Olimpia, colpo inatteso: preso Drew Crawford per l’Eurolega

Un’ala piccola firmata per la fase decisiva della massima competizione continentale

Colpo di mercato a sorpresa per l’Olimpia Milano. Il club biancorosso ha annunciato l’acquisto di Andrew (Drew) Crawford fino al termine della stagione, ma solamente per l’Eurolega. Si tratta di un’ala piccola, lo scorso anno a Cremona, con cui è stato nominato MVP della stagione regolare. Verrà presentato domani nel primo pomeriggio.

Nato a Naperville (Illinois) il 18 ottobre 1990, 1.96 di statura, ala piccola, proveniente dalla squadra turca del Gaziantep.

Olimpia Milano mercato | Le parole di Drew Crawford

Sono estremamente entusiasta dell’opportunità di giocare e Milano – le prime parole di Drew Crawford da giocatore biancorosso – E’ una squadra con grande storia, reputazione e tanto seguito in una delle delle migliori città del mondo. Il mio intento è venire, lavorare duro e dare tutto quello che ho per aiutare la squadra”.

Avviandoci verso la fase decisiva di Eurolega abbiamo deciso di aggiungere alla nostra rotazione un giocatore che si sposa perfettamente con le caratteristiche che vogliamo promuovere nella continua ricerca di un miglioramento – dice il general manager Christos StavropoulosCrawford non potrà essere impiegato nel campionato italiano, ma contiamo che ci aiuti a raggiungere l’obiettivo dei playoff europei”.

Olimpia Milano mercato | La carriera di Drew Crawford

Drew Crawford è cresciuto a Naperville, vicino Chicago, dove ha frequentato la Naperville Central High School. Al college, ha scelto Northwestern University che ha sede a Evanston, sempre vicino a Chicago. E’ rimasto cinque anni, uno oltre la laurea, avendo perso la stagione 2012/13 per un infortunio alla spalla. E’ stato Freshman dell’anno nel 2010, due volte terzo quintetto della Big Ten Conference. Ha lasciato il college come leader di ogni epoca in partite giocate e presenze in quintetto.

Undrafted nel 2014 (ha partecipato però ai training camp di Orlando e Toronto in anni differenti), ha successivamente giocato a Erie nella G-League, in Israele (Bnei Herzliya e Maccabi Rishon), in Germania (Ludwigsburg) e nella stagione 2018/19 a Cremona dove ha vinto la Coppa Italia (da MVP) ed è stato nominato MVP della stagione regolare segnando 17.7 punti di media con 4.1 rimbalzi. Quest’anno stava giocando al Gaziantep con 13.4 punti e il 42.1% da tre nel campionato turco; 12.3 punti e 4.4 rimbalzi nella Champions League. Ora debutterà in Eurolega con la maglia biancorossa.

14 thoughts on “Olimpia, colpo inatteso: preso Drew Crawford per l’Eurolega

  1. Le carenze erano in spot 3 e 4 (alternative a Scola e Micov). Probabile che la lungodegenza di Moraschini abbia indotto alla scelta di un tre. Giocatore che ho visto qualche volta lo scorso anno, molto bravo, però tutto da scoprire a livello Eurolega. La Società non vuole lasciare nulla di intentato, obiettivo Final Eight.

  2. Welcome, Brooks rientro a breve, Moraschini non disponibile per un po’, la società risponde rapida. Opportunità di mercato, certo ma player adatto allo spot di ala piccola ma guardia atletica in El bene

  3. Come al solito grazie mille a zio Giorgio,che Dio ce lo mantenga in salute,il vero top player che abbiamo……

  4. Ciao Fabio volevo farti una domanda..perché Crawford non può giocare anche in campionato visto che ha già giocato in Italia con la maglia di Cremona?? Grazie in anticipo

  5. @Gae Ha giocato a Cremona, ma nella scorsa stagione ed i visti sono ‘stagionali’. Quindi avrebbe potuto giocare in LBA solamente se Milano avesse avuto a disposizione ancora uno dei sette visti per il campionato 2019/20, ma li ha esauriti

  6. Sulla carta, sembra buono. Vedremo a livello EL. Grazie alla $ocieta’ per l’innesto. Forza Olimpia

  7. Per una volta critico un po’ anche io.
    Non mi è mai piaciuto molto.
    Ma spero tantissimo di esser smentito.
    Comunque onore alla società che non molla un colpo.

  8. Oltre alla questione del minutaggio di micov, questa è anche una mezza bocciatura di Roll, valutato non sufficiente per l’EL. È inevitabile puntare ancora su di lui in LBA e forse questo è il il massimo che si può chiedere. Speriamo che la “mezza bocciatura” non lo faccia sprofondare in fondo alle rotazioni come White ( ci vuole poco per un giocatore che non sembra essere una tigre di temperamento).
    In ogni caso è sempre più difficile intuire quale è lo “zoccolo duro” sui cui si sta andando a costruire la squadra dei prossimi tre anni (quella che ci porterà alle final four). Diciamo che il cantiere è proprio tutto aperto …

  9. Lo scorso anno ha fatto bene a Cremona, diamo fiducia e vediamo. Tatticamente però mi sembra lontano dal credo di Messina, più uomo da Pianigiani

  10. Tra i “cremonesi” preferisco Saunders, ma penso che anche Crawford possa avere cittadinanza in EL; mi ricorda un po’ Shields che a Vitoria gioca comunque abbastanza e rende bene.

Comments are closed.

Next Post

L’Olimpia dopo Trieste: la vittoria, Scola ed il calendario

La nostra consueta analisi in tre punti della vittoria dei biancorossi all'Allianz Dome. Con uno sguardo all'immediato futuro

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: