Sandro Gamba: Ai tempi miei, dopo tanta attesa, si reagiva alla grande

Il martedì Sandro Gamba firma su la Repubblica-Milano il suo editoriale “Tiro libero” dal titolo: «Ora trasformate quell’attesa in energia»

Come ogni martedì Sandro Gamba firma su la Repubblica-Milano il suo editoriale “Tiro libero” dal titolo: «Ora trasformate quell’attesa in energia».

L’Olimpia ferma in Spagna fino a ieri sera, per la tormenta di neve, mi riporta all’epoca dei pionieri.

Le trasferte più lunghe come quelle in Unione Sovietica. Una volta rimanemmo sui binari in mezzo alla steppa per 24 ore, durante il ritorno da Mosca. Isolati nel nulla. E per fortuna che i riscaldamenti funzionavano, e che ci diedero da mangiare.

E a volte reagivamo alla grande, perché quando stai rintanato per ore come una tartaruga, poi hai voglia di venir fuori e spaccare il mondo. Qualcuno, invece, si faceva prendere dai pensieri, dalla famiglia, dall’angoscia.

Giocatori e allenatori di adesso, tra cellulari e tablet, computer e cuffie, sanno come trascorrere attese così snervanti. Spero che l’Armani sappia trasformare queste energie nervose stasera in campo. Meriterebbe di dare continuità alla grande prova di Madrid.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Franco Casalini: Datome un Danilovic, il Chacho come Kikanovic

Luca Chiabotti, su «Uomini e Canestri» di la Repubblica-Milano, intervista Franco Casalini. Ecco alcune sue dichiarazioni
Dan Peterson

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Urania, Parola al Capitano: Benevelli ci racconta la vittoria contro Torino

Primo successo casalingo per i Wildcats contro una delle favorite alla promozione, qui le parole del Capitano Benevelli

Chiudi