Sandro Gamba: Messina e l’Olimpia hanno più esperienza. Ma no alle amnesie

Sandro Gamba firma su Repubblica-Milano il suo “Tiro Libero” dal titolo: «Aggredire e non lasciare scelte facili»

Sandro Gamba firma su Repubblica-Milano il suo “Tiro Libero” dal titolo: «Aggredire e non lasciare scelte facili». Ecco alcuni passaggi.

La sfida tra Messina e Jasikevicius è quella in cui mi rivedo, perché mi immagino come staranno preparando la sfida, come staranno studiando mosse e contromosse, quintetti e sorprese

Secondo me, Ettore dovrà concentrarsi prima sulla sua metà campo: perché l’Olimpia difende abbastanza bene, in certi momenti benissimo, ma ancora adesso – l’ho notato ancora l’altra sera contro la Reyer Venezia, e a momenti tiravo una scarpa contro il televisore – ha amnesie, buchi sul lato debole, incertezze a rimbalzo. In una sfida come la semifinale di Coppa Campioni (e io all’epoca ne ho vissuta qualcuna) sono le prime cose che non puoi permetterti.

L’Olimpia ha un vantaggio. L’esperienza. Messina ne ha viste tante, conosce i momenti delle partite, soprattutto delle più delicate. Li hanno vissuti tanti suoi giocatori: Delaney e Hines, Micov e Rodriguez, per non parlare di Gigi Datome. Nessuno di loro tremerà.

12 thoughts on “Sandro Gamba: Messina e l’Olimpia hanno più esperienza. Ma no alle amnesie

  1. Non è che però il Barcellona sia proprio una squadra di sbarbati eh…

  2. Mi domando e vi domando: ma abbiamo tecnicamente una reale chance di successo che non sia legata al discorso del “tutto può succedere in una partita secca”?

    1. A giudicare dalle 2 gare di regular season, non molto. Il Barcellona è l’unica squadra di livello che l’Olimpia non è riuscita a battere, l’unica con cui di fatto non è mai sembrato avere una chance. Però “tutto può succedere in una partita secca” non vuol dire necessariamente “i miracoli capitano”, può voler dire che nella singola partita si possono trovare soluzioni e si possono trovare percentuali che ti danno una chance.

    2. Diciamo che per vincere noi dobbiamo fare il 100% e loro non più del 75%. Non saprei dire in che condizioni psico fisiche arrivano loro, quindi non ho un pronostico oltre a quello del cuore.

  3. La forza dell’Olimpia è nel collettivo il tutto può accadere ha fondamento nella capacità di Milano di giocare #insieme quindi si, possiamo vincere se tutti faranno la loro parte, anche contro una squadra a noi superiore ma meno coesa.

  4. D’accordo al 100%.

    Ma non solo, perché uno come il Cacho non ce l’hanno e neppure uno come Hines.

    La sparo grossa.
    Siamo veramente inferiore sul lato fisico, ma lato tecnico e tattico siamo superiori noi. Quindi perché non dovremmo giocarcela?

    1. In larga parte perché sotto canestro ci divorano vivi e perché la loro difesa ci ha costretto a una media del 25% al tiro da 3 circa in due partite. Certo, giochiamocela però consci che quei due ostacoli vanno superati, altrimenti non è praticabile.

  5. Io credo che loro siano superiori e con un roster più completo. E sono ben allenati. Noi abbiamo le nostre carte da giocarci e credo che l’aspetto psicologico sarà fondamentale. Perché loro sono i favoriti. Loro devono vincere. questo potrebbe pesare in caso di una gara tirata, punto a punto.
    Non è che noi saremo liberi mentalmente, perché questa è comunque una final four, non un torneo amichevole, e non tentare di vincere non esiste.

    Io punto su Efes come vincitrice del trofeo. Ma tiferò Olimpia, of course!

    1. Se il Barca passa, io tifo Barca per dire che l’Olimpia ha perso dai campioni, eh! 😀

  6. La cosa più brutta non sarà,eventualmente, perdere col Barca, ma fare l’assurda finale per il 3° e 4° posto che può avere un piccolo senso solo se frutta qualche eurino in più

  7. Secondo me abbiamo chance perché tolto higgins sugli esterni non hanno giocatori multidimensionali come i nostri. Serve trovare una risposta sotto canestro, in particolare a Davies. Mirotic dipende da se stesso, sono tutti gli altri quelli Su cui lavorare. Calathes e il suo pick and roll, abrines e kuric e le loro uscite dai blocchi, Davies e la sua capacità di andare a rimbalzo offensivo. Dall’altra parte dovremo essere bravi ad aprire la scatola mettendo i tiri ben costruiti e cavalcando le individualità quando sono calde.

Comments are closed.

Next Post

Shavon Shields è il miglior giocatore di Olimpia Milano? L'analisi video

Shavon Shields è il più forte giocatore di Olimpia Milano? Questa la domanda che si pone Augustas Suliauskas in questa analisi
Olimpia Milano post Sassari

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Punter Higgins
Protocollo Barcellona | Punter vs Higgins, crescita e status

Protocollo Barcellona: Una serie di confronti individuali, per riassumere sfide e personalità. Continuiamo con Punter contro Higgins

Chiudi