Olimpia Milano-Maccabi, palla a due alle 20.30 | In campo con una sola alternativa, vincere

Palla a due alle ore 20.30 per Olimpia Milano-Maccabi, round 13 di EuroLeague. Arbitrano Perez, Rocha e Radojkovic

Palla a due alle ore 20.30 per Olimpia Milano-Maccabi, round 13 di EuroLeague. Arbitrano Perez, Rocha e Radojkovic.

Come vederla in tv

Diretta su Sky Sport e in streaming su Eleven e Now.

Roster

Olimpia MilanoRuoloMaccabi
Mitrou-Long, BaldassoPGBrown, Adams
Hall, Baron, TonutGHollins, Hilliard, Dibartolomeo
Tlc, Thomas, AlvitiSFColson, Menco
Melli, Ricci, VoigtmannPFMartin, Sorkin, Cohen
Hines, Davies, BilighaCNebo
Ettore MessinaCOACHOded Kattash

Olimpia Milano sempre priva di Pangos, Shields e Datome, nel fine settimana si è rivisto in campo Stefano Tonut. A disposizione Nicolò Melli e Kyle Hines, che ad Oaka ha giocato con un problema alla mano. Non ride il Maccabi che ha perso Wade Baldwin, uomo da 15 punti a stagione, per un problema al bicipite femorale. Stagione pressoché conclusa per il centro Alex Poythress, che dovrà subire un intervento alla mano.

La partita

Siamo a metà dicembre, ma Milano dopo otto sconfitte in fila arriva ad una di quelle gare da non fallire per la corsa playoff. E’ davvero una finale per i biancorossi, che ad Oaka si sono disuniti una volta costruito il +15 nel terzo quarto. Serve un successo pur con un roster che resta seriamente menomato, senza i due giocatori sugli esterni in grado di fare la differenza palla in mano.

Arriva un Maccabi in emergenza, con un successo nelle ultime tre partite, l’ultimo scappando nel quarto quarto con la disastrata Valencia. Squadra che può creare quintettoni importanti con Colson, Martin e Nebo, e con un Lorenzo Brown che oggi più che mai deve prendere per mano una squadra soprattutto a livello di regia, non dimenticando i suoi 17.8 punti di media con 6.4 assist.

Di fatto il reparto esterni si regge sul play della Spagna campione d’Europa, visto che il pericoloso Darrun Hilliard vive un avvio di stagione sottotono, segnato anche da qualche ruggine con la società e il gruppo. Riuscire a mettere in difficoltà Brown con la difesa potrebbe essere l’occasione per Milano, che segna 14 punti in meno.

Focus sui rimbalzi offensivi, il Maccabi ne coglie 3 in più, ma anche 3 in meno in difesa, e sul rapporto assist/palle perse, abbastanza equilibrato tra le parti.

I precedenti (da olimpiamilano.com)

L’Olimpia ha vinto due delle sue tre Coppe dei Campioni battendo in finale il Maccabi Tel-Aviv. A Losanna il 2 aprile 1987, finì 71-69 per Milano, coach Dan Peterson. Un anno dopo, a Gand, finì 90-84 sempre per l’Olimpia nella prima edizione della Coppa dei Campioni assegnata tramite Final Four. L’allenatore era Franco Casalini. In tutto, le due squadre si sono affrontate 39 volte e il bilancio è di 20-19 per il Maccabi. A Milano è 13-5 per l’Olimpia. A Tel Aviv 15-4 per il Maccabi. In campo neutro è 2-0 per l’Olimpia e i due precedenti riguardano proprio le due finali di EuroLeague vinte da Milano. A queste due gare andrebbero aggiunte le due sfide dell’Euroclassic di Chicago e New York del 2015 con una vittoria per parte. Nell’era EuroLeague il bilancio è 13-9 per il Maccabi, 8-3 per l’Olimpia a Milano. Nel 2014, nei playoff, l’avversario fu proprio il Maccabi che si impose 3-1 nella serie e poi vinse il titolo europeo a Milano. Due anni fa, l’Olimpia ha interrotto un digiuno che durava dal 1987 vincendo a Tel Aviv 86-85 dopo un tempo supplementare con il jumper della vittoria segnato da Malcolm Delaney. Lo scorso anno l’Olimpia ha vinto la partita di Milano 83-72 con 16 punti di Devon Hall e 14 di Dinos Mitoglou.

