Annunci

Alessandro Gentile: Sì, dopo Milano ho pensato di smettere con il basket

Alessandro Gentile ha pensato di smettere con il basket dopo la fine del suo rapporto con Olimpia Milano

Annunci

Alessandro Gentile ha pensato di smettere con il basket dopo la fine del suo rapporto con Olimpia Milano.

E’ lo stesso giocatore a raccontarlo a Mario Canfora de La Gazzetta dello Sport.

Domanda: La voglia di smettere le è venuta dopo il periodo con Milano?

Risposta: «Sì, sono rimasto troppo male per come è andata a finire, con l’Olimpia ho avuto un legame emotivo e sentimentale molto intenso, ma ormai è il passato. Adesso c’è l’Estudiantes, in questi giorni però il mio unico pensiero è rivolto alla Nazionale».

Annunci

3 thoughts on “Alessandro Gentile: Sì, dopo Milano ho pensato di smettere con il basket

  1. Oh sì, lo dirò lo stesso, consapevole di attirarmi un mare di critiche.
    Gran giocatore, grandissimo giocatore, dai numeri favolosi come auest’anno nella Liga, 18 punti quasi a partita, eppure la sua squadra, Estudiantes Movistar Madrid è 12esima su 18.
    Lo conosciamo bene, un arraffatore di palloni, dalle medie patetiche, soprattutto da 3 che si ostina a forzare.
    Non ho la statistica esatta, ma sono piuttosto certo di poter dire che da noi, ogni volta che ha fatto 20 punti o più, poi abbiamo perso.
    Un autonominato go-to-guy senza le qualità, soprattutto mentali, per esserlo davvero.

    Lui e il suo clan, perché Nando è un clan, ne ho avuto la prova sotto i miei occhi diretti durante una partita, lui è il suo clan hanno di fatto cacciato Banchi – che a opinione del clan non valorizzava abbastanza Ale.

    E poi quale vero tifoso di Milano dimenticherà mai le sue primissime parole dopo la vittoria dello scudetto, ancora in campo con la coppa in mano: “non so se l’anno prossimo sarò ancora qui”.

    Ciao Ale, io, tifoso Olimpia da sempre, mi auguro che queste tue parole odierne siano definitive: Milano per te è il passato.
    Ciao, continua a macinare punti, Ale.

  2. Critiche sicuramente da parte mia…
    Iniziamo,,,
    1-Estudiantes Movistar Madrid è 12esima su 18,ma grazie anche a lui si è salvata e non è retrocessa.

    2-Sono d’accordo a parte sulla sua dichiarazione riguardante il tiro da 3,non forza nell’ultimo periodo ma era un tiro che aveva,ma dopo i ripetuti infortuni e operazioni alla mano non è più,per ora,riuscito a sistemare.

    3-è assolutamente un go-to-guyche fa scelte giuste e scelte sbagliate.

    4-Il clan potrebbe anche essere ma non hanno mai detto che Banchi non lo valorizzava,anzi è il contrario,prima cosa la scelta di Banchi di farlo Capitano.
    Putroppo è stato madato via dopo le serie con Sassari semplicemente perchè in quella stagione le sconfitte contro Meo Sacchetti sono state pesante,dove lui e il suo staff non ci hanno capito nulla.

    5- Le sue primissime parole dopo la vittoria dello scudetto, ancora in campo con la coppa in mano sono state presedi getto da un giornalista andato li apposta,e dopo tutto quello che era successo durante la stagione sono uscite di getto…anche a me non sono piaciute,ma una persona intelligente capisce il momento….

    6-Mi spiace che ci sia tutto questo odio verso di lui,
    ma i tifosi come lei non meritano ne Ale,ne Mike James ma con tutto il rispetto lei merita Giachetti,Chiotti..
    Questo non è essere tifosi…
    Se continerete cosi i campioni con la “C” maiuscola saranno continumante di passaggio,e non si riuscirà mai a creare qualcosa di speciale.

Rispondi

Next Post

Alessandro Gentile, la dichiarazione di un amore che resterà per sempre

Alessandro Gentile è quello del dito sullo scudetto, delle lacrime contro Sassari: un uomo che ha sempre amato la sua Olimpia, e che anche oggi si rende conto di quell’amore infinito, ancora vivo

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: