Tutta la verità, solo la verità, su Kaleb Tarczewski e Patric Young. Ad oggi…

Dovevamo dare il via alle analisi definitive sul roster per la prossima stagione, ma a 13 giorni dall’avvio del ritiro (il 17 agosto Simone Pianigiani sarà presentato nella nuova sala-stampa del Forum d’Assago), le notizie chiedono ancora il loro spazio.

Partiamo da Kaleb Tarczewski. Come riportato questa mattina da Sportando, le procedure per il rilascio del passaporto polacco al pivot vanno rilento, e per la prossima stagione il tesseramento sarà ancora da USA.

Con che evoluzione regolamentare? Le DOA-Fip sono chiare: in un roster a 12, non si potranno mandare a referto più di 3 elementi con passaporto extra Fiba-Europe. L’Olimpia ne avrà 4: Cory Jefferson, Andrew Goudelock, Patric Young e, appunto, Kaleb Tarczewski. Simone Pianigiani dovrà dunque ricorrere alla rotazione tra questi elementi nella sola LBA. Rotazione, lo ribadiamo: perché la proibizione non sta nel tesseramento, ma nella discesa in campo, quindi il sacrificato potrebbe anche essere sempre differente. Con Marco Cusin a roster, credibile che il turnover vada a toccare maggiormente il reparto lunghi.

E torniamo su Patric Young, ricostruendone i passaggi. A metà giugno il giocatore, forte di un primo accordo biennale, sbarca a Milano per le visite mediche. L’esito del 16 giugno è complesso: nessun rischio per il futuro agonistico, ma il pivot dovrà sottoporsi a due operazioni, una di routine alla caviglia e una procedura al ginocchio.

La trattativa per le parti rallenta, si arresta il 16 giugno stesso, riparte già il 17, si conclude il 18. Il tutto in meno di 48 ore, quindi. Il nuovo accordo è ancora biennale, ma l’Olimpia ottiene ampi margini di uscita al 30 giugno 2018.

Il giocatore si sottopone così ai due interventi, posta foto sprizzanti di salute in spiaggia il 18 luglio e ringrazia lo staff medico del greco Dimitris Skordis il 21. Ma il recupero registra qualche intoppo, anche fastidioso, che scatena voci di vario impatto e tenore.

Ad oggi, comunque, non ci sono evoluzioni improvvise all’orizzonte. Le problematiche riscontrate da Patric Young, note allo staff medico milanese, non rappresenterebbero un ostacolo così insormontabile, dunque non ci sarebbero né le condizioni, né la volontà di un divorzio. Lo ribadiamo, ad oggi, secondo le problematiche emerse sino ad oggi.

Young salterà l’appuntamento di Supercoppa, inizierà a rilento la stagione ufficiale, ma il tutto in piena assonanza procedurale con lo staff medico del club, che lo sta supportando non poco in un nuovo processo di recupero. Sperando che la strada, da ora, possa essere solo in discesa.

Alessandro Luigi Maggi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...