La connection

Nella stagione 2020/21 a San Pietroburgo Kevin Pangos e Billy Baron hanno giocato insieme ad Austin Hollins e Alex Poythress. Darrun Hilliard ha giocato al Bayern con Deshaun Thomas, al CSKA Mosca con Johannes Voigtmann e per una stagione anche con Kyle Hines. Infine, nel 2018/19 a Vitoria è stato compagno di squadra di Shavon Shields. Lorenzo Brown e Billy Baron hanno giocato insieme nella Stella Rossa. Deshaun Thomas ha giocato un anno al Maccabi, durante la stagione 2017/18.

10 thoughts on “Olimpia Milano-Maccabi, palla a due alle 20.30 | In campo con una sola alternativa, vincere

  1. Non carichiamo l’attesa di eccessive aspettative per evitare poi,in caso di sconfitta,l’ennesima ondata di invettive dei soliti arcinoti contro il mondo intero.
    La classifica dice di una partita nettamente sbilanciata a favore degli israeliani,vediamo se il campo ci darà auspicabili riscontri diversi.
    Evitiamo però di parlare di partita decisiva o di ultima spiaggia,viviamo il presente con serena accettazione della nostra dimensione e vediamo.
    Non saremo quelli che molti di noi ( io per primo) pensavamo di essere ma neppure quelli che sembriamo oggi.
    Forza Ettore,forza ragazzi.

    1. Gent.mo DLB i soliti” Arcinoti” come chiunque altro, hanno diritto di esprimere le loro opinioni così come le esprime Lei . Solo che , almeno per quanto mi riguarda, non insulto e non offendo nessuno, a differenza di molti altri. E nessuno gioisce per le sconfitte dell’Olimpia ,tutt’altro. Se molti, Lei per primo, ammette di essere deluso, un motivo pure ci sarà. Lei pensa che “Ettore” possa risolvere la situazione ….. Io penso di No….Vuol dire che non sono tifoso Olimpia ??? …. Ma proprio no visto che la seguo da una vita. Penso che sia assolutamente sbagliato tacciare qualcuno di non essere tifoso solo perchè la si pensa in maniera diversa su tecnico e giocatori. e quant’altro. Sempre Forza Olimpia !!!!!

      1. Sei poco credibile anzi direi incredibile. Non partecipavi alla festa scudetto perché non c’era nessuno da insultare od incolpare, non c’era un capro espiatorio tipo il coach.
        Ma ti fai vivo da due mesi per condannare, insultare e provocare caro angioletto. Non fare il furbo. Sei deluso per le sconfitte come tutti, ma decidi di iscriverti al blog e giù giudizi pesanti su tutto e tutti cercando il sostegno dei tuoi pari.
        Quindi smettila di dire cazzate, sei della categoria del tifoso-tifoso incazzoso, bene ce ne faremo una ragione ma non fare il furbo e rileggiti i post che hai scritto, santarellino dei miei stivali.

        Puoi anche non rispondere tanto ci pensa fra qualche minuto il Gran Premio Montagna che magari sei sempre tu, chissà

      2. Tu invece sei un provocatore-provocatore frustrato. Io potrei essere anche il Gran Premio Montagna ma almeno non disonore un giocatore del passato indossando il suo nickname in modo vergognoso.
        Vergognati alla tua età!!

    1. Eh Iellini…….la coda di paglia si accende subito e brucia parecchio. Problemi Tuoi .

      1. Eh si, lui appena qualcuno che non faccia parte della sua cerchia muove una critica a Messina si surriscala e gli parte l’embolo.
        Solo loro hanno il diritto di critica e ora è nervoso e sta rosicando perché è più maleducato del solito.

    2. ROM63, prima ti abboni a Eleven e poi ti lamenti; io, se me lo regalano, mi abbono, non voglio neanche immaginare Mino che “telecronicizza” l’Olimpia…..

  2. Eccoli bibi e bibo… o forse probabilmente lo stesso bubu con la solita tecnica dei bulli quattro soldi

  3. Ehi Iellini…..ho capito che ti rode ……ma proprio tanto……….se non non sei capace di esprimere un concetto in modo normale……sono sempre problemi tuoi…….

Comments are closed.

Next Post

Kyle Hines: Spero sia arrivato il momento di cambiar pagina

Kyle Hines suona la carica in casa Olimpia Milano in vista del match di questa sera con il Maccabi Tel Aviv. Ecco le sue parole
Kyle Hines

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: