Annunci

Fenerbahce vs Olimpia Milano | La giornata biancorossa a Istanbul

L’Olimpia è partita per Istanbul per la seconda volta nel giro di neanche 10 giorni. E’ un altro viaggio “doppio”, la squadra da Istanbul volerà su Trieste

Annunci
Read Time:3 Minute, 42 Second

fonte: olimpiamilano.com

La telefonata è arrivata il venerdì sera, sei giorni prima. Vincenzo aveva 12 ore per rispondere presente, ma gli sono bastati 12 secondi. Lui e la moglie Sonia, abbonati all’Olimpia, due che vengono sempre, avevano partecipato al “fundraiser” della Fondazione Candido Cannavò – per sostenere la pratica sportiva dove altrimenti non sarebbe possibile – con in palio il viaggio per due persone a Istanbul sull’aereo dell’Olimpia. “Non abbiamo mai visto una partita dell’Olimpia all’estero. Dovevamo venire a Berlino quest’anno, ma il lavoro ce lo ha impedito”, racconta Vincenzo. Poi il colpo di fortuna: ha vinto lui il viaggio premio. Giovedì si è presentato all’area check-in 2 di Malpensa con lo zainetto dell’Olimpia sulle spalle e il sorriso stampato sul volto. Era il suo e anche quello di Sonia. Benvenuti in viaggio con l’Olimpia.

L’Olimpia è partita per Istanbul per la seconda volta nel giro di neanche 10 giorni. E’ un altro viaggio “doppio”, perché la squadra da Istanbul volerà sabato pomeriggio su Trieste per la gara di campionato di domenica. Dodici giocatori sono saliti sul volo, tutti tranne Jeff Brooks e Ricky Moraschini, i due infortunati rimasti ovviamente a Milano per la riabilitazione. L’aereo ha lasciato terra alle 16, in leggero ritardo rispetto alle previsioni. Il volo è durato le solite due ore e mezzo circa, con l’insidiosa aggiunta delle due ore di fuso orario. Si fa in tempo dopo cena a vedere grazie proprio al fuso orario una buona parte della serata di EuroLeague con tante gare equilibrate tra l’altro.

Paul Biligha, che la scorsa settimana era salito alla ribalta delle cronache con le quattro stoppate di Tel Aviv, proiettandosi al terzo posto della graduatoria di specialità in EuroLeague, “uccide” il tempo leggendo un libro per bambini. E’ quello che ha regalato alla figlia più grande per Natale: lo leggerà prima lui per poterglielo spiegare meglio quando toccherà a lei, tra qualche giorno, dedicarsi alla lettura. Interessante strategia educativa, particolarmente coerente con il tema della giornata di EuroLeague dedicata alla giornata internazionale dell’educazione. Sia il Coach Messina che Luis Scola hanno raccontato le loro idee ad EuroLeague e anche i loro ricordi, l’importanza che lo sport riveste nella crescita sociale e morale delle persone. Soprattutto lo sport di squadra che aiuta a relazionarsi con l’autorità (l’allenatore), con altre persone (i compagni), con le regole che un gruppo deve necessariamente avere.

La trasferta di Istanbul è una delle più frequenti in EuroLeague, anche se le squadre quest’anno sono “solo” due. Lo scorso anno erano tre con il Darussafaka ammesso come vincitore dell’Eurocup precedente. Abbiamo avuto una stagione, il 2016/17, con quattro squadre di Istanbul: la quarta era il Galatasaray in cui giocava Vlado Micov. Il Fenerbahce gioca all’Ulker Arena, nella parte asiatica della metropoli: si tratta del quarto impianto che l’Olimpia ha conosciuto a Istanbul dopo l’Abdi Ipekci, attualmente non utilizzato, la Volkswagen Arena in cui gioca il Darussafaka, il Sinan Erdem Dome della settimana scorsa. Ci sono i soliti intrecci tra presente e passato: Zeljko Obradovic che a Treviso fu sostituito da Ettore Messina, insieme hanno vinto l’EuroLeague 13 volte in 27 anni e in coppia hanno vinto oltre il 70% delle partite che hanno diretto; il general manager è Maurizio Gherardini che è stato compagno di Messina a Treviso e come tradizione ha salutato la comitiva al suo ingresso in campo per l’allenamento; il playmaker Kostas Sloukas è stato un giocatore di Christos Stavropoulos, il general manager dell’Olimpia, all’Olympiacos; Gigi Datome ovviamente è compagno di Nazionale degli italiani di Milano, ma in azzurro è stato allenato dallo stesso Messina; Sergio Rodriguez ha vinto l’ultima EuroLeague in coppia con Nando De Colo; James Nunnally ha giocato la scorsa stagione a Milano.

L’Olimpia alloggia allo Sheraton, letteralmente a due passi dall’arena. Se non ci fossero troppi cantieri aperti attorno che rendono il percorso insidioso si potrebbe raggiungerlo a piedi in tre minuti esatti. Prima di recarsi all’arena per il tradizionale allenamento della mattina, c’è tempo per due interviste televisive di due televisioni turche. Una per Sergio Rodriguez e l’altra per Coach Messina. L’allenamento comincia alle 13 ora locale, per 50 minuti di ripasso del piano gara, tiri e lavoro invidiuale. Alle 14.15 scocca l’ora del pranzo.

About Post Author

Alessandro Maggi

alekmaggi@gmail.com Giornalista Professionista, direttore responsabile presso Be.Pi Sport, collaboratore presso Sportando, cronista per Il Giorno
Annunci

Lascia una recensione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami
Next Post

Eurodevotion, la sfida Obradovic-Messina nei numeri

Alberto Marzagalia di Eurodevotion lancia Fenerbahce vs Olimpia Milano con la «sfida nella sfida» tra i due coach, Zeljko Obradovic e Ettore Messina

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: