Junior Casale vs Olimpia Milano. Con un pizzico di inattesa sofferenza l’Olimpia Milano chiude con un successo la sua prima gara di pre-season e conquista la finale del Memorial Luciano Giani di Castelletto Sopra Ticino.

76-73 il finale contro una Casale a dir poco coriacea, capace di rinascere dal -15 di inizio secondo tempo e trovarsi addirittura sopra di tre punti al principio degli ultimi novanta secondi.

E lì, entra in gioco il campione: Sergio Rodriguez, dopo aver a lungo guidato i compagni con una prestazione da 7 assist, prende in mano la situazione e con una tripla e una giocata in penetrazione per il facile appoggio di Tarczewski indirizza il match.

Questa la cronaca molto secca di Junior Casale vs Olimpia Milano, poi ci sono i commenti individuali. Tre più, e tre meno, per capire ancora di più il match insieme.

Junior Casale vs Olimpia Milano | I tre promossi

Kaleb Tarczewki 25 punti e 12 rimbalzi sono un bel segnale in attesa dei rientri di Arturas Gudaitis e Paul Biligha. Fatica nelle letture sui p&r e nel controllo del corpo in difesa. Un po’ brutta abitudine, un po’ carichi di lavoro.

Sergio Rodriguez 8 punti, 7 assist e 4 rimbalzi. Conduce la squadra per tutto il match, con le letture e con la motivazione orale, quindi nel momento delicato prende la situazione in mano e con due giocate chiude una contesa che si era messa male. 2/9 al tiro, ma nessuno è perfetto ad agosto.

Aaron White Le gambe sono ancora pesanti per la preparazione e gli manca la solita verticalità, ma l’impegno c’è e soprattutto in avvio la squadra lo cerca per concedergli il primo canestro in biancorosso. Alla fine 8 punti e 9 rimbalzi con 2/8 dal campo.

I tre rimandati

Vlado Micov Condizione approssimativa, 21′ al piccolo trotto con 2/3 al tiro ma presenza insolitamente subalterna.

Riccardo Moraschini Tornare ala piccola non è semplice dopo un anno con la palla in mano, e anche l’esperienza nazionale ha lasciato qualche strascico. Litiga con il canestro anche se non manca il coraggio: 1/7.

Shelvin Mack 4 punti, 7 assist e +18 di plus/minus in una gara vinta di 3 e che lo vede in campo per quasi 25′. Non sono numeri da insufficienza, perchè la pressione difensiva sul portatore di palla è importante, e il fisico è pesante, dunque gravato dalla preparazione. In attacco è 2/8, e a Milano serve un attaccante affidabile anche nel suo ruolo.

Annunci

Rispondi