Cosa ha sofferto Brescia? Il gioco nel pitturato e i p&r dei play

Interessante analisi di Olimpia Milano vs Brescia di ieri a firma di Federico Cherubini sul Giornale di Brescia. Ecco alcuni spunti

Interessante analisi di Olimpia Milano vs Brescia di ieri a firma di Federico Cherubini sul Giornale di Brescia. Ecco alcuni spunti.

Le principali difficoltà per Brescia, nel match del Forum di Assago, sono state relative al gestire in attacco i cambi nei giochi a due decisi da coach Messina. Contro una formazione molto brava a coprire le linee di passaggio, così come a collassare al centro dell’area e a portare aiuti, recuperando in maniera fulminea, c’era da aspettarselo. 

Una buona parte delle palle perse in casa Brescia – o dei tiri forzati a causa dei diversi secondi spesi in ogni azione – è arrivata proprio quando la Leonessa provava a servire palloni sotto sui quali la difesa in anticipo e l’organizzazione difensiva di Milano, però, annullavano quasi completamente ogni vantaggio. 

Proprio per questo motivo, è divenuto fondamentale l’attacco in palleggio in 1 vs 1 (Chery e Crawford i protagonisti), così come Io sfruttare al meglio le uscite dai blocchi per i tiratori (Kalinoski su tutti). 

Grandi difficoltà la Leonessa le ha avute anche a difendere sui pick’n roll che vedevano protagonisti Delaney o Rodriguez bloccanti. In particolar modo, quando in campo c’erano o Ancellotti o Magro. In entrambi i casi, infatti, veniva sistematicamente concesso troppo spazio al palleggiatore, che aveva tempo per sistemare i piedi e prendersi una conclusione dai 6.75.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Next Post

Olimpia Milano post Brescia | Il dato da 3, Malcolm Delaney e Davide Moretti

Olimpia Milano post Brescia in attesa di chiudere i conti lunedì: Poco da dire, il +30 è stato negato solo dal tiro da 3
Olimpia Milano vs Brescia

Subscribe US Now

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: