Malcolm Delaney: Gara importante nella volata per la griglia playoff

Malcolm Delaney, ancor più responsabilizzato a Madrid vista l’assenza di Sergio Rodriguez, presenta così il match di questa sera con il Real

Malcolm Delaney, ancor più responsabilizzato a Madrid vista l’assenza di Sergio Rodriguez, presenta così il match di questa sera con il Real.

«Ovviamente, quella di Madrid è una partita molto importante per la classifica e per la volata che mette in palio il vantaggio del fattore campo nei playoff. Il Real Madrid è una grande squadra, che ha sofferto qualche sconfitta di recente, ma proprio per questo sarà motivatissimo e pronto a fare qualcosa di extra davanti al proprio pubblico».

16 thoughts on “Malcolm Delaney: Gara importante nella volata per la griglia playoff

  1. Minchia, che pirla Delaney.
    Ci hai fatto perdere, sei contento?
    Meno male che ha detto che l’anno prossimo non ci sarà.
    Gli altri si sbattono, lui fa perdere le partite.
    Senza la cagata finale la vincevamo!!!
    Dispiace dirlo ma questo qui non ha la testa, non basta segnare un tiro ogni tanto, ci vuole cervello, guarda Hines, Chacho, Melli e Hall.

      1. Io certi atteggiamenti indolenti come quelli di ieri sera (e non è la prima volta che gli capita) non li ho mai percepiti dal Chacho o da Hines o da Melli, neanche nelle loro peggiori prestazioni. La realtà è che senza la guida sapiente di Rodriguez, Delaney si perde nella sua indolenzia.

      2. Non è che tutti abbiamo lo stesso carattere o il medesimo atteggiamento, a questo mondo… ieri sera mancava il Chacho e Delaney si è dovuto sciropapre minuti extra arrivando alla fine poco lucido e sulle gambe.
        Leggere “gli altri si sbattono, lui fa perdere le partite” mi spiace ma non esiste minimamente. Che poi se ieri sera siamo arrivati a tanto così dal vincerla nonostante le numerose assenze forse forse un pò di merito l’avrà avuto anche Delaney, o no?

      3. Non esiste minimamente per te, per me invece è così perché il suo atteggiamento ( e ribadisco che non è la prima volta che gli capita) non l’ho mai visto nel Chacho neanche nella sua peggiore prestazione. Non dimentichiamoci che Delaney nello scacchiere di Messina è il play titolare e a mio parere senza Rodriguez si perde nel suo egoismo.

      4. No, “non esiste” in maniera oggettiva dato che Delaney è uno che si sbatte eccome. Ci deve per forza sempre essere un bersaglio contro cui sfogare la delusione per una mancata vittoria? Sta cosa non la capirò mai e poi mai. Un conto è valutare la prestazione che può benissimo essere negativo, un altro è dargli del pirla, scrivere “meno male che l’anno prossimo non ci sarà”, “gli altri si sbattono lui fa perdere le partite” e altre amenità simili…

    1. Sei tu che non hai testa e non analizzi la partita nel suo complesso.
      Hai bisogno sempre di un colpevole da immolare. Contento tu?
      Ieri con un play normale di quelli che non difendono ne avremmo presi 20.
      Ieri con il chaco e senza Delaney ne avremmo presi 30. Neanche una squadra dell’oratorio saresti in grado di allenare.
      Sei un incompetente ed un ingrato

      1. Constato dalle tue parole, che invece tu hai una grande stima e fiducia verso il Chacho. Basta analizzare e mettere a confronto la peggior partita del Chacho con la peggiore di Delaney per capire esattamente le differenze tra i due. Ti rammento che con il Chacho e senza Delaney, causa infortuni, abbiamo vinto parecchie partire anche con squadre forti. Purtroppo ognuno ricorda quello che fa più comodo a ciascuno di noi. Ci sarà un motivo se il Chacho ha vinto due EL mentre Delaney nulla. Tu mi potrai rispondere: “eh ma il Chacho ha la avuto la fortuna di giocare in club di prima fascia”, ma anche in questo ci sarà un motivo. E Delaney non mi risulta che abbia lasciato un buon ricordo di sé a Barcellona, anzi direi il contrario. Eh ma tu sei quello competente e sopratutto grato verso il Chacho….

      2. Piccola nota a margine ma non per questo insignificante: che sia EL o LBA l’impegno del Chacho (quando chiamato in causa) è totale, si può dire lo stesso di Malcom? No, nella maniera più assoluta!!

  2. A uno che ha il culo basso per difendere come pochi altri play in Europa, una frase cosi proprio non ci sta.

    Ha sbagliato la gestione finale per motivi già analizzati, prima però è stato costantemente al servizio della squadra con 2 o 3 assist stratosferici e difesa continua e incessante.

    Poi se mi chiedi se mi sta simpatico o no è un’altra domanda, ma qua si dovrebbe parlare di basket non di altro…

  3. Caro “uomo in rosso” che appena perdi vedì rosso e dimentichi il contesto.
    Vediamo: abbiamo 2 play titolari e 2 per la LBa : uno infortunato ed uno non in grado di stare in campo a questo livello (Messina con coraggio ha provato ma ha impiegato due minuti a capire che con Baldasso in campo quelli sarebbero fuggiti). Quindi abbiamo giocato con un play ed abbiamo chiesto ad Hall di fare quello che non sa fare il play.
    Risultato su Delenay c’era tutto il peso della partita ma non c’erano soluzioni. La squdra ha retto fino al supplementare per merito di Delenay anche con i suoi errori alla fine tragici anche perchè non si reggeva in piedi. Per cui tanto di cappello a Delenay a cui non avevamo alternative.
    E nonostante questo potevamo vincere ma la somma di un paio di episodi, fra cui ci metto un paio di triple del Real che ci hanno tagliato le gambe quando vedevamo il traguardo ormai con la lingua fuori, non ci sono stati favorevoli.
    Giocare contro il Real redivivo con la panchina corta era difficile.

    Fare paragoni con il Chaco denota la tua incompetenza: nella partita di ieri avere solo il chaco per 35 minuti sarebbe stato probabilmente anche peggio, ma questo non è un giudizio negativo e solo capire che lui può dare al massimo 20 minuti di estasi non di più.

    1. Mi dispiace, ma io non voglio avere nulla a che fare con persone come te, maleducate ed arroganti, che non rispettano le opinioni altrui. Preferisco rimanere nella mia incompetenza e ingratitudine, che, sicuramente, sono valori migliori dei tuoi. Buon pomeriggio.

  4. Delaney difende fortissimo sempre e questo Men in Red credo che anche tu possa ammetterlo. Poi è molto istintivo e talvolta il suo atteggiamento sembra (o è…a seconda dei punti di vista) arrogante. Ha grande personalità e non ha paura di sbagliare. Qualche volta va bene qualche volta va male. Sicuramente è parte fondamentale e determinante di questa squadra. Può non piacere (e a te certamente non piace) però hai usato toni un po’ esagerati…

    1. Ti rispondo perché ti sei posto in modo educato e civile. A mio giudizio personale, in un giocatore non conta solo saper difendere o fare un ventello a partita, ma soprattutto l’atteggiamento e il prototipo di giocatore ideale per me è il Chacho o Hines o Melli o Datome (quando sta bene). Posso essere stato un tantino esagerato nell’esternare il mio pensiero, perché sono stato istintivo e mi sono fatto prendere dalla delusione per non aver vinto una partita alla nostra portata, non alla vigilia bensì dall’andamento della gara, ma ciò non toglie che debba ricevere insulti perché esprimo un parere diverso da loro.

  5. Esatto.

    Anche a me non piace sempre, ma non si può certo definire la sua partita di ieri “indolente” o dire che l’ha persa lui.
    Non è un’opinione, ma un travisamento della realtà.

    Se fossi Delaney mi girerebbero un po’ i cabasisi… e a me sono girati al suo posto, per dirla proprio tutta!

Comments are closed.

Next Post

Real vs Olimpia Milano | Williams-Goss sarà in campo, tre out sicuri per Laso

Ultime dalle sedi in vista di Real vs Olimpia Milano di questa sera, con palla a due alle ore 20.45. Ecco gli aggiornamenti
Coronavirus

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: