Sandro Gamba analizza per la Repubblica – Milano il nuovo status tecnico di Olimpia Milano.

SU AMEDEO DELLA VALLE

«Per Amedeo Della Valle prevedo, se ci crede, un bel futuro da playmaker, a patto di lavorare sui dettagli, magari con papà Carlo che allenavo a Torino: migliorare il palleggio, ragazzo, mai andare verso le righe laterali e soprattutto mai eseguire un passaggio consegnato, contro un buon difensore è palla persa sicura».

SULLA MILANO ATTUALE

«Sul collettivo, fa piacere come l’Olimpia abbia reagito agli infortuni: poteva mollare, poteva andare incontro a debacle soprattutto in Eurolega, invece ha tenuto anche nelle serate difficili, le tre vittorie consecutive non sono affatto un caso. E il nuovo assetto piccolo, con Burns centro che ricorda il me stesso giovane per atteggiamento e stile, o addirittura Brooks che sa far tutto e ha il suo punto di forza nei cambi di direzione, comincia a piacermi quasi più del vecchio. Bisognerà vedere se la coppia James-Jerrells ha davvero capito che è meglio spingere il pallone in campo aperto che farlo morir di palleggi».

Annunci

6 Comments »

  1. Le “3 vittorie consecutive” sarebbero pero` anche da pesare, essendo venute contro 3 delle ultime 4 in classifica. Vinte, ma non senza soffrire, tra l altro.
    Gamba, ogni volta che parla di Milano con ottimismo, secondo me porta un po di sfiga.

  2. Speriamo di no!! In ogni caso questa “nuova squadra”, tutta da reinventare dopo la perdita di Arturas Gudaitis e l’arrivo di James Nunnally e il recupero di Nedovic, mi affascina proprio. Stravolgere (o quasi) il gioco a meta’ stagione non e’ facilissimo ma la qualita’ degli interpreti e lo spirito di gruppo visto sino ad ora aiuteranno certo il coach.

Rispondi