Giorgio Armani: Chissà, forse il futuro riparte proprio dallo sport

Giorgio Armani, patron di Olimpia Milano, protagonista su Repubblica. Ecco alcune sue dichiarazioni sull’evento olimpico

Giorgio Armani, patron di Olimpia Milano, protagonista su Repubblica. Ecco alcune sue dichiarazioni.

SULLA 4X100

«Guardi, l’emozione che ho provato vedendo la finale della staffetta 4 per cento è stata intensa, con la forte adrenalina di una gara vinta sul filo del rasoio da una squadra magnifica che oltre al gesto atletico ha saputo integrare atleti di ogni provenienza».

SULL’ITALIA

«Il nostro Paese non è mai affondato in un oscuro Medioevo. E noi stessi, come italiani, dovremmo avere più consapevolezza delle nostre qualità e maggiore orgoglio per quello che riusciamo a fare. Le nostre qualità, nello sport come in tanti altri campi, sono sempre state altissime. E dovremmo esserne coscienti noi per primi»

SUL FUTURO

«Chissà, forse il futuro riparte proprio dal mondo dello sport, che può insegnare tanto anche ad altri ambiti. Lo sport è un mondo al quale mi sono avvicinato da ragazzino seguendo il basket e successivamente sponsorizzando una squadra, vestendo varie nazionali olimpiche e di calcio, seguendo gli sportivi e vestendoli anche nella vita privata. Ho sempre provato grande ammirazione per la loro forza di volontà, per la dedizione e per lo spirito di sacrificio. Nella mia estetica in fondo mi riallaccio spesso al vecchio adagio della cultura classica: bellezza e virtù nello stesso corpo».

2 thoughts on “Giorgio Armani: Chissà, forse il futuro riparte proprio dallo sport

  1. Massimo rispetto x Armani. Ma le tute degli atleti italiani che ha firmato sono oscene.

  2. Non smetto mai di essere grato allo stilista Giorgio Armani per il supporto dato all’Olimpia prima come main sponsor, poi come patron. Armani è da sempre sinonimo di una moda sobria, sportiva ed elegante. Però le tute degli Atleti alle Olimpiadi e certe tenute Olimpia della scorsa stagione, con nomi argentati luccicanti che nemmeno si leggevano, mi sembra non rientrino esattamente nei connotati sopra citati. Forse Armani, cosa normale in un brand così ramificato (EA7 per tute olimpiche e tenute Olimpia), lascia sfogare gli stilisti in crescita, però pensavo ci fosse una supervisione. Quella bandiera italiana sulla pancia degli atleti non si può vedere. Meglio nella versione bianca omaggio al Giappone della cerimonia di apertura, la versione blu è orripilante.

Comments are closed.

Next Post

Mercato LBA | Napoli attende Kramer, la Virtus ha scelto davvero Chiozza?

Siamo ormai al dunque. Lo stato dei roster delle 16 squadre con licenza LBA per la stagione 2021-2022. Conferme, acquisti, trattative
Mercato LBA

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: