Il Cska, sì, ma soprattutto la nuova dimensione del gioco con Pascolo e Kuzminskas

Missione tutt’altro che semplice, giovedì sera alle ore 20.45. A Milano arriva il Cska, capolista di questa EuroLeague, che se al Forum ha un record 2-2, è anche vero che viene da due successi in fila, 79-88 il 9 aprile 2015 e 64-79 l’8 dicembre 2016.

Il tutto senza dimenticare una certa differenza di stimoli, che va oltre le potenzialità quando in campo c’è chi si gioca il massimo fattore campo nei playoff, e chi vorrebbe evitare il secondo ultimo posto in fila in EuroLeague.

Tuttavia, prospettive interessanti che non mancano per Simone Pianigiani. Mindaugas Kuzminskas, che non può essere giudicato solo per la percentuale al tiro nella trasferta di Pistoia, ha inevitabilmente cambiato le carte in tavola, inserendo una preziosa alternativa nel gioco milanese.

Perchè in una dimensione inevitabilmente standardizzata sul p&r, con 5 di buon valore (rollanti più che giocatori di post), il “4” doveva essere discontinuità. Non lo è stato Cory Jefferson, semplicemente inadeguato al “gioco” europeo (che è più vero di quello Nba in stagione regolare in franchigia perdente, o in D-League e Filippine). Non è ancora riuscito ad esserlo Amath M’Baye, “perimetrale” non per vocazione, “interno” solo palla in mano.

Certamente preziosi, dunque, i tagli dal lato debole di Davide Pascolo come Mindaugas Kuzminskas, un’alternativa che diventa “variabile” in uno scenario “scontato”. “Preziosi” abbiamo detto, non “fondamentali”, perché Milano resta una squadra fondata sul potenziale di partenza di Jordan Theodore e Andrew Goudelock, che deve andare oltre la sola produzione personale. Da qui il famoso richiamo alla «gestione» espresso da Simone Pianigiani dopo la gara con la Stella Rossa. Perchè il talento individuale può garantire fatturato anche solo con lo spazio creato a favore dei compagni.

Insomma, il record negativo di EuroLeague va oltre la mancanza di “4” capaci di impattare l’EuroLeague, ma questo record negativo di EuroLeague può creare una nuova dimensione di consapevolezza, ricca di spunti positivi per la crescita del gruppo. In tal senso, urge sottolineare come la «polemica» via Eurohoops (perchè questo è stata, non altro)  tra Andrew Goudelock e Simone Pianigiani sia stata rapidamente ricomposta dagli interessati, anche per un significato “intimo” del tutto che, se chiaro in italiano a chi era presente, si è probabilmente perso nella traduzione inglese.

Cska quindi, di cui ora conosciamo i punti deboli. E si chiamano Zelimir Obradovic, Ioannis Sfairopoulos e Sasa Obradovic. Fenerbahce, Olympiacos e Lokomotiv Kuban (nell’ultimo fine settimana) sono i club che, con sorprendente continuità, hanno battuto l’armata rossa della gestione dell’ex assistente del Panathinaikos.

Schermata 2018-01-10 alle 19.05.23

Impossibile, tuttavia, ritrovare un filo conduttore. Il Fenerbahce, unico club unitamente al Real Madrid, può opporre al Cska una dose di talento pragonabile a quello moscovita, probabilmente con una superiore somma fisico+talento nel reparto lunghi (il Cska, con tutto il rispetto per Hines, non ha mai avuto lunghi del valore specifico di Ekpe Udoh e Jan Vesely). L’Olympiacos è di per sè stesso un simbolo di sistema difensivo, Kuban ha la maggiore produzione offensiva in Europa in questo momento.

Insomma, non ci sono precedenti su cui fare affidamento. Cska che viene da due ko in fila in EuroLeague, con un Nando De Colo che ha registrato un umano, quanto breve calo delle statistiche, prima dei 23 punti contro il Barcellona e i 17 con il Khimki. Assente Leo Westermann, Kyle Hines si è riaggregato ai compagni dopo essere volato negli USA il 7 per la nascita del figlio Justin Carter.

Per l’Olimpia Milano, recuperato ormai pienamente Dairis Bertans, unico dubbio è Arturas Gudaitis, alle prese con i postumi di un attacco influenzale durissimo.

Alessandro Luigi Maggi

Annunci

2 pensieri su “Il Cska, sì, ma soprattutto la nuova dimensione del gioco con Pascolo e Kuzminskas

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...