzativa.

Nessun cambio all’orizzonte per Ettore Messina, che sa di avere un Barcellona già con la testa a Colonia da sabato. Milano deve vincere e staccare. Obbligo.

30 thoughts on “Olimpia, prova di forza pre Colonia: dominio su Venezia e 2-0

  1. Presente, fiducioso e tifoso. Tribuna zona C06 (ma proverò a scendere un po’ più giù…)

    Poi anche io inizierò a pensare a venerdì…

  2. Milano è superiore, ma Venezia non molla veramente mai.
    Il sogno sarebbe una partita simile a quella di Coppa Italia, la realtà mi sa è che ci aspetterà una partita simile a gara1. Però un miglioramento da parte nostra è necessario rispetto a sabato, speriamo i ragazzi siano concentrati sulla partita di stasera perchè la possibilità che la mente sia già a Colonia è concreta.

    1. La piccola speranza che Venezia si sia giocata un po’ di cartucce prendendo la porta in faccia come ha fatto il Bayern in gara-1 ce l’ho, anche se Venezia ha zero da perdere rispetto al Bayern, quindi mentalmente staranno meglio.

  3. Dovremo vedere ancora la maglia nera ( o grigio scura )? No eh!

  4. Oggi sarebbe auspicabile una vittoria netta ma è impossibile, visti i valori in campo. Magari, se partiamo col piglio giusto, loro mentalmente mollano un pochino (lo do, è un mio sogno) e ci portiamo a casa la gara in controllo. La mia paura, invece, è che stiano già pensando un pochino a Colonia. Vedremo se il coach saprà motivarli

    1. Tom hai suggerito ad Armani di cacciare Delaney?

      Super partita, loro un Po scarichi mentalmente dopo 2 gare tiratissime, noi killer.
      Malcolm con cameriere rubata tripla che svolta la partita, Chacho sontuoso la ammazza.

      A Colonia ora! Che carica!

  5. una bella prova senza danni. e ora a colonia per l’impresa. Venezia non ne aveva piu’.

  6. Messina mvp

    Roll lo danno tutti per partente, a me piace, lo terrei

    Biligha e Moraschini confermano di meritare minuti

    Ovviamente se l’avversario tira con quelle % da 3 aiuta ma stasera perfetti

    Adesso proviamo l’impresa a Colonia !!

  7. bello bello! ora a colonia per l’impresa. Venezia non ne aveva piu’….

    1. Non so se l’hai notato ma siamo andati all’intervallo con la coppia Delaney/Cacho sopra di 2 punti su Venezia intera….

    2. Da qualche parte, c’è un forum che sta finendo lo spazio su disco perché palmasco sta postando il suo commento sulla gara di stasera.

  8. Bellissima Olimpia, partita spettacolare il risultato rispecchia i valori in campo

  9. Strepitosi tutti, punteggio che parla da solo. Attenti solo che il ritorno da Colonia sarà difficile perché le emozioni forti di una F4 restano nella testa. Importante esser 2-0 per non rischiare la beffa

  10. Avevo chiesto una larga e “facile” vittoria…
    Quasi quasi ne chiedo altre due, per le prossime gare. Anche se non facili, mi accontento 🙂

    Dominio assoluto

  11. Oh voi che citate continuamente Delaney facendomi fischiare l’orecchio, non ho problemi a dire, e come potrei altrimenti, che ha giocato un grandissimo primo tempo, e di certo non me ne dispiaccio, anche se è quello che pensate; egli rimane un giocatore che concettualmente (e dentro ci stanno tante cose) a me non piace, a differenza vostra, peggio per me e meglio per voi

    1. A me non piace Bob Dylan, per dire, ma proprio per nulla nulla. Però mai mi verrebbe in mente di dire che è musicalmente irrilevante, che non è capace di comporre canzoni o che la storia del rock/folk sarebbe meglio senza di lui. Se lo facessi, farei la figura del pisquano.

      1. Ma vai a pescare Tate, il parallelismo Delaney-Dylan è semplicemente ridicolo e non ti sto a spiegare perchè….

      2. Anzi, te lo sto a spiegare: vuoi dire che Delaney nel basket ha la stessa importanza che un mostro sacro come Dylan ha nella musica??? Ti copri di ridicolo, non stai parlando di Lebron James, Delaney non entrerà nei libri di storia del basket!!

  12. Fab e Daniele , basta distorcere le affermazioni di altri, troppo comodo, invece di rispondere ad una precisa domanda sproloquiare sulla grandezza o meno di un giocatore. Bisognerebbe ignorarvi ma è tale il livello di negatività che lo rendete impossibile.

  13. @Orlando, se non hai nulla di significativo da dire, risparmiaci il tuo inutile predicozzo, puoi solo fare il contraltare di Daniele

    1. No fab avete usato spazi enormi di questo blog per lamentarvi di questo e di quello mi da fastidio e quello che avevo da dire l’ho già detto chiaramente. Oggi siamo dove volevamo essere per merito di questo coach e di questi e non altri giocatori. E le vostre sciocchezze stanno a zero

      1. Beato il nostro @Orlando, il quale è cosi certo delle sciocchezze altrui, meno delle proprie

  14. Vedo che con l’avvicinarsi del finale di stagione, di questa splendida stagione, il nervosismo sale parecchio.
    Non prendetemi per saputello o arrogante, ma credo che trovare condivisione totale di giudizi non è possibile.

    Vero che qualcuno criticava Messina il “borracciaro”, i vecchietti come Hines e Datome, lo scarso prestigio che si portava dietro Punter, giocatore ancora non esploso quando approdò a Milano. Vero anche che qualcuno ha insistito parecchio sul turn over e li spazio a tutti in campi. Ma non è che questi si debbano per forza scusare: hanno sbagliato qualche giudizio, amen.

    Delaney potrebbe anche non piacere a qualcuno, così come altri giocatori. Facciamocene una ragione e voltiamo pagina, perché a volte mi sembra di essere in uno stadio, con due gruppi di tifosi avversari che di scannano.

    La verità è che siamo tutti qui a tifare Olimpia, chi in un modo, chi in un altro. Godiamoci dunque questa decina malcontata di gare che restano, pronti a gioire dei trofei che potranno arrivare. In fondo l’amore (per la nostra squadra) è passione viscerale e non necessita, per forza, di una palese onestà intellettuale!

    1. Sono d’accordo con te su quasi tutto…..però ti faccio presente che il punto non è un giudizio diverso sulle scelte di Messina, quello ci sta fa parte del gioco dire io avrei fatto giocare meno uno o l’altro.
      La questione sono gli insulti e le aggressioni verbali alle persone , quelli mi spiace non si dimenticano, su quelli non esiste l’amnistia esiste solo il riconoscere i propri torti.
      Quindi sul carro dei vincitori gli pseudo-gae salgono solo se chiedono scusa

      1. Ovviamente Iellini, sai perfettamente, che quello da te appena affermato è puro esercizio retorico, perchè il Gae o chi per esso, metaforicamente, su quel carro, ci sale e ci scende come e quando vuole; ovviamente capisco che la tua è una battaglia epica, oops, volevo dire etica e di principio

      2. Stai sereno e tranquillo Iellini che io a prescindere non saliró mai sul tuo carro o di quello dei tuoi amici. Ce ne sono tanti di carri ma a me piace festeggiare a modo mio.

    2. Ottimo commento, equilibrato e sopratutto sub partes a cui non ho nulla da aggiungere.

Comments are closed.

Next Post

Rodriguez: Bella partita, ora andiamo a Colonia a vincere

Le parole del Chacho ad Eurosport, dopo il netto successo in gara 2 e con la carica per le Final Four

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: