Olimpia Milano vs Real | Il Dossier di una gara che vale un pezzo di storia

Torna l’EuroLeague, tornano i Dossier di ROM sui prossimi avversari di Olimpia Milano. Olimpia Milano vs Real Madrid è tutta qui. Palla a due domani alle ore 19.00.

Il prossimo avversario | Real Madrid

Una stagione in affanno, brillantemente rilanciata in EuroLeague, chiusasi malinconicamente in ACB dopo la ripartenza. E per concludere, il “caso Campazzo”, tutt’altro che risolto.

La cronaca dell’ultima gara del Real da Eurodevotion

Perché sì, le parti hanno trovato un equilibrio negli ultimi incontri, ma il potenziale salto in NBA dell’argentino, sommato all’assenza di un sostituto dal mercato, relega la “casa blanca” ad un’incognita dopo anni di certezze.

Quando partirà Campazzo? Chi sarà il sostituto? Che provenienza avrà? Di quanto tempo avrà bisogno per essere faro di un sistema collaudato? Sarà un faro o le gerarchie torneranno in mano a qualche vecchio leone?

Ecco le domande che danno il senso del tutto, in un roster rodato, forte e completo, ma con numerose parabole discendenti: LlullCauseurCarrollRudyReyes.

Certo, il laboratorio madrileno è sempre all’opera, e dopo Luka Doncic, ora le attenzioni sono su giovani come Alocen e Garuba, e sulla consacrazione a uomo da quintetto per Deck. Il tutto tenendo conto dell’importante inserimento Abalde da Valencia, talento e rinnovata anima spagnola per il gruppo.

Condizioni da Final Four? Campazzo a parte, probabilmente il ritorno ai massimi livelli dell’ex mvp di EuroLeague Sergio Llull. Non impossibile a 33 anni.

Nel Power Rankings di Sportando il Real Madrid è inserito in quarta posizione

Il personaggio | Facundo Campazzo

In questa stagione Facundo Campazzo viaggia a 11 punti di media, con 4.3 assist, 1.7 palle rubate, il 50% da 2 e il 28.6% da 3. Dati simili ad un anno fa, a parte che per il 4/14 dall’arco.

Con il Khimki non è stata una serata indimenticabile, 2 punti con due sole triple tentate in 19’, per quanto con 8 assist. Ha ringraziato Sergio Llull, che non segnava almeno 21 punti dal 19 ottobre 2018.

Di certo, quella del play argentino non è stata un’estate semplice. Secondo nella corsa al titolo di mvp di ACB, il 29 luglio viene dato in NBA, più in direzione Minnesota che Dallas.

«Il giocatore è determinato a giocare nella prossima stagione in Nba. Il club è informato della situazione e ha accettato il tutto. Ovviamente, tutte le tessere devono però trovare il loro posto» la notizia firmata da Carlos Blas di Dazn, Onda Madrid e Gigantes.

Occhio, perché non sono tutti fiori: «Il Real chiede quindi al giocatore il rispetto della clausola d’uscita da 6 milioni. Il club vuole l’intero importo, senza alcuno sconto, concedendo al massimo una comoda rateizzazione. Tutto come da contratto. Proprio come avvenne con il Chacho Sergio Rodriguez quando andò in Nba».

«La risoluzione arriverà comunque a breve. Il giocatore ritiene che il suo momento in Nba sia arrivato e, come detto, il Real Madrid si è rassegnato alla sua partenza. I Minnesota Timberwolves sarebbero in vantaggio, più dei Dallas Mavericks».

La reazione a catena pare proprio andare in questa direzione. Il primo agosto Nicolas Laprovittola è convinto di avere in mano la rescissione contrattuale con il Real e apre i colloqui con il Panathinaikos, 48 ore dopo il club spagnolo lo richiama, mentre l’agente di Campazzo, Villabuena (lo stesso di Scola), si accorda con Octagon per rappresentare il giocatore negli USA.

Poi, improvvisamente, il silenzio. La stagione NBA, in corso a Orlando, non ha una data di inizio, né per il campo né per la free agency. Il Real, sul mercato, resta a guardare, uscendo presto dalle trattative per Nick Calathes e Kostas Sloukas (si parla di un sogno Larkin intanto).

E’ uno sfalsamento delle trattative che ha in questo 2020 una reale anomalia. Il Real sa che perderà Campazzo, ma in mano ha un pugno di mosche, visto che la clausola rescissoria le franchigie NBA le sostengono solo in più anni. Campazzo vuole l’NBA, ma non può aprire i colloqui con nessuno, ed è ormai informato che dovrà pagarsi di tasca sua l’uscita da Madrid. Oltretutto, in Europa, non esiste un sostituto per Campazzo.

Certo, nessuno credeva neanche che l’argentino potesse prendere il posto di Luka Doncic, ma i miracoli non si ripetono di solito due volte. Così, in un gioco in cui nessuno vuole concedere nulla, le parti trovano ad inizio settembre l’accordo.

Campazzo giocherà gratis, iniziando a pagare l’uscita di tasca sua, e potrà lasciare Madrid al primo accordo NBA nel periodo invernale. Problema rinviato: il leader del Real Madrid ha una data di scadenza, per quanto ancora sconosciuta.

Real Madrid | Ultimi risultati e ultime dalle sedi

Squadra imbattuta in ACB, che ieri ha centrato la sua prima vittoria stagionale in EuroLeague dopo i ko con Baskonia e Valencia. Con un Khimki largamente rimaneggiato è arrivato un 94-85.

Anthony Randolph, out nel turno di ieri, è in dubbio. In questa stagione di EuroLeague l’ala USA è sotto ritmo, con 28’ complessivi in due gare e 9 punti segnati.

Olimpia Milano vs Real Madrid | I precedenti

Gara ricca di storia, 15-1 il record complessivo a fare dei madrileni. Un dominio, con 14 vittorie in fila.

Si deve tornare all’8 gennaio 2009, 70-61 per la squadra di Piero Bucchi contro quella di Plaza. 23 punti per Marco Mordente in 22’, 14 per Mason Rocca, 13 per David Hawkins. Gara che svoltò con il 21-8 dell’ultimo quarto.

«E ‘stata una partita molto importante per noi per continuare a credere in una Top 16 – le parole di allora di Bucchi – Sapevamo che dovevamo vincere assolutamente dopo i risultati di mercoledì. È stata una partita nervosa, ma la squadra ha lottato fino alla fine, come abbiamo fatto prima delle vacanze di Natale. Abbiamo fatto un lavoro migliore sui rimbalzi difensivi giocando con Mike Hall da ala piccola».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Next Post

Sergio Rodriguez: Dopo il primo ko serve una reazione forte

Sergio Rodriguez ha vestito la maglia del Real Madrid dal 2010 al 2016. Domani sarà dunque il grande ex al Mediolanum Forum d’Assago. Ecco le sue parole: «Giochiamo contro una squadra molto forte ed esperta. Il Real Madrid ha perso le prime due partite di EuroLeague, ma ha battuto il […]
Sergio Rodriguez

Subscribe US Now

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: