Solo applausi a Madrid: le pagelle di realolimpiamilano.com

Andrew Goudelock 7 – Tante difficoltà in fase difensiva, ma tira fuori 8 punti nell’ultimo quarto per riportare la sua squadra sul -3. Comunque produttivo con 20 punti e 2 rubate.

Vladimir Micov 7 – Avvio sontuoso, visto che tocca 13 punti a metà secondo quarto. Soffre Doncic difensivamente, e allora produce di contraltare offensivamente, chiudendo anche con 5 rimbalzi e 2 assist. In EuroLeague è seconda opzione offensiva.

Mantras Kalnietis 5 – Avvio incoraggiante, visto che i punti sono 6 e gli assist sono 3, ma i giocatori emergono nel finale, e lui sbaglia tutte le letture, in attacco come in difesa.

Kaleb Tarczewski 5 – Tocca rapidamente quota 3 falli non sapendo che pesci pigliare contro Ayon, arriva al quinto nel giro di 10’. Mai un fattore, forse avrebbe bisogno di Italia per carburare.

Marco Cusin 6.5 – 7’ in una EuroLeague che pare teatro troppo grande per lui, ma risponde con due stoppate, a Randle e Doncic, tanto per dimostrare che la classe operaia, ogni tanto, può anche guardare al paradiso.

Amath M’Baye 6 – Solito avvio di impatto, con 5 punti dopo 3’, per poi uscire di scena. Si riscatta nel finale con una schiacciata da regular season Nba, e una buona difesa su Doncic.

Jordan Theodore 5.5 – Il suo status di campione è riconosciuto, e cedere al nervosismo ad inizio quarto quarto è stato eccessivo. Non supportato a livello difensivo quando portato in post… eppure con 10 punti e 5 assist.

Dairis Bertans 6.5 – 22’ di assoluta qualità, con 9 punti e 2/4 dall’arco. Ancora una volta, indica la via con un canestro pesante in un momento estremamente delicato.

Arturas Gudaitis 7 – Il lituano non è un discreto cambio di EuroLeague, ma un grandissimo cambio di EuroLeague. 20 punti e 7 rimbalzi, macchiati solo dal 2/6 dalla lunetta. Recuperando Young, Milano potrebbe avere una grandissima batteria di pivot.

Coach Simone Pianigiani 6 – La sua presenza si sente in panchina, e nei momenti più negativi pesca sempre la soluzione. Purtroppo l’Europa gli riserva solo applausi, e il timore di contraccolpi negativi a livello umorale restano alti. E’ così per tutti, non solo a Milano.

Alessandro Luigi Maggi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...