Il giorno è arrivato. Il Forum d’Assago torna a vivere una grande notte di basket europeo con la carica dei 10.000, cercando di rivivere l’atmosfera indimenticabile di quella gara-5 con l’Aquila Trento. Di fronte il Real Madrid, la squadra campione d’Europa, il roster più profondo del continente, la stella più romantica e splendente d’Europa: Sergio Llull.

Una notte da vivere, come detto, con la consapevolezza di essere nel pieno di un potenziale cammino di grandezza, ma opposti ad un avversario superiore non tanto nel talento o nel fisico, quanto nelle certezze di un progetto tecnico in corso da anni. Quello di Pablo Laso, passato per momenti di amarezza, ma anche e soprattutto per due EuroLeague e quattro Acb. Si potrà e dovrà dare tutto insomma, e quel tutto potrebbe anche non bastare.

Questo nonostante Mike James e Nemanja Nedovic, nuovi riferimenti del gioco di Simone Pianigiani, letali nella loro superiorità nel successo degno di nota contro la Virtus Bologna. Questa Olimpia c’è, ma dovrà essere meno istintiva questa sera: il Real invecchia, ma è ancora squadra letale in transizione, con tiratori mortiferi in grado di far pagare ogni errore, e lunghi in grado di chiudere con vigore il pitturato.

In un simile contesto, fondamentale controllare il ritmo, senza forzare conclusioni dalla distanza, e soprattutto necessaria una maggior partecipazione di tutti a livello difensivo, rispetto al successo con il Buducnost. Solo così si potrà tenere botta a rimbalzo, senza concedere quelle seconde opportunità che con i madrileni renderebbero impossibile la scalata sin dal primo passo.

Di fatto, saranno tutte indicazioni per una settimana durissima, prologo della reale gara da non fallire: quella del 25 ottobre co il Khimki.

Schermata 2018-10-17 alle 08.56.46

Real Madrid che si è già portato a casa la Supercopa, e che in patria è imbattuto dopo quattro gare. 92-69 il finale con Badalona, con 15 punti e 5 assist di Facundo Campazzo e 15 con 6 rimbalzi di Gabriel Deck. L’ala argentina è una delle poche aggiunte del mercato, passato anche per l’inserimento del tiratore sloveno Klemen Prepelic. Pablo Laso dovrà rinunciare a Trey Thompkins e a Gustavo Ayon. Il lungo messicano è appena rientrato a Madrid da un viaggio in Messico per stare vicino ai genitori, vittime di un incidente.

Scelte abbastanza definite per Simone Pianigiani. Fuori Simone Fontecchio, dentro Curtis Jerrells, che tra mercoledì e venerdì dovrebbe ottenere un maggiore minutaggio come il compagno Dairis Bertans.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...