Olimpia Milano post Brindisi | Tonut una certezza. Kamagate un capitale da sfruttare

Olimpia Milano post Brindisi. Avversario in grande difficoltà, rivedere il sorriso in panchina tra Messina e il suo staff verso fine gara è forse la notizia più importante

Olimpia Milano post Brindisi. Avversario in grande difficoltà, rivedere il sorriso in panchina tra Messina e il suo staff verso fine gara è forse la notizia più importante. 

Sul campo giusto parlare di Stefano Tonut. 16 punti in 23’, 6/8 dal campo, 4 rimbalzi e 3 assist. In stagione viaggia a 10 punti di media in LBA con 4.3 rimbalzi, in Europa 3.2 punti in 14.7’, con spazio a intermittenza ma 9 punti contro il Monaco.

Il giocatore sta bene, si è inserito, ed è un buon equilibratore in una squadra che non ha equilibrio. Sugli esterni una risorsa, spesso più dell’altalenante Devon Hall, certamente in un reparto dove Maodo Lo per ora di certo non impressiona, e Kevin Pangos è ormai fuori dai giochi. 

In questo scenario tuttavia, due aspetti. Ismael Kamagate ancora in doppia cifra in Italia, 10+4, sempre seduto in tribuna in EuroLeague. Con un Poythress incapace, ad oggi, di dare profondità, e non certo trascendentale in difesa, perché non dare più spazio al francese? Questione di manchevolezze difensive? Vero, ci sono, ma potrebbe essere protetto evitando di cambiare su ogni blocco, e si guadagnerebbe in centimetri a protezione del ferro.

Guglielmo Caruso. Se Nicolò Melli ha bisogno di un pieno di benzina, e Johannes Voigtmann giustamente non va oltre 6’, perché non puntare sull’ex Varese? Giocatore di valore, da non dimenticare troppo a lungo. 

8 thoughts on “Olimpia Milano post Brindisi | Tonut una certezza. Kamagate un capitale da sfruttare

  1. Temi che tutti coloro che sono in questo sito, ma anche in molti altri, si chiedono.
    Perché non dare spazio a Caruso e Kamagate ? Ieri tra Poythress e Voigtmann una fatica … Poythress come atteggiamento mi ricorda Thomas lo scorso anno
    Ripeto se l’utilizzo di Caruso è questo xke evitare di spendere soldi e non portare qualche giovane un po’ come accadeva nel passato ? Spero di avere notizie sul mercato e giovedì vedremo Davies !!!!!!! 🤬

  2. Kamagate sicuramente da sfruttare anche in Eurolega. Contro l’Alba negli ultimi minuti i tedeschi prendevano un rimbalzo via l’altro, ma guai a schierare l’unico centro di ruolo diverso da quello tascabile a fine carriera che comunque fa panchina fissa. Messina in LBA dovrebbe dare sempre spazio a Caruso, altrimenti cosa l’ha preso a fare.

    Per me, al di là dell’errore di tenere Pangos, questo mercato non è stato malvagio, ma il Coach dimostra di non credere nei giocatori che ha comprato. Il problema sta lì.

    Inutile dire….abbiamo un roster numeroso, se poi viene sempre schierata la stessa decina di giocatori, che come risultato in campo sono stanchi. Vedi Melli che dopo il mondiale non ha quasi mai avuto modo di tirare il fiato e infatti si vede.

  3. Messina per anni è stato troppo abituato all’Nba dove il livello alto permette di lavorare sui particolari e non sul fare crescere i giovani. Temo che lui ragioni ora sempre così, nei giovani nota troppo gli eventuali errori, non vuole perdere tempo in partita per farli giocare sbagliare ed imparare, il giovane giocherebbe di più con lui, forse, se fosse un Curry o uno Ginobili.

    1. Pienamente d’accordo con te.
      Messina tra i tanti errori sbaglia, aldilà dei nomi, la composizione numerica del roster e non solo da quest’anno. A cosa serve avere roster di 16 giocatori come quest’anno o addirittura 18 come l’anno scorso se poi nella realtà dei fatti giocano i soliti 8/9?
      Poi è altresí evidente che è negato a far crescere e conseguentemente far giocare i giovani, indistintamente che siano italiani o stranieri.
      Del roster attuale l’unico giocatore italiano spendibile in EL è Melli, tanto vale prendere 11 stranieri affermati (non necessariamente campioni) + Melli in EL e altri 2 italiani in LBA che possono tranquillamente essere Tonut e Ricci e per regolamento ti porti 3 juniores facendo risparmiare soldi (non suoi) alla società.

  4. Davies giovedì ne farà trenta, da me detto all’inizio poythress chi……l’anno prossimo diranno come possiamo dimenticare che e’ la quarta finale lba in 4 anni, perchè a meno di cambi in corsa bologna e’ nettamente favorita e per il momento sta facendo un’ottima eurolega.

    1. Dopo 4 anni siamo arrivati alla verità. L’obiettivo della gestione Messina non è competere per l’élite in EL ma vincere gli scudetti e quest’anno per essere sicuri di vincerlo abbiamo preso il colpo del secolo 😂

  5. Kamagate
    Con un Poythress incapace, ad oggi, di dare profondità, e non certo trascendentale in difesa, perché non dare più spazio al francese?

    Guglielmo Caruso.
    Se Nicolò Melli ha bisogno di un pieno di benzina, e Johannes Voigtmann giustamente non va oltre 6’, perché non puntare sull’ex Varese?

    E lo chiedete a noi? Chiedetelo a Messina!

Comments are closed.

Next Post

Stefano Tonut: Vittoria importante per il morale

Stefano Tonut protagonista con 16 punti e 4 rimbalzi, oltre a 3 assist, nel successo di Olimpia Milano a Brindisi. Ecco le sue parole a DAZN
Olimpia Pesaro Pagelle

Iscriviti

%d