Buongiorno Olimpia | La LBA non può ridursi senza una riforma della Serie A2

Buongiorno Olimpia, la rubrica quotidiana di cui non si sentiva il bisogno che ci accompagnerà ogni mattina al risveglio in questa fase estiva

Buongiorno Olimpia, la rubrica quotidiana di cui non si sentiva il bisogno che ci accompagnerà ogni mattina al risveglio in questa fase estiva.

Tra il 31 luglio e il 7 agosto avremo il numero ufficiale delle squadre iscritte al prossimo campionato di LBA. Potrebbero essere 14, e inevitabilmente si dovrà mettere mano anche al numero delle retrocessioni.

Un campionato così limitato non può mantenere due discese di categoria, anche se la domanda resta una: qual è il numero perfetto? 14 o 16? Certo, fa sorridere che nel calcio dilettantistico i parametri dei verdetti siano scritti a seconde delle contendenti, mentre nel basket si navighi a vista, ma in un mondo normale la A2 deve mantenere almeno due promozioni.

E allora, a questo punto, il numero perfetto resta 16. La LBA non può cambiare senza una ristrutturazione “consequenziale” di tutti gli altri campionati.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Stefano Michelini: La Virtus ha fatto meglio, l'Olimpia Milano è la sfidante

Il grande Stefano Michelini: Visto l'anno scorso è Milano a sfidare i bianconeri, che hanno fatto meglio di loro, inutile girarci attorno
Stefano Michelini

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Anthony Gill
Anthony Gill e il Khimki: Kurtinaitis non lo vede nei suoi schemi

Anthony Gill, ala grande USA, è stato nel mirino di Olimpia Milano sino alla firma di Zach LeDay. Sicuramente lascerà...

Chiudi